La jesina Alessia Polita al Trofeo di Natale a Vallelunga

alessia polita 5' di lettura 30/11/2009 - Una splendida cornice di pubblico ha salutato oggi a Vallelunga il 2009 del Gentlemen’s Motor Club di Roma. Sul \"Piero Taruffi\" si sono dati battaglia gli oltre 150 piloti protagonisti del Trofeo di Natale, palcoscenico delle ultime e decisive gare del Trofeo del Centauro e del Trofeo Nazionale Maxiscooter-Polini.

Cinque i titoli assegnati al termine di una giornata spettacolare, che ha visto i «cittadini» Maxiscooter (Yamaha T-Max, Suzuki Burgman e Gilera GP800) aprire il programma di gare e le veloci 600 Open fare da emozionante chiusura della stagione motociclistica romana.un titolo a Roma, uno A Milano – Spettacolare l’ultima gara del Trofeo Nazionale Maxiscooter-Polini, che ha visto trionfare il romano Marvin Mendogho (Yamaha T-Max) al termine di un acceso duello con Gianluca Rapicavoli. Il primo ha avuto la meglio per soli due decimi di secondo dopo una gara ricca di sorpassi e staccate al limite.


\"Nella tappa precedente corsa qui a Vallelunga ero scivolato e quindi oggi ci tenevo a fare bella figura – dice Mendogho a fine gara – con Rapicavoli è stata battaglia vera e vincere sul tracciato di casa è stato davvero emozionante\". Al lombardo Rapicavoli è rimasta però la soddisfazione di aver conquistato il titolo Supersport mentre la corona della Superstock è andata al romano Massimiliano Caminiti (Yamaha T-Max), nono assoluto e secondo di categoria dietro al concittadino Lucio Gatti.Gara a Tatasciore, Trofeo a Drago – Fantastica la gara di Manuel Tatasciore (Aprilia) nella 125 Sport Centauro. Il pilota abruzzese ha salutato la compagnia subito dopo il via, prendendo quei due secondi di distacco utili per passare a braccia alzate sotto la bandiera a scacchi. Alle sue spalle, nella battaglia a quattro per gli ultimi due gradini del podio hanno avuto la meglio De Nigro e Pizzo (entrambi su Aprilia). Completano la top five Vignone e Santonicola.


\"Ho corso una bella gara e non era facile vincere perché avevo molti avversari in grado di lottare per la vittoria – dice Tatasciore, alfiere RGCM Junior Team – sono partito forte e negli ultimi giri ho controllato la situazione. Sono molto soddisfatto\". Grazie al decimo posto centrato in gara, il titolo della 125 Sport è andato a Federico Drago, su Aprilia.Vince Lorenzetti, la jesina Alessia Polita Campionessa– Una wild-card proveniente dal campionato italiano, Tommaso Lorenzetti (Yamaha), si aggiudica invece l’ultima gara stagionale della Stock 600 Centauro. Il pilota umbro ha vinto per distacco la quinta tappa del Centauro, davanti a Roberto Farinelli (Yamaha) e Riccardo Russo (Yamaha).


\"Questa vittoria è stata la ciliegina sulla torta di una stagione positiva – rivela lo stesso Lorenzetti, portacolori del Real Racing Team – qui a Vallelunga nell’ italiano non avevamo fatto bene e così ci tenevo a chiudere bene il 2009. L’anno prossimo? Correrò ancora la Stock 600 nel CIV\". A vincere il titolo di questa classe è stata la jesina Alessia Polita (Yamaha), che nella volata per il quinto posto ha battuto Paola Cazzola, sesta in gara e seconda in campionato. Da segnalare il quindicesimo posto di Luca Fabrizio (fratello di Michel), all’esordio nella 600.Sorridono Alfonsi E Rufoloni - Era arrivato a Vallelunga con l’obiettivo di lavorare sulla sua Honda in vista de 2010 e la gara di oggi ha confermato che si trova sulla strada giusta, soprattutto perché ha battuto alcuni dei suoi possibili avversari della prossima stagione tricolore.


Il toscano Lorenzo Alfonsi ha vinto la Open Centauro, regolando sul traguardo Luca Pini (sulla Bimota-Bursi) e la Ducati 1098 di Alessandro Polita. \"C’è ancora tanto lavoro da fare sulla moto e questa vittoria fa morale in vista delle prossime uscite – commenta l’alfiere del Team Gomme&Service – a tre giri dalla fine ho dato il massimo e ho preso quei metri di vantaggio su Polita che mi hanno permesso di vincere la gara\". Quarto ha chiuso Lacalendola, davanti a Zerbo e Giugliano mentre grazie al settimo posto di tappa e al ritiro del suo più diretto rivale (Buccheri) Valerio Rufoloni (Suzuki) ha fatto suo il titolo 2009 della Open Centauro.


Dopo quattro gare \"asciutte\", la pioggia ha deciso di cadere a Vallelunga proprio qualche secondo prima del via dell’ultima sfida, quella riservata alle 600 Open Centauro. In seguito ad una doppia partenza, a prendere il largo dopo pochi giri è stato il romagnolo Roberto Tamburini (Yamaha), che su pista bagnata ha fatto la differenza. \"Dopo una partenza sono riuscito a gestire fino alla fine il vantaggio accumulato a metà gara – dice Tamburini, tra i protagonisti del CIV – ringrazio la Andreani Group e il mio team per avermi messo a disposizione una moto perfetta\". Sotto la bandiera a scacchi oltre 20 secondi lo separano dal secondo classificato e vincitore del trofeo 2009, il laziale Massimiliano Iannone (Yamaha), mentre al terzo posto ha chiuso Alex Battistini in sella alla terza R6 sul podio. Sesta posizione per Federico Biaggi.


EMOZIONE IN PISTA – Alessandro Pischedda ha voluto partecipare al Trofeo di Natale ricordando anche l’amico Mauro Pallanza, scomparso lunedì 23 novembre: sulla carena della Yamaha R6 del Team Superbike era ben visibile la scritta \"Ciao Mauro\", dedicata al 19enne pilota romano. Ai genitori e ai parenti di Mauro le condoglianze di tutto il Gentlemen’s Motor Club.








Questo è un articolo pubblicato il 30-11-2009 alle 18:21 sul giornale del 01 dicembre 2009 - 1882 letture

In questo articolo si parla di sport, moto, Sergio Conti, vallelunga





logoEV