\'Processo a Mussolini\': il Centro studi Calamandrei porta la storia a teatro

conferenza stampa \"Processo a Mussolini\" e convegno 01/12/2009 - Lunedì 7 dicembre al Teatro studio Valeria Moriconi di Jesi andrà in scena “Processo a Mussolini”, di Michael Foot prodotto dal Centro studi Piero Calamandrei e da Teatroluce. Uno spettacolo in prima nazionale anticipato da un convegno a Palazzo della Signoria alle ore 17,15.

Se ne è parlato ieri nel corso di una conferenza stampa alla presenza del presidente del Centro Studi Piero Calamandrei di Jesi Gian Franco Berti e dell’assessore alla cultura del Comune Valentina Conti.


Lo spettacolo “Processo a Mussolini\" – spiega Berti – ha anche conquistato le colonne del “The Times” portando il lavoro di Teatroluce, il nome del Centro studi e Jesi alla ribalta internazionale. Sarà anticipato da una doppio incontro con la storia, alle 17,15 alla sala maggiore di Palazzo della Signoria: interverranno Angelo D’Orsi e la ricercatrice Silvia Bertolotti in una conferenza i cui toni saranno stemperati dall’intervento musicale degli Onafifetti in apertura e in chiusura”.


Grazie al Calamandrei a Jesi torna Angelo D’Orsi, professore di storia del pensiero politico e animatore del Festival di Storia di Torino - spiega l’assessore alla cultura Valentina Conti - un ospite ormai fisso della vota culturale della nostra città. D’Orsi presenterà il suo ultimo libro “1989. Del come la storia è cambiata, ma in peggio”, in cui ripercorre con rigore e acutezza tutti gli aspetti molteplici della disfatta del nostro Paese”. Il libro di Angelo D’Orsi (in vendita a 17 euro) sarà distribuito durante il convegno a 10 euro grazie al Centro studi Calamandrei che si farò carico della differenza. Inoltre, nell’occasione sarà presentato il nuovo quaderno del Calamandrei dal titolo: “La Grande Guerra di Piero Calamandrei”.


La ricercatrice dell’Università di Trento Silvia Bertolotti ricostruisce l’esperienza del grande giurista, intellettuale e uomo politico fiorentino nella prima Guerra mondiale – conclude Berti – alla quale partecipò come ufficiale volontario nel 218° reggimento di fanteria, combattendo sul fronte vicentino sul monte Novegno. Il rigore della ricerca storica è stemperato dalla grande narratività di questa brava studiosa”.


I biglietti dello spettacolo sono ancora disponibili al numero 0731 206888 o www.comune.jesi.an.it






Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2009 alle 18:36 sul giornale del 02 dicembre 2009 - 4858 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, Talita Frezzi





logoEV