No alla chiusura della cucina dell’ospedale

ospedale 01/12/2009 - \"No all’ipotesi di chiusura della cucina dell’ospedale, no all’ipotesi di acquistare pasti dall’esterno per i degenti. E contro queste eventualità, di cui non si comprende minimamente la “ratio” e che tra l’altro non trova riscontro nel territorio nazionale, sarà subito chiesto un incontro istituzionale con il direttore generale della zona territoriale 5 dell’Asur e con l’assessore regionale alla sanità\".

È questo l’esito dell’incontro di ieri mattina tra il sindaco Fabiano Belcecchi e le rappresentanze sindacali unitarie della sanità che, insieme alle organizzazioni sindacali avevano chiesto un intervento del primo cittadino al riguardo di una vicenda tutt’altro che marginale. Ù Il sindaco Belcecchi, dopo aver ascoltato i rappresentanti sindacali che hanno illustrato nel dettaglio la situazione, ha espresso netta contrarietà e forte preoccupazione per questo progetto che l’Asur intenderebbe portare avanti proprio a Jesi.



“Una scelta assolutamente non condivisibile - ha soggiunto il primo cittadino - sia per gli aspetti legati alla qualità del servizio in sé, sia per le ricadute sui lavoratori della ditta che ha in appalto il servizio”. Sono 33 le unità lavorative che potrebbero essere messe fuori gioco da questa decisione. “Una ipotesi - ha continuato Belcecchi - di cui francamente non si capisce la motivazione e che, stando a quanto verificato dalle stesse organizzazioni sindacali, non ha precedenti, se non in alcuni Paesi del Nord Europa”.



Di qui la decisione di Belcecchi di prendere in mano la questione e chiedere chiarimenti sia al direttore generale della zona territoriale 5 dell’Asur, Ciro Mingione, sia direttamente all’assessore regionale alla sanità Almerino Mezzolani, con l’obiettivo di capire le reali intenzioni della sanità regionale ed esprimere, in quella stessa sede, le forti preoccupazioni di un territorio che, di fronte alla prospettiva più volte annunciata dell’attivazione a Jesi di un “ospedale modello” si attende ovviamente ben altra risposta a livello di servizi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2009 alle 15:19 sul giornale del 02 dicembre 2009 - 1253 letture

In questo articolo si parla di attualità, ospedale, jesi, Comune di Jesi