E-creativity, l\'impegno della Provincia per un uso corretto di internet

internet 11/11/2009 - Informare ed educare le giovani generazioni a un utilizzo corretto e consapevole di internet, che rispetti il diritto alla privacy, i diritti umani e protegga i minori dai contenuti violenti.

È il progetto E-creativity, promosso dalla Provincia di Ancona, che prende le mosse dall\'ultimo rapporto presentato da Telefono Azzurro, da cui emerge il quadro di una popolazione giovanile che ha in internet il suo punto di riferimento principale e naviga quotidianamente attraverso siti che contengono materiale violento fungono da cassa di risonanza e da veicolo per le diffusione delle trasgressioni più estreme.

Due le fasi del progetto. La prima prevede un concorso intitolato The podmaker per la realizzazione di mini documentari con telecamere digitali e videotelefonini, rivolto a giovani compresi nelle fasce di età 14-18 e 18-25 anni. L\'obiettivo è quello di rovesciare l\'utilizzo del connubio telefonino-internet da mezzo per esibire on line trasgressioni scolastiche o nelle relazioni tra coetanei a strumento per realizzare la e-democracy, la cittadinanza attiva di chi utilizza lo strumento video per informare in modo critico, veicolando un processo di informazione dal basso.


Tutti i Pod inviati saranno visionati e selezionati da una giuria di esperti, composta da Patrizia Casagrande, Presidente della Provincia di Ancona, Antonio Luccarini, filosofo e presidente della giuria, Vincenzo Varagona, giornalista Rai, Luigi Brecciaroli, direttore generale di Gallika Group, Anna Olivucci, responsabile della Marche Film Commission, e Claudio Zamarion, produttore e direttore della fotografia.


La seconda fase, invece, riguarderà un convegno che si svolgerà al Teatro Sperimentale di Ancona il 10 febbraio 2010 in occasione del Safer internet day. Un\'occasione di riflessione sui limiti e le prospettive dell\'utilizzo di internet grazie alla partecipazione di autorevoli relatori che forniranno dati, esempi, opinioni per informare dei rischi connessi all\'utilizzo della rete come spazio di trasgressione (cyberbullismo), di esibizionismo e voyeurismo. Tra gli interventi, quello dei responsabili di Current tv Italia, mentre è prevista la partecipazione delle associazioni, che operano sul territorio come Linea innocenza, le istituzioni preposte al controllo come la Polizia Postale, il tribunale dei minori, esperti del mondo della comunicazione, psicologi.

\"Con questa iniziativa - afferma l\'assessore alle Politiche sociali Gianni Fiorentini - vogliamo recepire le azioni messe a punto dal Consiglio d\'Europa in occasione del Forum sulla Governance di internet per creare un codice di buone prassi e proteggere i minori da contenuti nocivi. Con E-creativity vogliamo intervenire con adeguate azioni di educazione e prevenzione sui ragazzi di età compresa tra i 14 e i 18 anni, proprio perché mentre nelle scuole elementari e medie le azioni di informazione riescono ad avere un impatto efficace, sulle fasce di età superiore occorrono percorsi che prevedano un coinvolgimento diretto anche attraverso l\'elaborazione di contenuti artistici ed espressivi\".





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2009 alle 15:07 sul giornale del 12 novembre 2009 - 2274 letture

In questo articolo si parla di attualità, provincia di ancona, internet, jesi, osimo, senigallia, ancona, fabriano