Cicconi Massi: perchè non vengono resi pubblici i redditi degli amministratori?

alessandro cicconi massi 2' di lettura 31/10/2009 - Lettera del consigliere Cicconi Massi al presidente del consiglio comunale Paradisi riguardo l’applicazione del regolamento in epigrafe, che prevede la pubblicazione dei redditi e della situazione patrimoniale degli amministratori pubblici del Comune di Senigallia.

Gent.mo Presidente,

Le scrivo a seguito dei solleciti rivolti da alcuni cittadini, per chiedere l’applicazione del regolamento in epigrafe, che prevede la pubblicazione dei redditi e della situazione patrimoniale degli amministratori pubblici del Comune di Senigallia. Tale regolamento approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 95 del 1994, infatti, prevede all’ART. 2 OBBLIGHI AL MOMENTO DELL’ASSUNZIONE ALLA CARICA “I consiglieri, entro tre mesi dalla proclamazione sono tenuti a depositare presso il Segretario Generale del Comune:



1) una dichiarazione concernente i diritti reali su beni immobili e su beni mobìli scritti in pubblici registri; le azioni di società; le quote di partecipazione a società; l’esercizio di funzioni di amministratore o di sindaco di società, con l’apposizione della formula “sul mio onore affermo che la dichiarazione corrisponde al vero”;



2) copia dell’ultima dichiarazione dei redditi soggetti all’imposta sui redditi delle persone fìsiche;



3) gli adempimenti di cui al presente articolo concernono anche la situazione patrimoniale e la dichiarazione dei redditi del coniuge non separato e dei figli conviventi, se gli stessi vi consentono.” Ed all’ART. 3 OBBLIGHI ANNUALI DURANTE LA CARICA “Il consigliere in carica dovrà ogni anno, entro un mese dalla scadenza del termine utile per la presentazione della dichiarazione dei redditi soggetti all’imposta sui redditi delle persone fisiche, depositare una attestazione concernente le variazioni della situazione patrimoniale di cui all’art. 2 determinata nell’anno precedente e copia della dichiarazione dei redditi”.



A quanto mi risulta tale dettato regolamentare non trova applicazione ormai da svariati anni, senza plausibile regione. Ritengo pertanto, sia in ossequio al dettato della regolamentazione di cui sopra, sia per evidenti ragioni di trasparenza della politica nei confronti della popolazione, che Ella si debba nel più breve tempo possibile attivare al fine di dare attuazione alle previsioni regolamentari.


da Alessandro Cicconi Massi
consigliere comunale Pdl




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-10-2009 alle 15:59 sul giornale del 02 novembre 2009 - 3596 letture

In questo articolo si parla di alessandro cicconi massi, marco scaloni, politica


sacrosanto, Cicconi Massi... Se una regola c\'è, c\'è. E far finta di niente non depone a favore di chi ci amministra.

E, per la pubblicità comparativa, la situazione patrimoniale \'prima e dopo la cura\' sarebbe utile a tutti, amministratori ed amministrati. A meno che..

E pensare che ci sono voluti \"solleciti rivolti da alcuni cittadini\" per chiedere l\'applicazione di un regolamento comunale vigente dal 1994 !<br />
Che \'sti Consiglieri non servano proprio a nulla ?




logoEV