Zap Juice, sei mesi di concerti per un divertimento senza sballo

Conf stampa \"Zap Juice\" seconda edizione 4' di lettura 16/10/2009 - Parte da Jesi ma toccherà anche le città di Ancona, Fermo, Macerata e Firenze la seconda edizione della rassegna “Zap Juice”, iniziativa che coniuga le performances di eccellenti musicisti del territorio alla promozione della salute e in particolare, del divertimento senza lo sballo dell’eccesso di alcol o dell’abuso di sostanze psicotrope. La presentazione ieri, nelle sale pergolesiane del Teatro Pergolesi.

“La rassegna – spiega l’ideatore Simone Grassi – partita inizialmente da Jesi e Fabriano, allarga i confini e raggiunge addirittura Ancona, Macerata, Fermo e Firenze. Ma hanno mostrato interesse anche Ascoli Piceno, Milano e Bologna. Tanti partner (Tonidigrigio, Skyline Radio & Soul, Scuola internazionale di Comics e Vallesina web tv) hanno permesso a questa seconda edizione al via da oggi di crescere”.


Il debutto di “Zap Juice” è in programma per questa sera alle 20,30 all’Enoteca Regionale di via Conti a Jesi con il Trio Emilio Marinelli (piano)-Amin Zarrinchang (contrabbasso)-Matteo Fraboni (batteria) in collaborazione con la scuola di musica Opus1 di Castelbellino, ma in realtà sono i numeri a decretare la grandezza dell’evento: 6 mesi di concerti a ingresso libero fino a marzo 2010; 10 locali coinvolti tra Jesi (Enoteca Regionale, Osteria Corte Bettini, Hemingway Cafè, Caffè Imperiale) Ancona (Lascensore), Macerata (Terminal), Fermo (L’Enoteca Bar a Vino) e Firenze (Plaz, Moyo, Zoe). Si esibiranno 120 eccellenti musicisti (tra cui Gianludovico Carmenati, Amin Zarrinchang, Jean Gambini, Lamberto Di Piero, Samuele Garofoli, Simone La Maida, lo stesso Simone Grassi….ma solo per citarne alcuni) che si alterneranno con i giovani talenti provenienti da otto Scuole Musicali del territorio interprovinciale (Bettino Padovano di Senigallia, Accademia Musicale di Ancona, Opus1 di Castelbellino, Ars Musica di Chiaravalle, Scuola Musicale “G.B.Pergolesi” di Jesi, Scuola popolare Musica di Fermo, scuola di musica di Campi Bisenzio di Firenze e Associazione culturale Sound di Firenze).


Per 52 giorni di musica jazz, funk, blues, musica da camera, canzoni d’autore e tanti incontri con le forze dell’ordine (Arma dei carabinieri e vigili urbani) per promuovere il piacere di serate in musica e divertimento senza lo sballo dell’abuso di alcol e sostanze psicotrope. La manifestazione è condivisa dal Comune di Jesi, dalla Provincia di Ancona e dal Sistema Turistico della Marca Anconetana. “Un’iniziativa per dare un palcoscenico al talento e alla creatività - spiega l’assessore ai progetti speciali del Comune Daniele Olivi - ma anche per dare una traiettoria educativa affinché le forze dell’ordine diventino forze di prossimità. Si coniuga l’aspetto educativo-musicale a quello di marketing territoriale”. Di prossimità e vicinanza ha parlato anche il direttore commerciale Carifac Luigi Caferri riferendosi al sostegno offerto dall’istituto di credito alla manifestazione. “La Provincia - aggiunge l’assessore alle politiche sociali Gianni Fiorentini - è vicina e sostiene fortemente questi progetti che hanno ricadute nelle politiche sociali, culturali e soprattutto giovanili, per un percorso educativo e la creazione di un divertimento alternativo rispetto a Internet e alla discoteca. Un programma articolato e complesso che si rivolge soprattutto ai giovani stimolando in loro la riflessione che divertimento è anche attenzione al consumo consapevole di alcol”.


L’amministratore delegato della Fondazione Pergolesi Spontini William Graziosi ha sottolineato “la forte connotazione musicale che caratterizza l’evento e mette in rete un vasto territorio, oltre alla possibilità per ottobre 2010 di ospitare le masterclass dei musicisti jazz coinvolti al Teatro Moriconi”. Il direttore del Sistema Turistico della Marca Anconetana Smeralda Tornese ha visto in Zap Juice “un nuovo modo di comunicare col territorio attraverso la promozione delle sue eccellenze e una possibilità di vivere in maniera alternativa i luoghi del divertimento e del ritrovo serale”. Musica ma anche partecipazione dei giovani, con il contest promosso nelle scuole superiori del territorio dalla Scuola Internazionale di Comics in collaborazione con Carifac. Skyline parte dall’introduzione del jazz nella sua programmazione e prosegue seguendo in diretta radio le tappe di “Zap Juice”. E il titolare Marco Adami promette: “da gennaio Skyline e Zap Juice avvieranno un nuovo grande progetto che porterà alla creazione della Skyline Jazz Band, per fondere l’esperienza dei musicisti jazz coinvolti in Zap Juice”. Cin-cin!






Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2009 alle 18:24 sul giornale del 17 ottobre 2009 - 1513 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Talita Frezzi





logoEV