Corinaldo: asta benefica di fotografia a favore dell\'Istituto Magnificat

padre armando pierucci 4' di lettura 30/09/2009 - Tutto dedicato alla fotografia il week end corinaldese del 3 e 4 ottobre prossimi. Con un’importante novità: per la prima volta la tradizionale premiazione del concorso fotografico Mario Carafòli sarà preceduta da una grande asta benefica di fotografia promossa dal Comune di Corinaldo e organizzata dall’Assessorato alla Cultura.

L’asta avrà luogo sabato 3 ottobre alle ore 21,15 nella sala-bomboniera del Teatro Goldoni. Sotto il martelletto del battitore passeranno un centinaio di fotografie a colori e in bianco e nero scattate negli anni dai vincitori delle varie sezioni del premio “Il Paese più bello del mondo” e da tutti i partecipanti che hanno voluto mettere le loro immagini a disposizione. Saranno in asta anche splendide fotografie personalmente donate da grandi fotografi, a cominciare dalla “star” della fotografia marchigiana (e italiana), il super-premiato Lorenzo Cicconi Massi, ormai noto negli ambienti fotografici di tutto il mondo, fra i vincitori nel 2007 del World Press Photo.



Hanno donato fotografie anche il famoso fotoreporter Giorgio Pegoli, autore di drammatici reportage in tutti i paesi e su tutti i fronti di guerra del mondo, e molti dei suoi allievi partecipanti ai corsi di fotografia che Pegoli organizza per il Musinf di Senigallia. Inoltre il fotografo Paolo Fornaroli e la fotografa Marta Maracchini che lo scorso anno è stata premiata al concorso. Anche la famiglia Carafòli, sponsor con il Comune e le associazioni corinaldesi del concorso fotografico, ha voluto donare una serie di immagini d’epoca di Mario Carafòli.



La ragione di tanta generosità è presto spiegata: l’asta, come già detto è benefica, e il ricavato andrà a favore dell’Istituto Magnificat di Gerusalemme, fondato e diretto da Padre Armando Pierucci, frate francescano nato a Moie di Maiolati e organista del Santo Sepolcro, fra i compositori per organo più conosciuti in Europa. Tre anni fa gli è stato assegnato il Premio Vallesina. Nel convento di San Salvatore della Custodia nella città vecchia di Gerusalemme, padre Armando ha fondato nel 1995 questo istituto di studi musicali che accoglie circa duecento studenti cristiani, ebrei e musulmani. Come ha già sostenuto più volte il celebre direttore d’orchestra Riccardo Muti in occasione dei suoi concerti nei luoghi del mondo tormentati dalla guerra, è ferma convinzione di padre Armando che la musica sia il linguaggio per eccellenza capace di superare le divisioni, mezzo di promozione umana e sociale per giovani di diversa estrazione culturale e religiosa.



La scuola prepara perciò gli allievi per il conseguimento del diploma presso il conservatorio Pedrollo di Vicenza, con il quale è convenzionato. Il livello di preparazione degli allievi di padre Armando è dimostrato dalle loro esecuzioni: il 12 maggio scorso il coro del Magnificat si è esibito di fronte a papa Benedetto XVI nella valle di Josafat. Attualmente, data l’inadeguatezza dei locali che ospitano la scuola, si sta cercando di dotarla di una nuova sede. Il progetto esiste, generosamente realizzato dall’architetto Lorenzo Rossi e dagli ingegneri Paolo Morosetti e Roberto Mancini e si spera di far partire il cantiere entro l’anno. Il ricavato dell’asta del 3 ottobre andrà proprio a sostenere il progetto di padre Pierucci che solo generose donazioni possono sostenere fino in fondo (informazioni su www.magnificat.org) dimostrando così che arte e fraternità possono sopravvivere in un mondo dilaniato da feroci conflitti e la sua non è soltanto una meravigliosa utopia.



Il giorno successivo, domenica 4 ottobre, tradizionale cerimonia di premiazione del concorso fotografico “il Paese più bello del mondo” nel Teatro Comunale “Carlo Goldoni” di Corinaldo, alle 11,00, alla presenza delle autorità cittadine, della famiglia Carafòli e degli sponsor. Giunto ormai alla XXIV edizione, il concorso vanta oggi una ricca “scuderia” di fotoamatori di tutta Italia che di anno in anno si cimentano con il tema non facile (ma tanto attuale) del rapporto fra l’uomo e l’ambiente in cui vive. I fotografi premiati e tutti i partecipanti al concorso del 2008 hanno messo gratuitamente le proprie opere a disposizione per l’asta benefica a favore dell’istituto Magnificat, intrecciando così un nuovo legame tra la fotografia - arte della luce - e la musica, arte dell’elevazione verso il divino.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-09-2009 alle 18:09 sul giornale del 01 ottobre 2009 - 11145 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di corinaldo, corinaldo





logoEV