Ruspe in azione, addio alle ex colonie Enel

ex enel 3' di lettura 21/09/2009 - Ruspe in azione alle ex colonie Enel. Com\'era da tempo nell\'aria (dato anche lo sgombero del centro sociale Mezza Canaja che occupavano i locali), la realizzazione del nuovo complesso turistico residenziale ha mosso ieri il suo primo passo.

In poche ore già mezzo edificio è stato demolito e in pochi giorni del vecchio edificio delle ex colonie marine non resterà molto. E se la riqualificazione del volto urbanistico e turistico della spiaggia di velluto passa necessariamente anche attraverso maxi progetti privati (questo e la riqualificazione dell\'ex Sacelit Italcementi sono gli esempi più eclatanti), torna in auge anche la polemiche sollevate nei mesi scorsi in merito alla memoria storica rappresentata da un luogo che fu anche sede di un campo di concentramento. Ma andiamo con ordine.


Il piano d\'area, approvato prima dell\'estate dal Consiglio Comunale, ha dato il via libera al progetto di riqualificazione presentato dalla proprietà, un pool di imprenditori tra cui figurano anche Riccardo e Remo Morpurgo, quest\'ultimo vice presidente della Comunità Ebraica di Ancona. Su una superficie totale di 6.430 mq dedicata alla ricettività, 4.520 mq sono destinati alle attività turistiche e altri 1.900 mq alle residenze. Nella zona più arretrata, verso la ferrovia, sorgerà un residence con 34 appartamenti dell\'altezza massima di 12,7 metri, un ristorante di 250 mq e due bar di circa150 mq. Più avanti invece è previsto un hotel a cinque piani, con altezza massima di 15,7 metri, con 42 camere, un ristorante, una piscina e un\'area fitness. Dagli oneri di urbanizzazione però arriveranno anche nuove infrastrutture. La più eclatante è l\'arretramento di un tratto del lungomare Da Vinci, fino alla ferrovia, che lascerà spazio ad una fascia litoranea dedicata a ciclisti e pedonicon la previsione di un molo che termina sul mare con tanto di piattaforma per i tuffi. Se alle aree verdi saranno destinati 3.750 mq, 6.600 mq andranno ai parcheggi, individuati lungo la statale ed il lungomare da deviare.


Un progetto di notevole portata ma che ha trovato numerose resistenze, soprattutto da parte di esponenti del mondo politico e culturale. Prima questione proprio l\'arretramento di un tratto di lungomare. Contro questa previsione si era levata la voce di Luciano Chiappa, ex assessore comunale, che aveva avviato lo scorso anno una petizione per salvare il litorale e chiesto anche di indire un referendum consultivo. Il comitato dei garanti, composto da un avvocato nominato dall\'opposizione consiliare e da uno scelto della maggioranza e presieduto dal difensore civico Sabina Sartini, ha però bocciato il quesito referendario che chiedeva se si voleva mantenere il lungomare nel suo attuale assetto.


Seconda questione, l\'abbattimento di un edificio che ospitò un campo di concentramento. A riportare alla memoria una pagina che sembrava persa nella memoria collettiva era stato Ettore Coen, israelita, che chiese più volte alla comunità ebraica di intervenire. Anche l\'opposizione, tra cui i consiglieri comunali Roberto Mancini e Andrea Bacchiocchi invocarono l\'intervento della Soprintendenza per impedire l\'arrivo delle ruspe. Ma anche in questo caso il giudizio dell\'ente fu negativo.








Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2009 alle 23:59 sul giornale del 22 settembre 2009 - 9598 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli


ho letto...ho prestato attenzione in particolar modo all\'altezza degli edifici che sorgeranno.è minore di quella di quasi tutti gli alberghi presenti dal circolo tennis in poi.non rilevo grossi problemi di viabilità,se si pedonalizzano 100 metri di lungomare.il problema è ripristinare il semaforo al sottopassaggio rosso del ciarnin.quello è un punto dove la statale è rettilinea,i veicoli spesso vanno a velocità troppo elevate.stavo per trovarmelo stampato addosso un suv ,una volta,mentre ,giungendo da nord,dovevo girare verso il lungomare.io credo che la soluzione ideale sia mettre una rotatoria,al sottopasso del ciarnin.a Misano Adriatico hanno pedonalizzato interamente,con sentieri e aiuole,almeno 2 km di lungomare.la domenica pomeriggio tanta gente ci passeggia,da quelle parti.gli spazi ci sono a senigallia,perché non sfruttarli,perché non prendere esempio dalla romagna per quello che la romagna ha di buono.i ruderi storici non servono a nulla.a Barcellona hanno abbattuto interi quartieri a ridosso del mare,prima delle olimpiadi del \'92.A Barcellona.il risultato è che ora i barcellonesi hanno spiaggia e locali da frequentare lungo la passeggiata marittima.e pure i turisti.

In qualità di Presidente dell\'Associazione ALA che rappresento tale demolizione deve essere dotata di un progetto che prevede la redazione del Piano di Lavoro obbligatorio ai sensi dell.art.,59-duodecis del D. Lgs. 626/94.in quanto in tale area insiste presenza di amianto,.-Tale Piano di Lavoro fa riferimento all\'ex art 256 D.Lgs 81/08<br />
Sono a conoscenza di grosse vasche di amianto circa 8 e di 3 o 4 vasche grosse interrate. Inoltre la palestra adiacente alla palazzina è ricoperata da anni con lastre in cemento amianto rotte(di proprietà della Provincia),tanto che la stessa ha provveduto a suo tempo a recintarla con del nastro bianco rosso per pericolo di accesso.Il fatto che siano state presenti tali lastre rotte non è stata una scelta sufficiente perchè alcune fibre possono essere state lasciate dalle inemperie.Inolter verso lato FS risulta presente una centrale elettrica ricoperta la lastre in cemento amianto alquanto usurate.Sicuro di quanto fatto dall\'ASUR nella perosna dell Dott. G. Fiorenzuolo e dellìAssessore preposto porgo distinti daluti.Faccio presente che il sottoscritto segue queste operazione solo ed unicamente al fine di non inquinare l\'aria che tutti respiriamo.Le consequenze stanno aumentando ed anche le mortalità sono frequenti in questi ultini anni.E la cirva delle mortalità saràò in salita sino al 2020 come previsto dagli Enti preposti a questo tipo di monitoraggio.Grazie di aver potuto dare un contributo costruttivo e positivo per il proseguo della demolizione.

Roberto Pizzi

In base a quale motivazione l\'amm. Comunale si è arrogata il diritto di togliere il lungomare a tutti i cittadini per consegnarlo a pochi ricchi proprietari di appartamenti turistici. Personalmente sono convinto che detti appartamenti turistici siano la rovina di una città che si dice votata al turismo, ma è solo una mia opinione. Ciò che è assolutamente vergognoso è che una amministrazione di \"SINISTRA\" condeda a pochi privilegiati \"benestanti\" la comodità di uscire dalla propria veranda e andare in spiaggia senza attaversare la strada. Non mi sembra che il PRG prevedesse tale possibilità. A fronte di quale ritorno è stato possibile ? Il male non è certo questa comodità ma sicuramente lo è il fatto che solo pochi privilegiati potranno permetterselo e sempre grazie ai soldi di cui dispongono e questo non mi sembra molto democratico. Se continua di questo passo l\'Amm.ne fra poco metterà pure una biglietteria per l\'ingresso al molo di levante; se vuoi godere dell\'aria della punta del molo occorre che paghi.<br />
Sono sconcertato e deluso. <br />
Roberto Pizzi

Troppi Pizzi con i nomi simili, mi auguro che commentarsi tra parenti non raffiguri un conflitto di interessi. Ma Roberto ha assolutamente ragione. Una cosa sarebbe se questa meraviglia di giardino con tanto di molo per i tuffi (lungo almeno un chilometro e mezzo, altrimenti ci rompiamo il collo)fosse la prosecuzione ideale di un boulevard cittadino, un po\' come a Pesaro, per intenderci. Ma farlo davanti a: \"un residence con 34 appartamenti dell\'altezza massima di 12,7 metri, un ristorante di 250 mq e due bar di circa150 mq. Più avanti invece è previsto un hotel a cinque piani, con altezza massima di 15,7 metri, con 42 camere, un ristorante, una piscina e un\'area fitness\"...e dai! con una Sinistra così chi ha bisogno di una Destra? Ha ragione Roberto, potete girarla come volete.

E già, Renato. Che bisogno abbiamo a Senigallia della destra? L\'amministrazione Angeloni, con l\'appoggio incomprensibile dei Verdi, l\'ha scavalcata alla grande!!!<br />
<br />
P.S. Il primo che mi dice che votare a destra è un pericolo per l\'Italia (classico slogan delle truppe ex-PCI che cercano voti per il PD girando per contadi e bar), lo mozzico! (Lo so, si dice \"mordo\" ma se Brunetta dice \"a mori\'ammazzati\" anche il romanesco è sdoganato).

per una volta sono veramente d\'accordo con la professoressa

Se il lungomare prosegue normalmente ma solo per bici e pedoni non ci vedo nulla di male, anzi anche meglio. Su 14 km di costa un diversivo del genere, se ben fatto, portera\' solo benefici.<br />

Giorgio Bendelari

Ancora un pezzo di storia che le ruspe abbattendosi,sulle exEnel,cancelleranno per sempre.(Avranno il coraggio,almeno,di mettere un Cippo a ricordo affinchè si sappia che durante l\'occupazione nazifascista quella struttura venne adibita a campo di concentramento?)Gli ultimi interventi a difesa degli interessi della collettività da parte di amministratori pubblici che richiamandosi al dettato costituzionale,prelevavano(allora si diceva :requisivano)anche proprietà private ed in alternativa alla speculazione dei padroni (chiamarli proprietari cambia in qualcosa?) ,programmavano interventi di recupero ed altro,confrontandosi,prima e dopo con i cittadini ,Mi associo alle critiche di quanti hanno copn i loro commenti criticato questo tipo di intervento che di certo non contribuirà a migliorare la qualità del territorio perchè sviluppare sempre e solo il turismo d\'elite,per gente che ha quattrini,tanto per intenderci,nel tempo rischierà di impoverire ulteriormente a spese dei pochi residenti rimasti e dei senigalliesi in generale che,con la pretesa dello sviluppo turistico,rischieranno di divenire :\"servitori di lor signori\" e,purtroppo con remunerazioni a volte discutibili ed altre volte in nero.Salvaguardia del paesaggio,sviluppo turistico e rispetto delle peculiarità dei nostri territori con interventi mirati per la riqualificazione,oltre la riscoperta,di antichi mestieri,contribuirà a riconnettere quel tessuto sociale che con l\'introduzione del consumismo ,selvaggio e sfrenato,ne ha invece determinato la sua distruzione.Pane Nostrum ed abbattimento dell\'exEnel,(tanto per fare due esempi)sono due \"interventi\"contradditori che evidenziano la confusione,all\'interno dell\'attuale maggioranza e delle forze di opposizione che sono rappresentate nel C.C.,che da sempre sono favorevoli a questo tipo di sviluppo(quello capitalistico)che salvaguardia i privilegi dei soliti noti.Occorre con coraggio invertire la rotta ed essere coerenti con ciò che viene detto altrimenti il tutto rischia di divenire...chiacchiere,chiacchiere,chiacchiere.

prof io la vedo bene con Di Pietro. Veda lei se è un complimento o no.

L\'esercizio protervo del potere e la diapora della memoria portano a questo e ad altro.

Roberto Pizzi

Non facciamo confusione. Un conto è se l\'Amm. Com.le a seguito di un progetto particolareggiato possa <br />
progettare una serie di valide e condivise modifiche per migliorare la viabilità cittadina a beneficio <br />
di tutti ed un\'altra cosa è che un Impresa di Costruzione stravolga lo \"status quo ante\" a suo uso e consumo e poi <br />
maschera le nefandezze con uno pseudo passaggio ciclo-pedonale. Non penso sia la stessa cosa.<br />
Roberto Pizzi

Off-topic

Non so, non mi pongo il problema... Io mi vedo bene con Max. Il mio cane... :-)

L\'interruzione del lungomare è una cosa vergognosa.<br />
<br />
Ho visto proteste eclatanti per molto, molto, molto, molto meno

Off-topic

a me pare che molti qua hanno qualcosa con gli ebrei.perché dico con...non so se qualcuno ha visto il fil \"mery per sempre\".chi lo ha visto,forse capisce,forse si ricorda.\"perché,tu hai qualcosa con la mafia?!la mafia è bene,la mafia è giusta\".é da dicembre 2009 che dura questa crociata.mi disconoscano pure i miei cugini Morpurgo,io comunque sono loro parente.e quei posti mi fanno schifo.mi fanno tristezza i ruderi.figuriamoci se ex \"lager\",sterminio o concentramento non importa.Se c\'era un\'altra impresa di mezzo,non si stava tanto a sottolineare il nome dell\'impresa,ma io dico tutti,fra un po\' vi opporrete pure al recupero dell\'area arena italia.che lo faccia il sindaco,il marito,il questore,berlusconi,obama,purché si recuperino le cose.che si bonifichi tutta l\'area del fiume che va verso l\'entroterra da dietro il ponte del corso.è uno scempio.sull\'area pedonale,sulla chiusura del lungomare,fa paura pure a me,ma forse perché sono abitudinario.anzi,dico che propio non va bene.che senigallia ha il pregio di avere 8 km di strada lungo il mare ininterrotta e bisogna lasciare a senigallia questo pregio,ma lasciamoci alle spalle i ruderi e gli orrendi ricordi.a cosa servono.cosa porta di bene rimuginare sulle tragedie storiche.è un prestesto,quello del campo di concentramento,è un pretesto per plagiare la gente e farla pensare che gli ebrei non hanno scrupoli nemmeno verso le loro disgrazie.sempre meglio fare che parlare.a parte le piste ciclabili.fatte molto male.

tanto l\'imprenditore dovrà lucrare.altrimenti che lavora a fare.gli amministratori no,non devono lucrare.il loro stipendio è il lucro.