Centrale Turbogas a Corinaldo: il PD chiede le dimissioni del Sindaco

Partito Democratico 2' di lettura 12/12/2009 - \"Non poteva non sapere, e infatti sapeva! Lo dichiara Natalino Remartini, responsabile della Società Edison\".

“Sono mesi, quasi un anno, che lo facciamo (che parliamo) con la Regione Marche, la Provincia e anche con il Comune”. Dunque il progetto di costruire una centrale termoelettrica a ciclo combinato nel territorio di Corinaldo era stato oggetto di discussione con il Comune di Corinaldo. E siamo certi che gli incontri non siano avvenuti con gli impiegati dell’Ente, ma che la trattative siano avvenute a alti livelli. E’ ancora più scandaloso l’atteggiamento e le parole che venerdì sera abbiamo ascoltato in consiglio comunale.



Le filippiche sull’ambiente da preservare, sul territorio inteso come ricchezza da tutelare ad ogni costo del Vice Sindaco Cesare Morganti, la difesa delle previsioni del PRG dell’Assessore all’Urbanistica Serena Morbidelli, l’inconciliabilità tra l’impianto che si vorrebbe realizzare e i riconoscimenti nazionali e internazionali sul turismo dell’Assessore De Iasi e le assicurazione di netta opposizione e contrarietà del Sindaco Livio Scattolini. Ci chiediamo con quale faccia quest’ultimo lunedì 14 dicembre parteciperà alla conferenza dei servizi convocata presso il Ministero dello Sviluppo Economico.



Sarà il Sindaco che trattava o il Sindaco che si oppone: Dr. Jekyll e Mr. Hyde. Questi dubbi sulla linearità e onestà dei comportamenti tenuti dall’Amministrazione (solo il Sindaco? anche gli Assessori? Solo qualcuno di questi?) abbiamo avuto modo di manifestarli apertamente in occasione del dibattito consiliare di venerdì 11 dicembre, prima ancora che fossero rese pubbliche le dichiarazione dell’Edison, ma eravamo certi che non potesse non sapere. Ora dal Sindaco e dagli Assessori che erano a conoscenza del proposito di Edison ci aspettiamo un gesto di dignità, l’unico in grado di far recuperare la fiducia dei corinaldesi: le dimissioni!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2009 alle 16:29 sul giornale del 14 dicembre 2009 - 4379 letture

In questo articolo si parla di politica, corinaldo, partito democratico


Se il criterio e far dimettere gli amministratori a vari livelli che sapevano da quasi un anno e non hanno fatto nulla, la stessa porta forse dovrebbe essere aperta anche per Spacca e Casagrande. Forse....<br />
(non sono competente in materia, ma presumo per per opere così grandi un piccolo Comune non possa decidere autonomamente senza il consenso degli enti superiori)

Il problema Lucas è che, se amministri un paese di soli 5000 abitanti, e non comunichi con essi, nemmeno quando in quel comune vogliono cosruire un mostro da 870 MW... <br />
Non conta se il comune non può decidere, conta che il sindaco doveva parlarne con noi. E lui non lo ha fatto.<br />
Perchè?<br />
O ce lo spiega chiaramente, oppure a casa.

Ma perchè sto Turbogas fa così male?

i vertici della ZIPA, che poi alla fine riconducono sempre alla Provincia (DS) e ai comuni consorziati con in testa come Jesi e Ancona (DS pure loro) non hanno nessuna responsabiltà?<br />
eppoi, come dice melgaco, ma perché sto turbogas fa così male?<br />
e non c\'è una turbogas anche a Monsano? lì non fa male?

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

sì, 1 bel po\', una sciagura a livello provinciale (vedi aprilia, san severino, benevento ecc)

si che fa male, anche se quelli della edison ovviamente dicono di no!! verrebbero immessi co2 e Nox nell\'atmosfera, senza poi parlare delle polveri sottili!! Loro dicono che la centrale avrà un impatto ambietale praticamente nullo, poichè nella regione marche il problema dell\'inquinamento non deriva certo dal comparto termoelettrico che incide solo per il 3,1% bensì dal traffico che produce oltre il 47% di co2, ma questi dati a mio avvio vanno letti in diverso modo. L\'impatto sarà praticamente nullo rispetto al 47% di inquinamento già prodotto dal traffico, ma è diverso dal dire che sarà praticamente nullo sull\'ambiente, perchè sull\'ambiente già gravano le altre forme di inquinamento. <br />
<br />
Ti sei chiesto perchè in un raggio di diversi chilometri (addirittura si parla di 20 km) non sarà più possibile effettuare coltivazioni biologiche??<br />
Quali conseguenze subira l\'agricoltura?? e l\'edilizia?? contineranno a costruire case nelle zone intorno alla centrale??<br />
e la salute?? <br />
Ben detto, sarà una sciagura a livello provinciale!!

Off-topic

www.valcesanosostenibile.org

Inquinamento da Polveri Sottili: infarti e arteriosclerosi precoce le conseguenze<br />
<br />
E’ emerso al secondo simposio internazionale Accent sull’inquinamento atmosferico organizzato dal CNR e dal network europeo Accent ( Atmospheric composition change: the european network of excellence ) in corso ad Urbino; l’inquinamento da polveri sottili è causa di infarto ed arteriosclerosi.<br />
<br />
Allarmanti i dati riportati dal congresso, ogni aumento di 10 μg/m3 di PM 2.5 (polveri di diametro inferiore a 2.5 micron), comporta un aumento pari al 24% di insorgenza di malattie cardiovascolari, senza considerare il concomitante aumento di quelle patologie, della stessa natura, che conducono a morte nel 76% dei casi.<br />
<br />
Lo studio a seguito dei risultati ottenuti in USA, che sono stati pubblicati sul New England Journal of Medicine, su esperimenti effettuati su ratti che, esposti all’aria inquinata di New York, hanno sviluppato arteriosclerosi precoci e tumori al polmone, aumentati del 6% rispetto a situazioni di normalità ambientale, cui si aggiunge un 14% di affezioni, serie, di natura respiratoria e un 9% di origine cardiovascolare.<br />
<br />
Nelle linee generali, si è stabilito che l’obiettivo da raggiungere nel prossimi anni è quello di abbattere la soglia di inquinamento da polveri sottili delle metropoli che, attualmente, si sono stabilizzate intorno ai 40-45 μg/m3 per il PM 2.5 e 225-230 per il PM 10â e, soprattutto a osteggiare la proposta del Parlamento europeo volta a tollerare valori di particelle sospese in misura troppo elevate rispetto alla tollerabilità dell’ecosistema.<br />

Per melgaco e freewilly, leggete, informatevi e poi riparliamone.<br />
<br />
http://www.facebook.com/topic.php?uid=218449020750&topic=15458#/board.php?uid=218449020750

lì non si fanno che ripetere i ragionamenti fatti qui e in tutte le sedi preposte a dire no<br />
per quanto riguarda le polveri sottili, non viene spiegato il nesso fra l\'inquinamento della città di new york e la turbogas di corinaldo<br />
di articoli come quello se ne possono trovare a migliaia, anche perché che lo smog faccia male, non è che lo scopre un convegno a urbino

Ma ce sei o ce fai? Le polveri sottili fanno male? Una centrale turbogas da 870 MW ne produce tonnellate in un anno, oltre a tonnellate di CO2 e altri veleni che sicurmente non fanno bene.<br />
Ma davvero è così difficile capirlo? Bo, eppure con i mezzi di oggi l\'informazione non manca di certo, e non bisogna essere scenziati per capire che se respiri sostanze tossiche prima ti ammali e poi muori.

è lecito chiedere quante tonnellate di polveri sottili e di CO2 produce la centrale e che incidenza ha questo tonnellaggio sulla salubrità di una vasta zona un cui essa è collocata?<br />
è lecito chiedere di essere precisi e di dimostrare il nesso fra l\'inquinamento di una megalopoli e una centrale costruita con tutti gli accorgimenti volti a limitarne l\'inquinamento?<br />
<br />
se è lecito, basta rispondere senza agitarsi<br />
<br />
se non è lecito, vabbè, hai ragione \"a prescindere\"<br />




logoEV