Chiaravalle: Spacca, prima di tutto la sicurezza del lavoro e la sicurezza sul lavoro

spacca 2' di lettura 19/12/2009 - Lavoro, ambiente, innovazione e nuova imprenditorialità, coesione sociale: questi gli assi prioritari su cui il Governo regionale è stato impegnato in questi anni e da cui prenderà avvio il lavoro per la costruzione del programma per le prossime elezioni regionali. Lo ha detto a Chiaravalle il presidente della Regione Gian Mario Spacca nell’intervento conclusivo dell’Assemblea regionale del Pd, che ha votato all’unanimità la ricandidatura di Spacca stesso alla guida della Regione.

Un lungo applauso ha salutato il voto dell’Assemblea. “L’unanimità del voto sulla mia ricandidatura e l’affetto che mi dimostrate – ha detto Spacca all’Assemblea – ci dà la forza e l’entusiasmo per affrontare il percorso verso le elezioni di marzo. Ora si entra nella campagna elettorale vera e propria, con la consapevolezza di offrire ancora alle Marche un sentiero di crescita”. Spacca ha poi annunciato quali saranno le linee guida su cui sarà costruito il confronto programmatico.



“Al primo punto – ha detto – ci sono la sicurezza del lavoro e la sicurezza sul lavoro. Di fronte alle difficoltà della crisi economica nessuno resterà indietro e lo abbiamo già dimostrato nella legislatura con le nostre azioni a tutela dei lavoratori e delle loro famiglie e con le misure per porre le condizioni per creare nuove occasioni di occupazione”. Altro tema, l’ambiente, la biodiversità, i cambiamenti climatici e il ricorso alle fonti di energia rinnovabile. E ancora, lo sviluppo. “Un altro asse su cui lavoreremo ancora – ha aggiunto Spacca – è quello dell’innovazione verso nuove forme di imprenditorialità nei settori del turismo, della cultura, della green economy, dell’ambiente.



Abbiamo già avviato questo percorso e accentueremo ancora di più il nostro lavoro su questo settore di crescita per la nostra economia. Perché le imprese del futuro sono come le piante nel deserto: sono portate dal vento e si fermano dove c’è l’acqua. Ecco, noi dobbiamo creare ‘l’acqua’ per le imprese, creare cioè le condizioni affinché le aziende vengano e restino nel nostro territorio”. Ultima ma non ultima, la coesione sociale. “La coesione sociale è caratteristica del nostro modello di crescita e sviluppo – ha detto – e dobbiamo consolidarla. Penso al diritto alla salute, alla protezione dei più deboli, all’istruzione e università.



Su tutti questi temi apriamo il confronto con la comunità marchigiana, con le forze politiche della coalizione e con tutte quelle sensibilità organizzate e radicate sul territorio e che vorranno confrontarsi al di là delle logiche di appartenenza ai partiti”. L’appello finale all’Assemblea del Pd è a perseguire un obiettivo: “In campagna elettorale dovremo parlare con una voce forte e con un solo obiettivo: continuare a scrivere la storia della nostra regione”.


da Comitato elettorale Gian Mario Spacca




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-12-2009 alle 18:48 sul giornale del 21 dicembre 2009 - 1564 letture

In questo articolo si parla di chiaravalle, politica, gian mario spacca, spacca