Massaccesi: la Sadam è una questione di tutta la Vallesina

sadam 13/11/2009 - \"La Sadam, e la riconversione industriale che vi è legata, non è solo una questione iesina ma di tutta la Vallesina\".

La Sadam, e la riconversione industriale che vi è legata, non è solo una questione iesina ma di tutta la Vallesina, perché gli aspetti ambientali e di tutela della salute che vi sono coinvolti non possono non riguardare tutta la collettività di tale ambito, che giustamente, anche se finora in modo inascoltato, chiede precise garanzie, cautele e certezze di dati tecnico – scientifici, essendo non soddisfacenti, perché di parte o comunque non esaustivi, quelli finora conosciuti, forniti dall’azienda.



E di fronte a tuttociò il Sindaco Belcecchi, più da sindacalista che da uomo delle istituzioni, dopo non aver fatto il possibile (od almeno tutto quanto sta invece facendo per 143 lavoratori) per salvare i 500 ca. che prima erano occupati, a vario titolo, nello zuccherificio, ha trattato direttamente con SADAM, anche oltre il mandato ricevuto, ed ha tutelato i lavoratori da occupare (143), senza però riuscire o voler vedere al di là di questo aspetto e senza considerare gli “interessi di sicurezza” e le “voglie di certezza” in materia ambientale e della salute di tutti i cittadini, e senza preoccuparsi – ed è grave per un sindacalista, se veramente ha a cuore gli interessi dei dipendenti – di pretendere dall’azienda garanzie precise, effettive, reali e di lunga durata per l’occupazione, sì da garantirla non solo per un breve o brevissimo momento, ma almeno anche e soprattutto a medio – lungo termine, e cioè quelle garanzie che egli sa benissimo di poter pretendere. Perche il Sindaco sindacalista non ha richiesto all’Azienda queste garanzie? È solo una dimenticanza? Sarebbe grave. È una sottovalutazione del problema?



Sarebbe ancora più grave. È una battaglia di facciata? Sarebbe una presa in giro, e fatta sulla pelle dei lavoratori, magari anche di quelli già mandati a casa. E perché ora, per problemi solo politici, sembra che si cerchi di rinviare ancora il tutto e non si ha il coraggio di arrivare al confronto in Consiglio Comunale? Come dice qualcuno, se è pur vero che c’è il rischio che tutto diventi il solito “teatrino” della politica, è anche vero che non può essere, e non si permetterà mai che sia, per nessuno, il solito “teatrino” degli affarucoli e degli scambi.


da Daniele Massaccesi
Alleanza Nazionale




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-11-2009 alle 17:33 sul giornale del 14 novembre 2009 - 966 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, sadam, alleanza nazionale, Daniele Massaccesi