Sadam, Ambiente, Lavoro e Sanità: Spacca, intervento a 360°

gian mario spacca 3' di lettura 13/12/2009 - “Giovanni Falcone sosteneva che la crisi del rapporto di fiducia tra cittadini e politica può essere superata innovando la politica stessa tramite la riduzione della distanza tra il dire e il fare”.

Così il presidente della Regione Gian Mario Spacca, questa mattina a Palazzo della Signoria a Jesi, ha aperto il suo intervento all’incontro con i cittadini nell’ambito della Campagna di ascolto e rendicontazione sui cinque anni di legislatura. La “concretezza”, quindi, alla base dell’attività del governo regionale nei cinque anni, una concretezza che, ha sottolineato Spacca in una sala gremita di cittadini, ha fatto sì che dalle parole si sia passati ai fatti. Tra i presenti, il sindaco di Jesi Fabiano Belcecchi che ha aperto l’incontro, l’assessore comunale alla Cultura Valentina Conti, gli assessori regionali Stefania Benatti, Fabio Badiali e Lidio Rocchi, il segretario regionale del Pd Palmiro Ucchielli e il provinciale Emanuele Lodolini, il presidente di Interporto Marche Roberto Pesaresi.

La concretezza dei fatti, dunque, ha segnato la legislatura che sta per concludersi. A partire al lavoro. “La protezione dei lavoratori e delle loro famiglie – ha detto Spacca – si è esplicitata in misure quali la sospensione dei mutui, l’anticipo della cassa integrazione ordinaria e straordinaria. Anche in una fase così difficile per l’economia, siamo riusciti a preservare la coesione sociale, ma è necessario affiancare a questo uno stimolo alla creazione di nuove iniziative imprenditoriali. In questo senso vanno le misure a favore della liquidità delle imprese, grazie al Fondo di garanzia. Nel 2010 saremo ancora impegnati nella difesa del lavoro e nel rilancio dell’economia, grazie alle misure contenute nella manovra di bilancio in discussione a partire da questa settimana”.

Particolare attenzione è stata dedicata da Spacca alla questione Sadam. “Stiamo affrontando la vicenda – ha detto – in una logica di equilibrio e concretezza, cercando ci conciliare la salvaguardia dell’occupazione alla tutela della salute e dell’ambiente. Del resto la qualità della vita cittadini è stata, è e sarà al centro della programmazione regionale. Abbiamo chiesto alla proprietà della Sadam un progetto industriale chiaro in cui ci sia la certezza della tutela integrale della salute, della sicurezza dell’impianto e siano presenti opere di compensazione a favore del territorio”.

Dal lavoro alla sanità, per la quale Spacca ha ricordato l’azzeramento del deficit. “Registriamo – ha spiegato – un forte incremento della spesa per gli investimenti per Jesi e il suo territorio, sia per la realizzazione del nuovo Ospedale, sia per la riorganizzazione del ‘Vecchio Murri’”. Le infrastrutture, infine. “Erano decenni – ha detto il presidente – che non si costruiva un chilometro di strade in questa regione. Oggi, invece, abbiamo 4,8 miliardi di euro di cantieri aperti”.

Pieno sostegno alla ricandidatura di Spacca alla presidenza della Regione è arrivata dal sindaco Belcecchi (e ribadita dal segretario del Pd Ucchielli), che ha riconosciuto l’impegno della Regione per Jesi e il suo territorio. “Va riconosciuto, e lo dico come amministratore, non come esponente politico – ha detto Belcecchi – il senso di vicinanza e di collaborazione stretta in questi cinque anni tra la Regione e il Comune in tanti settori. Sul fronte del governo del territorio, ad esempio, con gli impegni per le infrastrutture e per la messa in rete di porto, aeroporto e interporto.


Sul fronte del welfare, della coesione sociale e della salute, con le garanzie sul completamento dell’Ospedale modello ‘Urbani’. L’impegno nelle misure anticrisi, poi, è riconosciuto dallo stesso centrodestra: la Regione non solo ha affrontato l’emergenza, ma ha anche posto le basi per una prospettiva di ripresa. Infine i progetti per la cultura. A Spacca va il mio completo appoggio per la ricandidatura”.



...

sintesi interventi per jesi...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-12-2009 alle 15:57 sul giornale del 14 dicembre 2009 - 2398 letture

In questo articolo si parla di sanità, ambiente, lavoro, politica, jesi, gian mario spacca, sadam, Comune di Jesi, infrastrutture