Gli auguri della Fondazione Pergolesi Spontini con una performance di Lucia Palozzi

teatro pergolesi 17/12/2009 - Auguri natalizi della Fondazione Pergolesi Spontini al Consiglio Comunale di Jesi, venerdì 18 dicembre alle ore 16, con una performance dell’attrice Lucia Palozzi dedicata a Pergolesi, con la regia di Chiara Bersani.

Il Consiglio Comunale di Jesi si apre domani - venerdì 18 dicembre ore 16 - con la performance “Giovan Battista Pergolesi rimette le cose a posto” con Lucia Palozzi e la regia di Chiara Bersani. Un monologo in cui il personaggio Pergolesi racconta la sua vicenda personale, la sua musica, la partenza da Jesi, la malattia, il senso delle Celebrazioni del 2010 per i 300 anni della nascita di un compositore che irrompe nella nostra epoca con sentimenti senza tempo e soluzioni armoniche di sconcertante modernità. Il Teatro e Giovanni Battista Pergolesi ‘entrano’ dunque in Consiglio Comunale grazie al progetto “Pergolesi a domicilio” di Silvano Sbarbati, promosso dalla Fondazione Pergolesi Spontini, e destinato ad associazioni, circoli culturali, cral aziendali, parrocchie, condomini e case private.



Il progetto si propone di rappresentare a piccoli gruppi di cittadini brevi drammaturgie dedicate alla vita e all’opera del celebre compositore: monologhi e dialoghi dedicati a Giovanni Battista Pergolesi nel terzo centenario della nascita in collaborazione con la Compagnia “La Barcaccia” di Jesi. Uno o due attori/attrici, accompagnati da musiche pergolesiane e da pochi elementi scenici, si esibiscono nelle performance che possono essere rappresentate singolarmente o in forma di trilogia in piccoli spazi cittadini: piazze, circoli, cortili, parrocchie, scuole, ecc. “Giovan Battista Pergolesi rimette le cose a posto” è una situazione monologante in cui il personaggio Pergolesi parla in prima persona della sua vita e della sua musica.



Ne “La Madre Padrona” con Mugia Bellagamba e la regia di Simone Guerro, si immagina la madre di Pergolesi che lo pensa lontano dalla sua città, piccolo e indifeso allievo del Conservatorio di Pozzuoli. “Le donne di Pergolesi” con Mugia Bellagamba e Lucia Palozzi e la regia di Chiara Bersani e Simone Guerro, le protagoniste sono due donne di oggi che fanno i conti con se stesse, attraverso però la musica di Pergolesi, il suo valore emozionale. L’intera trilogia del “Pergolesi a domicilio” verrà rappresentata nell’ambito della Stagione Teatrale 2009-2010, con appuntamenti il 6 marzo al Teatro La Fortuna di Monte San Vito, sabato 13 marzo ore 21 al Teatro P. Ferrari di San Marcello, sabato 20 marzo ore 21 al Teatro Comunale di Montecarotto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2009 alle 16:46 sul giornale del 18 dicembre 2009 - 1978 letture

In questo articolo si parla di cultura, teatro, jesi, fondazione pergolesi spontini, teatro pergolesi


Scusate, amici del grande Pergolesi, ma nell\'articolo (o nel testo di Bellagamba) c\'è un errore: il musicista non ha mai studiato al conservatorio di Pozzuoli, per il semplice motivo che Pozzuoli non aveva conservatorio. Era invece la capitale Napoli ad averne ben quattro, in uno dei quali - quello dei Poveri di Gesù Cristo - Pergolesi studiò con maestri del calibro di Durante. Giusto per la precisione. Saluti e auguri di buon anno.<br />
S.