Massaccesi: con la riconversione quali valori ambientali e paesaggistici vengono tutelati?

sadam 1' di lettura 18/11/2009 - \"Il Comune ispira la propria azione ai seguenti principi: “….affermazione dei valori ambientali e paesaggistici del territorio, con l’assieme del suo patrimonio storico e artistico, beni essenziali della comunità…”.

Dall’art. 4, 2° co., lett. d) dello Statuto del Comune di Jesi. Si dice che il Comune ispira la propria azione, fra l’altro, ai seguenti principi: “….affermazione dei valori ambientali e paesaggistici del territorio, con l’assieme del suo patrimonio storico e artistico, beni essenziali della comunità…..”.


La riconversione Sadam, i progetti (o pseudo tali) che vi sono collegati, le trattative unilaterali portate avanti dal Sindaco in merito rispettano tutti questo principio? Quali valori ambientali e paesaggistici del territorio vengono così tutelati? Non sono forse questi da considerare beni essenziali della comunità, almeno in base a quanto afferma lo Statuto?


Che ne dice in proposito il rappresentante delle Istituzioni, il Sindaco Belcecchi (che forse ama più ripensare ai suoi trascorsi da sindacalista, non riuscendo proprio ad indossare “gli abiti” di rappresentante di tutta la città)? Una voce, od almeno un lamento, oseremmo dire, ci piacerebbe sentire in proposito anche dall’assente e silente Assessore all’Ambiente, a meno che, sempre in silenzio, non si sia già dimesso (ma, francamente, nessuno se ne è accorto!).


da Daniele Massaccesi
Alleanza Nazionale




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2009 alle 10:00 sul giornale del 19 novembre 2009 - 1519 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, sadam, alleanza nazionale, Daniele Massaccesi


Io sarei curioso di sapere anche cosa pensa l\'assessore Olivi, che dovrebbe essere il primo chiamato in causa e che SEMPRE tace e MAI si presenta... sta\' gia\' preparando la sua campagna elettorale a sindaco? O alle regionali? <br />
<br />
Ma non si preoccupi, Olivi. Anche i silenzi parlano.