Lega Nord: Paolini, Marcantoni non mette d\'accordo il Pdl

luca paolini 1' di lettura 24/11/2009 - Se il Pd e il centro sinistra si godono il successo delle primarie, il Pdl accusa l\'affondo della Lega Nord che mette in discussione la candidatura a sindaco di Fabrizio Marcantoni, già scelto dal Coordinamento Civico e dallo stesso Pdl.

Il parlamentare leghista Luca Paolini non è convinto del carisma dell\'ex sindaco e minaccia di correre da solo con una lista da lui stesso guidata.


“Ho sentito voci discordanti all\'interno del Pdl sulla candidatura di Marcantoni -afferma Paolini- dietro a Marcantoni non c\'è un vero accordo, non è chiaro chi sono le persone che lo sostengono né il programma elettorale. Tanto più che se si arrivasse a cinque candidati a sindaco a quel punto la Lega correrebbe da sola per capitalizzare al massimo i consensi”.


“Paolini deve giustificare le sue dichiarazioni -replica il coordinatore del Pdl Gabriele Girolimetti- con la Lega il Pdl cerca l\'alleanza non lo scontro. In quanto a Marcantoni, non ci sono né dissensi né malumori. È il candidato che il Pdl già da mesi ha scelto di sostenere”.






Questo è un articolo pubblicato il 24-11-2009 alle 23:58 sul giornale del 25 novembre 2009 - 6166 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, elezioni, politica, fabrizio marcantoni


Prego si accomodi, la porta è quella.<br />
Ma come, con il 5% scarso di consensi ci si mette pure a fare dei meri tatticismi per raccattare voti?<br />
Ma fate le cose per bene, mettetevi da soli e prospettate un programma leghista fino al midollo: finalmente si vedrà quanti elettori davvero leghisti ci sono in città.<br />
<br />
Una cosa è interessante: il riferimento a \"qualcuno\" dietro al candidato Marcantoni.<br />
Non era molto difficoltoso verificare come nessuno dei candidati del PdL, pur essendocene di validi, sembrasse avere la capacità di poter raccogliere attorno alla propria figura tutto il consenso.<br />
Sono anni che il PdL (anche quando erano FI e AN) sembra un gruppo politico \"acefalo\" (nel senso tecnico del termine), e la candidatura unitaria a Marcantoni, elemento \"esterno\" ma vicino, da forte la sensazione di mascherare tutta la debolezza e divisione interna al PdL.

Sarebbe interessante sapere chi vorrebbe proporre la lega come candidato al posto di Marcantoni

Commento modificato il 25 novembre 2009

Paolini,a lei interessa raggranellare piu\'voti possibile .Ad un progetto unitario di centro destra,non ci ha mai lavorato.

Quando la Lega aveva ottenuto il 5,26 x cento dei consensi,non era ancora mai scesa politicamente in territorio comunale.I consensi che un partito ottiene alle europeee e quelli che oterrebbe alle elezioni comunali con un proprio candidato sindaco,sono 2 cose completamente diverse.La Lega si vuole seriamente contare a Senigallia,ora;mi fa piacere che essa consideri questo Comune una realtà im portante a tal punto da ventilare seriamente l\'ipotesi di candidare a Sindaco un onorevole e soprattuttto il coordinatore della Lega per le Marcche e ,mi sembra ,in generale per il centro nord Italia.Io non ci sputo propio sopra questo comunicato.Sinceramente non mi dispiacerebbe Senigallia con un sindaco leghista;si risolverebbero seriamente tanti problemi e ,soprattuto,l\'onorevole Paolini ora mi è parso una persona seria e fattiva,che risolverebbe,per esempio,il problema viabilità,parcheggi,quello del teppismo giovanile...una bella aria fresca.<br />

Ho letto un\'intervista su lògos all\'onorevole Paolini e mi è molto piaciuta.

La lega si è sempre definita forza di centro,di popolo,di esigenze del popolo.Ovviamente sulle politiche che riguardano gli 2\"extracomunitari\"e i \"clandestini\"£,che orribili parole,io vedo le cose molto diversamente,ma quelle sono politiche nazionali ed europee,non amministrative.

Bravo Paolini, gli umori di gran parte della società civile di centro destra di Senigallia sono proprio quelli che il parlamentare leghista ha \"sentito\". Secondo me farebbe bene la Lega a correre da sola e a non apparentarsi troppo con un partito che a Senigallia ha canditato a potenziale sindaco una persona che ha già perso parecchie volte, che ha preso una posizione anacronistica sulla complanare e che sembra interessarsi solo al destino di Palazzo Gherardi di cui a molti frega assai poco. Se la Lega Nord presentasse un proprio candidato sono convinto che quel 5% potrebbe tranquillamente raddoppiare

Attenzione stanno scendendo i barbari ( nel senso di Celti) a conquistare la città.<br />
La stanno cingendo d\'assedio aspettando che qualcuno gli apra le porte offrendogli un posto a tavola.<br />
Spero che da noi, che dai barbari (nel senso di Galli Senoni)siamo stati fondati, troveranno pane per i loro denti.<br />
In fin dei conti fondati dai galli e poi prima colonia Romana ( quelli della culla delle civiltà)sull\'Adriatico non ci faremo mica \"cojona\'\".<br />

loredana

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Io penso che per il bene della città si debba discutere,sedersi attorno ad un tavolo e cercare di capire quale amministrazione futura proporre ai cittadini di Senigallia; un\'amministrazione nuova, avulsa dalle logiche speculative e di potere che ancora oggi governano la nostra città; un nuovo modo di amministrare nell\'interesse dei cittadini (tutti quanti).<br />
A questa operazione devono partecipare tutti coloro che hanno veramente a cuore Senigallia, non coloro che si limitano a far sentire la loro voce, che cercano di \"capitalizzare al massimo i consensi\".<br />
Il consenso fine a se stesso è inutile se non lo si può mettere al servizio della città, così come inutili sono le manifestazioni di protagonismo.<br />
Chi si comporta in questo modo dimostra solo di fregarsene della città e dei cittadini; scontrarsi senza nemmeno essersi incontrati mi sembra fortemente provocatorio.<br />

Finalmente!!! Era ora...dovevano passare duemila e rotti anni prima che un vero Celtico, sulle orme di Brenno, venisse a risollevare l\'orgoglio di questa città? Ma ora il vento è cambiato!! Forza Lega! A casa questi rammolliti...Asterix, Obelix... Ce ne sono quanti ne vogliamo da candidare a Sindaci della gloriasa Sena Gallica (anzi, raccogliamo le firma per ripristinare questo vecchio nome padano!!), che ce ne facciamo di quel veterocomunista di Marcantoni?

La verità è che Paolini dice quello che da tempo a Senigallia moltissimi sanno : Marcantoni è stato imposto da pochi intimi (altro che \"primarie-farsa !) e non ha possibilità di vincere.<br />
I \"dissensi ed i malumori\" sono stati defenestrati preventivamente, riducendo il PdL locale ad un circoletto del tresette.<br />
Non si hanno idee, nè progetti, nè programma, nè organizzazione, nè tantomeno uomini in grado di avanzarne.<br />
La Lega può rappresentare idee non condivisibili, ma è un partito vero e si comporta come dovrebbero fare tutti i veri partiti.<br />
Ascolta le persone, valuta i fatti e le possibilità concrete prima di decidere il da farsi.<br />
<br />

Peccato che le amministrazioni comunali rinforzano il consenso a livello Nazionale. La presenza di un partito a livello locale è fondamentale per fare poi la \"Politica di Roma\". Aiutano la propaganda, creano un consenso diffuso e poi lo portano dove vogliono.<br />
Non possiamo slegare le due cose, ne le due politiche.<br />
Altrimenti non avrebbe senso il \"partito\". Sarebbe sufficiente una lista civica alimentata da buoni intenti. Questo discorso, per me, vale tanto per la Lega quanto per il PD e il PDL. Nessuno è escluso.<br />

http://www.facebook.com/#/note.php?note_id=202745335968<br />
<br />
Mi autopromuovo scusate.....non lo faccio mai ma è attinente al commento di Mauri e alla Lega...

http://www.facebook.com/#/note.php?note_id=202745335968<br />
<br />
Mi riautopromuovo anche con Renato....

Se Paolini diventa imperatore il posto da poeta di corte è assicurato Quilly, hai presente Augusto e Virgilio?

Paolini, a Senigallia sono arrivato prima di te. Che faccio, mi candido anch\'io?<br />
Obelix

Ringrazio zia caterina,perché ha sia chiarito meglio che integrato quello che volevo esprimere io.

Mai giudicato Paolini: io non giudico nessuno per principio.<br />
Valuterò Paolini solo quando avrà fatto qualcosa.

Albè

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Albè

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Essere Il Virgilio di Augusto è un conto, caro Leo, essere il Virgilio di uno ........ però....non è proprio la mia massima aspirazione...

Le manifestazioni di protagonismo stanno dentro al centro destra.Inequivocabilmente.Ognuno pensa a sé.A tal punto da sostenere candidati diversi da quello sostenuto dal centro destra ufficiale(Gazzetti).La Lega non è il centro destra,è un\'alleata del centro destra.Lo hanno ribadito loro varie volte.

Caro Daniele,l\'ultimo Governo Prodi è caduto per molto meno del 5 x cento percentulae,prima cosa e ,seconda cosa,è caduto per 4 senatori venduti.

Scusa Tommaso ma il centro destra ufficiale è dato dal Pdl, alleato con le liste civiche i quali sostengono Marcantoni; l\'hanno detto prima di tutti gli altri; Gazzetti è sostenuto dall\'Udc, che ora si definisce centro e basta; non facciamo confusione.<br />
Per quanto riguarda la Lega hai ragione: non è dentro il centro destra ma può pensare ad un\'alleanza col centro destra se ha a cuore Senigallia; presentarsi da soli non serve se non a mettere una bandierina per dire \"ci siamo\".<br />
Comunque ho sentito dire che in realtà le cose non stanno come scritte nell\'articolo: si è teso ancora una volta a scrivere un pezzo giornalistico un po\' distorto perchè si vuole dare una mano al centro sinistra che evidentemente la giornalista in questione preferisce.<br />
Non è nemmeno la prima volta.<br />

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Commento sconsigliato, leggilo comunque