Rotary Club: il Governatore in visita, donata una fonoteca alla città

visita del governatore del Distretto 2090 del Rotary 16/11/2009 - La massima autorità rotariana, il governatore del Distretto 2090 del Rotary Giuseppe Ferruccio Squarcia in visita nei giorni scorsi in città. Uno sguardo alle “impronte” lasciate dal club nella realtà in cui opera e tanti interessanti progetti per il futuro.

Chiarezza, trasparenza e fellowship inteso come circolo di amicizia debbono essere le parole d’ordine del Rotary - dice il governatore Squarcia - il club deve aprirsi al territorio, mettendo le competenze professionali dei suoi soci a disposizione della società, come abbiamo fatto con il pool di 30 professionisti rotariani impegnati, attraverso la costituzione di una onlus, nei progetti di ricostruzione dei due blocchi fondamentali dell’Università dell’Aquila”. Stringiamo il campo, pensiamo alla città con cui il Rotary ha un legame strettissimo.

Grazie alla donazione di Sergio Angeletti - spiega il presidente del Rotary di Jesi Paolo Morosetti - il club entrerà in possesso di una collezione rara e preziosissima di 15.000 dischi in vinile da inizio secolo ad oggi, con i relativi fonografi d’epoca. Il valore è elevato. Ci stiamo adoperando per cercare una location degna di questo patrimonio, la cui sistemazione e catalogazione rientra in un progetto pluriennale dalla forte valenza culturale e musicale per una città dalle radicate tradizioni musicali come Jesi”. Tra gli altri impegni del presidente Morosetti (in carica ricordiamo fino a luglio 2010) anche la quinta edizione del Premio Rotary all’impresa, coordinato da Paolo Bifani e in programma per maggio. “Stiamo ricevendo già molte candidature - conclude - sarà dura selezionare il vincitore. Requisiti essenziali per queste aziende nuove del territorio sono l’innovazione del processo produttivo, l’originalità e la competitività sul mercato, ma anche l’attenzione al sociale, al mondo femminile e ai giovani”. La visita del Governatore Squarcia si è conclusa con l’annessione di altri due soci: il dottor Augusto Taccaliti e l’imprenditore edile Marco Spendolini. Ora, il club jesino conta 87 soci.








Questo è un articolo pubblicato il 16-11-2009 alle 22:04 sul giornale del 17 novembre 2009 - 8037 letture

In questo articolo si parla di cronaca