Gratis dai veterinari un manuale per dare consigli pratici su come gestire il cane

3' di lettura 27/12/2009 - Il libro si intitola \"Il cane? No problem. Consigli pratici per capire il nostro amico e divertirsi insieme\".
L\'autore è Francesco Boari, istruttore e Presidente dell\'AnconAgility, scuola anconetana di obbedienza e Agility Dog.
Il volume è disponibile gratuitamente presso i veterinari di Ancona e provincia e viene distribuito sempre gratuitamente dal negozio Friends presso il Centro Mirum di Ancona.


La guida pratica si propone di dare informazioni ai proprietari di cani con lo scopo di imparare a gestire meglio il proprio amico a quattro zampe cercando così di limitare il fenomeno dell\'abbandono e gli episodi di aggressività dei cani. Spesso infatti, capita che il cane mostri aggressività per mancanza di esercizio fisico o di contatto con il proprio padrone.

Senza una forma di appagamento e gratificazione come il gioco con il proprietario, il cane si stressa e può diventare aggressivo. Dare nozioni fondamentali a chi sceglie di tenere un cane, può essere fondamentale per crescere un cane equilibrato che non diventerà problematico da adulto. Nel manuale si dà spazio ai giochi che il proprietario può compiere con il proprio cane allo scopo di creare un buon rapporto e contemporaneamente addestrarlo, tenendo presente che non è la razza a determinare l\'indole aggressiva, ma solamente la capacità del proprietario di migliorare il carattere del cane socializzandolo, addestrandolo e facendolo divertire.

Francesco Boari, istruttore qualificato dall\'Associazione Italiana Agility, ha scritto questa guida sulla base della propria esperienza maturata addestrando cani di numerose razze diverse e di ogni tipologia comportamentale. In copertina un rottweiler, cane comunemente definito aggressivo, che è stato invece perfettamente addestrato presso l\'AnconAgility.

\"Il cane? no problem\" è disponibile gratuitamente presso i veterinari di Ancona e provincia e viene distribuito sempre gratuitamente dal negozio Friends presso il Centro Mirum di Ancona. Hanno contribuito alla realizzazione dell\'iniziativa l\'Assidorica di Luca Bonventi, la Royal Canin e la ditta Friends di Ancona.

L\'AnconAgility, fondata da Francesco Boari, è la squadra dorica che partecipa a gare Nazionali di Agility Dog. Quest\'anno gli allievi dell\'AnconAgility e lo stesso istruttore, che gareggia nella massima serie, hanno conseguito 11 podi a livello Nazionale. Il campo di addestramento è in zona Posatora ad Ancona.

Oltre agli allenamenti della squadra, vengono addestrati cani principianti di ogni razza ed età, nella convinzione che tramite il gioco il cane sia gratificato e possa sfogarsi, eliminando così ogni possibile causa di stress che possa condurre a comportamenti aggressivi. Ai proprietari vengono fornite anche nozioni teoriche propedeutiche alla pratica, oltre a divulgare un maggiore senso di responsabilità civica, dall\'uso del trasportino in auto alla raccolta degli escrementi in strada, elementi fondamentali affinché il cane sia perfettamente integrato nella società attuale e il proprietario tenga presente la necessità di rispettare determinate regole. Istruttori dell\'AnconAgility sono Roberta Gabbianelli (obbedienza e Agility di base) e Francesco Boari (obbedienza avanzata e Agility agonistica).

La squadra biancorossa sarà presente alla gara di Agility Dog che si terrà nell\'ambito della mostra internazionale cinofila di Ancona il prossimo Febbraio.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-12-2009 alle 23:15 sul giornale del 28 dicembre 2009 - 1287 letture

In questo articolo si parla di libri, animali, attualità, sport, ancona, cani, AnconAgility, il cane? no problem


Anonimo

a quando un manuale per gestire e non avere problemi con certi \"conduttori\" di cani??

Francesco Boari

il manuale dà appunto nozioni fondamentali ai proprietari affinché siano più responsabili e consapevoli di dover rispettare determinate regole nella società, oltre ad apprendere sistemi idonei a crescere un cane in modo equilibrato

Tovo che questa guida pratica sia una buona idea in quanto pur amando ad esempio il mio cane non riesco a capirlo fino in fondo.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Francesco Boari

Commento sconsigliato, leggilo comunque

ti ringrazio.Hai ragione,spesso non si riesce a capire i segnali che il cane lancia oppure si interpretano in modo sbagliato.E\'necessario quindi capire il linguaggio del cane per poi farsi capire da lui.Nel manuale ci sono anche delle divertenti vignette che esprimono molto bene gli errori comuni che si tende a compiere.

c\'è un utente che lamenta la mancanza di senso civico da parte dei proprietari di cani. Purtroppo in alcuni casi è vero: i marciapiedi spesso sono sporchi. Nel mio campo di addestramento divulgo anche questo tipo di mentalità: se hai il cane hai dei doveri quindi tienilo al guinzaglio finché l\'istruttore non ti dice che puoi scioglierlo, e raccogli gli escrementi perché il campo deve poter essere fruito da tutti. Queste regole oltre ad essere divulgate, hanno anche una forma di controllo da parte nostra. Il guinzaglio è obbligatorio in tutte le aree salvo quelle destinate ai cani, ma la museruola invece non è obbligatoria: il proprietario deve averla con sé e metterla al cane solo in caso di rischio (art.3 comma b ordinanza Martini)<br />
Esistono però anche proprietari di cani che si comportano bene, non dimentichiamolo, e questi non possono subire anche le colpe degli altri.<br />
Bisogna ricordare che una città fruibile dalle famiglie, insieme ai propri cani, è una città con spazi verdi, e questo è sicuramente un bene per tutti.