Cresce il consumo della carne biologica in città

carne 1' di lettura 14/12/2009 - Cresce il consumo della carne biologica in città. La conferma viene da “Arcafelice”, la società a totale partecipazione del Comune di Jesi che sulle produzioni bio ha costruito la sua filosofia aziendale.

Dalle coltivazioni agli allevamenti di razza bovina marchigiana e di suini, la produzione di carne biologica ha garantito al Comune di Jesi un approvvigionamento di assoluta qualità per le mense scolastiche. E la scommessa di “Arcafelice”, di proporre le carni biologiche a quanti più privati cittadini possibili tramite il punto vendita di viale della Vittoria si è rivelata vincente. “L\'ampliamento del laboratorio di sezionamento carni - spiega l\'amministratore di Arcafelice, Graziano Vittori - ci consente di dare migliori e più puntuali risposte, in particolare a quei gruppi di acquisto solidale che si stanno rivolgendo, sempre in numero crescente, a noi per la nuova formula dei pacchi famiglia che permettono ulteriori, interessanti, risparmi”.

Proprio per questo, nella logica di azienda pubblica votata alla valorizzazione delle produzioni biologiche e di qualità, da filiera corta e dunque del territorio della Vallesina, in occasione delle festività natalizie Arcafelice consegnerà, presso il punto vendita, una “Carta Fedeltà” che darà diritto ad uno sconto incondizionato del 5 % sugli acquisti delle carni bovine e suine al banco. Per i pacchi famiglia superiori ai 10 chili verrà applicato uno sconto del 7%.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-12-2009 alle 15:54 sul giornale del 15 dicembre 2009 - 1123 letture

In questo articolo si parla di jesi, Comune di Jesi