Osimo Romana, bella e ... dimenticata

1' di lettura 02/10/2009 - Fonte Magna e l\'Antiquarium Comunale, preziosissime testimonianze della presenza e del passato Romano della nostra città, sono ovviamente tra le tappe indicate ai turisti in visita a Osimo:  \"Assolutamente da vedere!\" Peccato però che le condizioni in cui si presentano sono quanto meno indice di grande trascuratezza.

Fonte Magna e l\'Antiquarium Comunale, preziosissime testimonianze della presenza e del passato Romano della nostra città, sono ovviamente tra le tappe indicate ai turisti in visita a Osimo: \"Assolutamente da vedere!\" Peccato però che le condizioni in cui si presentano sono quanto meno indice di grande trascuratezza.


Fonte Magna. I gradoni che conducono alla fonte sono spezzati in più punti; in alcuni casi sono prossimi a cedere e traballano. Scendere è un\'impresa; aiuta di certo il corrimano, ma il percorso è precluso a chi non abbia scarpe comode o minimi problemi di deambulazione. Quantomeno si avverta di questo, se non si riesce a risolvere il problema.


A questo si aggiunge lo stato delle vasche. Vuote ma invase dalle erbacce sono diventate un cimitero per piccioni, vi sono piume sparse ovunque, e si consideri perciò anche il rischio igienico, oltre al decisamente discutibile impatto estetico. Dopo aver rischiato una brutta storta alla caviglia, perlomeno si conceda al visitatore una vista degna, e dignitosa dell\'antichità del reperto.


Antiquarium. Solo una nota. Le celebri statue senza testa non presentano imperfezioni, ma i loro basamenti presentano una certa trascuratezza: il confronto è evidente, nero su bianco. Considerato che sono il biglietto da visita della città, ci si augurerebbe una maggiore attenzione al colpo d\'occhio.








Questo è un articolo pubblicato il 02-10-2009 alle 16:08 sul giornale del 03 ottobre 2009 - 5871 letture

In questo articolo si parla di attualità, michela sbaffo, antiquarium, fonte magna





logoEV