Arcevia: altra scossa di terremoto nella notte

17/12/2009 - Un\'altra scossa di terremoto, dopo quella di sabato sera, è stata registrata poco prima dell\'alba di giovedì 17 dicembre. L\'epicentro è stato ad Arcevia, e precisamente nella frazione di Piticchio.

Secondo i dati registrati dall\'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il terremoto, di magnitudo 3.3 è avvenuto alle ore 04:43 del 17 dicembre ad una profondità di 37,1 km.


La scossa, avvertita anche in molti comuni limitrofi tra cui Barbara, Castelleone di Suasa, Mergo, Montecarotto e Serra de\' Conti, al momento sembra non aver provocato danni.








Questo è un articolo pubblicato il 17-12-2009 alle 11:38 sul giornale del 18 dicembre 2009 - 2588 letture

In questo articolo si parla di arcevia, cronaca, terremoto, giulia mancinelli


Altri dati dell\'ultimo sisma:<br />
<br />
CENTRO ITALIA <br />
17 Dicembre 2009 ore 03:43 UTC<br />
Tempo medio locale:<br />
17/12/2009 - 05:43<br />
Magnitudo:3.3 <br />
Profondità: 42 Km.<br />
Zone limitrofe:<br />
Montecarotto < 6 km.| Arcevia < 6 km.| Barbara < 8 km.| Castelleone Di Suasa < 9 km.| Castelplanio < 8 km.| Genga < 12 km.| Mergo < 8 km.| Ostra Vetere < 11 km.| Poggio San Marcello < 8 km.| Rosora < 8 km.|<br />
<br />
In generale si sta assistendo ad una intensificazione della frequenza sismica in Appennino centrale. Già da un po\' di tempo, a parte la zona L\'Aquila-Arischia-Campotosto che porta con se gli strascichi del grande evento abruzzese, si stanno intensificando fenomeni nelle seguenti aree:<br />
- Garfagnana (Toscana)<br />
- Zona umbra (Gubbio-Perugia)<br />
- L\'asse Arceviese (Scheggia-Arcevia-Senigallia)<br />
- La zona dei Sibillini (Sarnano e dintorni)<br />
<br />
Mi sembra (non studio nello specifico queste cose) che si stia assistendo.....

....ad una ripresa della spinta Tirrenico-Adriatica.<br />
Ovvero le forze tettoniche \"spingono\" l\'Appennino verso i Balcani. Questo si manifesta sottoforma di terremoti. La riattivazione di vecchie faglie fa si che l\'energia elastica (fortunatamente) non si accumuli, ma venga frequentemente sprigionata sotto forma di terremoti di piccola entità.<br />
Tutto questo è positivo, la grande distribuzione degli ipocentri (a diverse profondità tra loro) rende difficiel la correlazione degli eventi e l\'individuazione di un piano di frattura preciso in profondità.<br />
Resta il fatto di non allarmarsi, ma chi di dovere dovrebbe stare in allerta (ovvero seguire i fenomeni e confrontarsi con gli studiosi del sottore per capire, se possibile, come proseguirà quello che può essere a tutti gli effetti definito come uno sciame sismico).<br />
Ripeto, niente allarmismo.<br />
Se qualcuno vuole informazioni + dettagliate può contattarmi in privato.<br />
Saluti

Altra piccola scossa a largo di Montemarciano:<br />
CENTRO ITALIA <br />
17 Dicembre 2009 ore 18:04 UTC<br />
Tempo medio locale:<br />
17/12/2009 - 20:04<br />
Magnitudo:2.2 <br />
Profondità: 17 Km.<br />
Zone limitrofe:<br />
Ancona < 13 km.| Falconara Marittima < 10 km.| Marina Di Montemarciano < 11 km.|<br />