Mangialardi candidato sindaco, parte la campagna elettorale a quattro

maurizio mangialardi 2' di lettura 23/11/2009 - E\' partita ufficialmente la campagna elettorale del centro sinistra. Maurizio Mangialardi, del Pd, è il candidato a sindaco per le elezioni del prossimo anno.

Il verdetto, scaturito dalle primarie di coalizione cui hanno partecipato anche Verdi, Sinistra e Libertà, Comunisti Italiani, Mre e Psi, aggiunge così il quarto candidato in corsa per la poltrona di primo cittadino. Assessore in carica dal 2000 (a partire dal primo mandato di Luana Angeloni), Mangialardi si è imposto sulla sfidante dei Verdi Francesca Paci, presidente dell\'ex Irab, con il 75% dei voti. Una candidatura per molti “scontata” (le 699 preferenze ottenute alle elezioni del 2005 furono già un primo segnale degli obiettivi futuri dell\'assessore all\'urbanistica e del Pd) che adesso apre ufficialmente le ostilità con gli altri tre avversari.


Per Fabrizio Marcantoni, sindaco dal 1999 al 2000 e candidatosi anche nel 2005, le primarie di domenica scorsa sono poco meno di una “farsa”. “Un risultato scontato è dire poco -afferma Marcantoni, candidato sindaco del Coordinamento Civico e Pdl- primarie come quelle del centro sinistra non sono serie. Le vere primarie sono quelle americane dove a votare sono gli iscritti ai partiti che vi partecipano e dove i votanti firmano e dichiarano il proprio voto. Il risultato delle primarie dell\'altro giorno era scontato già da anni. Mangialardi si prepara all\'appuntamento del 2010 probabilmente già dall\'inizio del secondo mandato Angeloni. Mi dispiace per la Paci, cui sono legato da un rapporto di amicizia, che si è prestata come vittima sacrificale”.


Sceglie invece la via del fair play il candidato sindaco di Rifondazione Comunista, uscita dalla maggioranza un anno e mezzo fa. “Nella distinzione delle reciproche posizioni politiche esprimo a Mangialardi le mie congratulazioni -dice Roberto Mancini- le primarie, che rendono ufficiale a questo punto una scelta ampiamente prevedibile, hanno rappresentato un momento di partecipazione attraverso cui tanti senigalliesi hanno espresso la loro attenzione alle vicende amministrative della città. Un saluto ed un apprezzamento anche a Francesca che in queste settimane ha saputo arricchire il dibattito sul futuro di Senigallia con idee brillanti e interessanti contenuti programmatici”.


Il risultato di Mangialardi era prevedibile anche se non scontato -aggiunge Primo Gazzetti, ex sindaco e candidato appoggiato dall\'Udc- il quadro politico, con quattro candidati, rientrano nell\'ordine di una realtà politica vivace e complessa come quella di Senigallia. E se anche spuntasse un quinti candidato non griderei allo scandalo”. Massimo Marcellini, infatti, uscito la scorsa settimana dal Pd, starebbe lavorando per la costituzione di una lista civica che lo vedrebbe possibile candidato sindaco per il 2010.






Questo è un articolo pubblicato il 23-11-2009 alle 23:57 sul giornale del 24 novembre 2009 - 5906 letture

In questo articolo si parla di roberto mancini, maurizio mangialardi, giulia mancinelli, elezioni, politica, fabrizio marcantoni, primo gazzetti


Vediamo se qualcuno si inalbera per il commento al fiele di Marcantoni....ripeto...con le politiche contro si perde.....sempre e comunque!<br />
Il fatto che il risultato fosse prevedibile (ma non scontato) nella testa degli avversari (di Marcantoni in primis) lo renderebbe meno vero...tutti sanno che non è così e mi pare che qualche certezza sia venuta meno alla fronda anti-amministrazione uscente! Forse...e dico forse...i nostri amministratori sono molto più vicini agli amministrati dei blogger che scrivono su questi siti (me compreso!)

Dato che la gente mi considera un \"blogger\" parola che non mi piace, mi sento tirato in causa.<br />
Io non sono un intellettuale, vivo tutti i giorni tra la gente e so captarne i rumori.<br />
Per MM alle primarie hanno votato 3000 persone ma ricordo al signor Intruso che a Senigallia alle elezioni votano decine di migliaia di persone.<br />
Di certo da questa consultazione MM è uscito rafforzato ma io eviterei eccessivi trionfalismi.<br />
I bloggers caro Intruso, non sono pro o contro qualcuno, esprimono delle opinioni, denunciano delle storture e scrivono nero su bianco il loro pensiero.<br />
A volte coincide con quello dell\'amministrazione.<br />
Per quanto mi riguarda approvo quasi in toto il Piano Cervellati, applaudo alla ristrutturazione del Centro Storico, giudico la raccolta differenziata una conquista anche se necessaria di miglioramenti e credo che il Nuovo Porto sia veramente una grande opera che a quanto mi dicono non finanziata dal Comune ma da Regione e Comunità europea.<br />
Di contro in questi anni ho visto Senigallia diventare ostaggio delle automobili, avremo una Complanare che secondo me peggiorerà fortemente la qualità della vita di TUTTA la città, non solo di quella a ridosso dell\'autostrada che verrà veramente affondata.<br />
Avremo un progetto Area Sacelit-La Fortezza-Portoghesi che è un vero e proprio obrobrio, destinato non ai Senigalliesi ma a ricchi e facoltosi proprietari di seconde case, intanto i senigalliesi emigrano.<br />
Inoltre verrà costruita una rotatoria davanti alla stazione che giudico un cancro per il Centro storico.<br />
Via Carducci è diventata un ghetto che i senigalliesi non hanno il coraggio di attraversare dopo le quattro di pomeriggio.<br />
Le frazioni si stanno disabitando e stanno perdendo la loro identità.<br />
Speriamo che la prossima giunta faccia qualcosa per non fare in modo che restino deserte.<br />
Detto questo la presente amministrazione, come tutte le amministrazioni del mondo ha fatto cose buone e cose meno buone.<br />
Di certo le cose meno buone pesano come macigni e sono irreversibili perchè fatte di cemento e asfalto.<br />
La speculazione edilizia e il consumo di territorio sono stati veramente marcati.<br />
E io non sono un avversario politico.<br />
Ho votato sempre e sottolineo sempre per l\'attuale amministrazione, anche se l\'ultima volta turandomi con forza il naso perchè schifito dalla situazione dei mercatini abusivi sulla spiaggia d\'estate per fronteggiare i quali l\'amministrazione comunale non ha mai fatto nulla....<br />
Questo è il mio pensiero e dato che ho uno spazio per esprimerlo lo rendo noto con un nick che per me è come un nome e cognome dal momento che se usassi il mio nome nessuno lo riconoscerebbe come questo nickname.<br />
Se il mio/nostro pensiero è vicino o lontano a quello del resto della popolazione senigalliese lo ignoro e non me ne curo più di tanto.<br />
E\' il mio nostro pensiero.<br />
Se poi c\'è gente che incensa quest\'amministrazione perchè gli è stata tempestivamente coperta la buca sulla strada di fronte a casa o aggiustato il lampione o risistemato il marciapiede...beh non ci posso fare niente.<br />
Si sa che il \"popolino\" è propenso a pensare soprattutto ai cazzi suoi e non vola alto come noi blogger intellettuali che abbiamo uno sguardo d\'insieme molto più ampio e siamo molto più lungimiranti......

Commento modificato il 24 novembre 2009

Con le \"politiche contro\" si perde fintanto che chi detiene il potere fa leva sugli interessi personali. Tra i cittadini - tutti i cittadini, anche quelli che vi votano, magari per paura di ritorsioni - è diffusissima l\'idea che: \"E\' tutto uno schifo e allora tanto vale portare a casa la buca rattoppata davanti casa: tanto, non cambia niente\". <br />
<br />
Questo modo di far politica è quello consueto della classe dirigente che tanto ti piace. Quella classe dirigente che attacca Berlusconi ma in casa sua fa peggio (mi riferisco allo spudorato conflitto di interessi della sindaca); quella classe dirigente anni Settanta, tutta presa a raccogliere voti promettendo favori e scrivere foglietti per gli extracomunitari col nome del candidato da votare; quella classe dirigente che non sa dare un futuro alle città, ma solo peretti e belle piazze da inaugurare. Quella classe dirigente che \"di sinistra\" - che spudoratemente strumentalizza - non ha più niente, salvo una etichetta consunta fatta leggere ai vecchietti presbiti delle antiche sezioni, nostalgici de l\'Unità consegnata nelle case la domenica.<br />
<br />
Una classe dirigente il cui candidato sindaco neppure si vergogna di ringraziare chi \"l\'ha fatto crescere\" per essere pronto a ricevere l\'eredità. Una classe dirigente che forse vincerà ancora per un po\', massacrando definitivamente le città (e le regioni) e il futuro dei più giovani cittadini. Pazienza. L\'importante è che qualcuno faccia sapere che un modo diverso di far politica è possibile, anche se pochi ci credono. Perché la tutela degli interessi degli amici degli amici magari porta voti, ma certamente non porta consenso e rispetto. <br />
<br />
P.S. A proposito, perché nell\'intervista a Mangialardi sul CorrAdr di domenica c\'è scritto che fa l\'insegnante nelle scuole superiori, e il nostro Bartozzini lo appella con il \"prof\"?<br />

sbarzeguti

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Bravo Quilly!<br />
Da non blogger assiduo lettore di blog posso testimoniare il fatto che ognuno è diverso dall\'altro anche per collocazione politica, sbaglia di grosso chi cerca di inscatolarli in un\'unica categoria o corrente.<br />
<br />
Se proprio vogliamo cercare un qualcosa che li accomuna più o meno tutti è proprio la libertà di pensiero e opinione: l\'interesse per le cose cittadine, la voglia d\'informarsi e confrontarsi fino alla capacità di cambiare opinione.<br />
<br />
Di Intruso m\'è piaciuta la distinzione tra prevedibile e scontato. <br />
Certo che il risultato era prevedibile, e allora?<br />
E\' più che prevedibile che Mancini e Gazzetti non abbiano alcuna possibilità di vittoria contro Mangialardi e Marcantoni. Sbagliano quindi a presentarsi? Certo che no.

Commento modificato il 24 novembre 2009

Mbuto... purtroppo l\'esito era scontato. Perché? Perché altrimenti le primarie non le avrebbero \"concesse\", anche a costo di fare le cabale più spudorate, come è accaduto in altri Comuni in cui - in quelli sì - l\'esito era incerto. La carica sarebbe stata forse realmente contendibile, e dunque l\'esito prevedibile ma non scontato, solo se avessero permesso ad altri del PD di candidarsi (la Amati avesse permesso). E, infatti, non è stato così.<br />
<br />
Poi, si sa, quando si combatte e si tocca con mano l\'entusiasmo suscitato, una speranziella c\'è sempre nella mente dei sostenitori dell\'agnello sacrificale. Ti capisco.

Quello che intendo dire è che ora sappiamo che all\'interno della coalizione le forze che sostengono Francesca Paci e le loro idee pesano, secondo il \"popolo delle primarie\", il 25%. E\' questo che non era scontato, poteva essere il 30% o il 35%, ma poteva essere anche il 20% o 15%.<br />
<br />
Si può discutere se è giusto o sbagliato stare in una coalizione col PD, ma all\'interno di questa scelta non vedo quale sarebbe stata l\'opzione migliore rispetto a quella di partecipare alle primarie nel modo in cui è stato fatto.<br />
<br />
Grazie per la comprensione, ma non vedo Francesca Paci nel ruolo di \"agnello sacrificale\" :-)<br />
Ciao

Commento modificato il 24 novembre 2009

Bene. Avete scelto di stare col vincitore designato (coalizione) per sapendo di perdere, oppure per eccesso di ingenuità. E\' questa la realtà. Ora vi troverete a contrattare il peso di quei mille voti nella distribuzione delle cariche. Se è questa la novità...<br />
<br />
Comunque, in bocca al lupo, Mbuto. A te e a Francesca! <br />
<br />
P.S. Non tutti i lupi sono consapevoli di essere considerati agnelli... :-)

se diventa sindaco Lui possono diventarlo tutti...ma ci rendiamo conto?? che pena!! sbaglio o non ha neppure una laurea...spero di sbagliare!!

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Le cariche sono un modo, certo non l\'unico, in cui si esplica la democrazia. Anche se a volte con disprezzo (di solito quando ci si siedono gli altri) vengono definite \"poltrone\" sono un modo, anche in questo caso non l\'unico, per concretizzare idee e progetti.<br />
<br />
Sul fatto che la coalizione di centro sinistra e quindi Mangialardi sia il vincitore designato finale non ne sarei così sicuro stavolta. Vedremo.<br />
<br />
Francesca è persona mite senza essere un agnello, decisa senza essere un lupo e intelligente senza essere una volpe, è una persona generosa e preparata che si è messa al servizio di un progetto che io spero possa andare avanti e dare frutti.<br />
<br />
Per quel che riguarda me personalmente, proprio perché ci tengo a mantenere la libertà di giudizio e di opinione di cui si parlava sopra, pur essendomi impegnato, entusiasmato persino, nel sostegno a Francesca e avendo, col voto alle primarie, sottoscritto il programma di coalizione, non ho certo firmato una cambiale in bianco, starò con occhi e orecchie ben aperti per vedere come evolvono le cose, non do nulla per scontato.<br />
<br />
In ogni caso grazie per gli auguri Mariangela, so che sono sinceri.

Off-topic

adessa t\'l dig in talian: VAI A LAVORAREEEEE!

Off-topic

sandros... che ne dici di una camomilla anziché il solito cicchetto?

Sandro sto commento te lo dovevi risparmaiare, perchè uno è libero di pensare e dire quello che vuole. Nonostante sei un amico non posso constatare che: o v\'eravate illusi o siete andati fuori di testa. Lascia stare gli altri candidati e vedi di lavorare per la tua causa perchè altrimenti alle prossime elezioni non raggiungerete neanche il 2%. Ciao e buon lavoro

@ sinix296: chi puo far politica solo chi ha una laurea? Io sono più preoccupato che in consiglio comunale non c\'è nessun operaio ma solo liberi professionisti e dipendenti dello stato.

fabio bucci

Scusa non voglio entrare nel merito di tutte le tue<br />
considerazioni, ma non capisco proprio il discorso<br />
sulle frazioni. \"Si stanno disabitando? Se mi porti dei dati in cui gli abitanti sono diminuiti<br />
ne prenderò atto, ma ad occhio sono tutte cresciute. Anzi secondo me, il piano particolareggiato non è mai andato spedito, proprio perchè tutti voleva terreni per costruire. <br />
Ci sono tante famiglie che cercano o meglio (cercavano) case o appartamenti nelle frazioni.<br />
Posso testimoniare (dato che abito in una frazione) che lo scorso anno alla Domenica vedevi<br />
gente in giro che ti chiedeva se c\'erano case o appartamenti da vendere.

Commento modificato il 24 novembre 2009

Bravo Luciano,io lo dico da una vita che il C.C.non rappresenta in toto il quotidiano vivere.

...hai perfettamente ragione!!<br />
il mio commento è per dire che Politica possono farla più o meno tutti ma un assessore all\'urbanistica e ai LL.PP., a mio parere, dovrebbe avere uno straccio di titolo di studio..figuriamoci un Sindaco!!..cmq chiudo quà il discorso per nn dovermi pentire di sparlare....saluti a tutti!!<br />

Vomita pure su tutti, fai quello che ti pare, da quando sei apparsa su vs non hai fatto altro che sputare sentenze, insinuare dubbi al limite della legalità, giudicare chiunque come un giudice medioevale, bollare di eresia chiunque.<br />
Senza mai proporre nulla, niente di niente, lo zero assoluto, solo critiche su critiche per chiunque e per qualsiasi forza politica del centrosinistra.<br />
Professoressa (di cosa lo potresti anche dire), dall\'alto del tuo pulpito, credi di poter permetterti (con una visione del tutto distorta della libertà di pensiero) di poter sparlare di chiunque e di qualunque argomento o opinione. Ricordi molto il presidente del consiglio e, come lui, sei solo la rappresentante dello stomaco del popolo, della società.<br />
Anzi, lo stomaco è un organo troppo nobile per te, l\'intestino mi sembra più appropriato.<br />
Mi dai proprio sui nervi, meglio non calcolarti più.<br />
Sandro Sebastianelli

Scusa Sandro ma questi tuoi commenti sono davvero imbarazzanti. Datt\' n\'arcolta! (visto che ti piace il dialetto)<br />
<br />
Mariangela Paradisi è una persona preparata e competente, molto più vicina alle nostre posizioni di quanto sembri dai suoi commenti (confesso che dire \"nostre posizioni\" alla luce di quello che scrivi mi costa parecchia fatica. E\' rompiballe e criticona, e allora? Ce ne fossero di rompiballe e criticoni così. Ma dai! Come si fa a dire certe cose.<br />
<br />
Solo per la cronaca, perché se era sarta o parrucchiera era lo stesso, conta la predica non il pulpito, la nostra prof. insegna economia all\'università politecnica delle marche, cosa di preciso non mi ricordo, ma se sei interessato puoi andare a controllare per conto tuo.<br />
<br />




logoEV