Senigallia: algerino ferito a colpi di pistola, forse un regolamento

polizia 26/12/2009 - E' stato raggiunto da colpi di pistola che lo hanno ferito ad una gamba e ad un piede. Potrebbe essere un regolamento di conti all'origine del ferimento di un algerino di 41 anni.


L'extracomunitario è stato visto camminare, barcollante e insanguinato, sul lungomare di Senigallia. L'allarme, lanciato da qualche passante, è scattato alla Polizia intorno alle 4.45 della mattina del 26 dicembre.

Gli agenti si sono precipitati sul posto ed hanno soccorso il ferito, trasportato poi in ospedale. L'algerino è stato sottoposto anche ad un intervento chirurguco per l'asportare i due proiettili che lo hanno raggiunto ad una gamba e ad un piede. Le sue condizioni non sarebbero gravi.

Sull'episodio sta indagando la Polizia di Senigallia che sarebbe orientata a pensare che il ferimento sia legato ad una sorta di regolamento di conti tra bande di extracomunitari. Il magrebino non avrebbe saputo indicare le generalità di chi gli ha sparato.





Questo è un articolo pubblicato il 26-12-2009 alle 12:08 sul giornale del 28 dicembre 2009 - 1984 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, giulia mancinelli, senigallia, ferito, algerino


addirittura. siamo alla frutta allora.....

Questi sono i frutti della globalizzazione senza regole...............una volta certe scene si vedevono al cinema Centrale- Eden- Rossini- Lido -Arena Italia -Arena Rossini-oggi dal vivo .........!!!!!!!!

Stamattina sul fatto, ho sentito commenti di un solo tenore: \".....finchè s\'mazzn ntra d\'lora...\"

caro quilly,<br />
il virus dell\'esclusione, se non del vero e proprio razzismo,ormai ha infettato ed infestato anche i nostri territori.<br />
Non vedo all\'orrizzonte vaccini e/o terapie molto efficaci per combattere e contrastare il contagio.<br />
La Caritas,qualche associazione di volontariato,un po l\'Amministrazione Comunale,singoli cittadini,cercano di fare qualcosa per arginare il fenomeno.<br />
Con queste premesse,purtroppo,mi pare ormai inevitabile la presenza di un radicamento leghista anche nella nostra città con conseguente presentazione di una lista alle prossime elezioni amministrative.<br />
Vedremo le prossime settimane lo svolgresi degli eventi;certo è,che non stiamo vivendo bei tempi......... <br />
<br />
<br />

scusa ma non capisco<br />
il problema sono i commenti che si sentono e il radicamento leghista?<br />
Il fatto in sé sarebbe una conseguenza dei brutti tempi in cui viviamo?

Ma che diamine neretti di tutto il mondo...tranquilli che ora ci pensa il Capo a rimettere le cose a posto con il suo partito dell\'amore e queste brutte cose non accadranno più. Vivremo liberi dal peccato e sicuri da ogni turbamento, senza più morti di fame insanguinati che camminano sul nostro lungomare la mattina di Santo Stefano. Che vadano ad ammazzarsi al paese loro, che noi qui siamo impegnati a suonare Jingle Bells e ad essere tutti più buoni. Piuttosto, voglio vedere presto Cicciolina come portavoce del partito dell\'amore, al posto di Capezzone.

Caro buitre52 il virus di cui parli viene alimentato proprio da gente come voi che difende ad oltranza i delinquenti solo perchè sono di un altro paese, conosco molti immigrati, alcuni senza ombra di dubbio sono meglio di noi Italiani, perfino mia moglie è straniera quindi non attaccarmi la pippa del razzismo, qui non si tratta di razzismo qui si tratta di aver aperto le porte alla feccia di mezzo mondo e qualsiasi onesto cittadino non può che inorridire davanti al modo in cui sono stati gestiti i flussi immigratori e davanti a gente come te che difende un delinquente solo per scrivere il pensierino di Natale, vorrei vedere quello che ti sei mangiato in questi giorni o quanto ne hai condiviso con chi muore di fame. Quello che tu chiami razzismo è la non tolleranza verso i delinquenti , verso chi sta rovinando una città tranquilla di gente onesta, poi se sono bianchi gialli o neri non importa a nessuno.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

White Christmas, Renato; Jingle Bells è passata di moda...

Il fatto è preoccupante perchè evidenzia come il tessuto sociale sia sfilacciato, come il tema della sicurezza, evidenziato con toni più che positivi dalla sindaca nel suo discorso di saluto, in realtà abbia valenze ben diverse. Nonostante l\'impegno delle forze di polizia e della magistratura, il nostro territorio è sempre più coinvolto nel degrado criminale che progressivamente impesta il paese.Non rileva che il ferito sia algerino, poteva benissimo essere un italiano, il disvalore non è la nazionalità, è il mondo che questi soggetti rapresentano che va combattuto. Ne consegue che la richiesta di sicurezza aumenterà sicuramente, e se da parte delle istituzioni non arriveranno le risposte giuste, avrà buon gioco la Lega a solleticare gli istinti più umorali del popolo, acquisendo facili e prevedibili consensi.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

senigalliese2,come direbbe quel tale\"lei mente pur sapendo di mentire\"io nel commentare l\'intervento del sig quilly mi riferisco a quanto Lui ha ascoltato e raccolto in merito all\'accaduto,senza entrare nel merito,cosa che compete,agli inquirenti e non a me.<br />
Voglio ricordare a Lei e a chi legge <br />
che in un\'altra occasione ben più tragica e drammatica di questa, qualche anno fa,inizialmente,\"Benpansanti\"come Lei hanno subito individuato in albanesi,rumeni o altre etnie che non ricordo i responsabili dell\'efferato delitto:\"Novi Ligure\",purtoppo le cose sono andate poi diversamente.<br />
PS:per soddisfare la sua voglia di conoscenza la informo che sono un normopeso quasi vegetariano non incline a rigurgitare pannetoni,pandoro,torroni o dolci di sorta.<br />
<br />
PS 2°:non appartengo nemmeno a quella categoria che santifica con la Santa Messa la domenica e naturalmnte nemmeno il giorno di Natale!

L\'unica cosa che il fatto fa ricordare è che in fondo siamo una cittadina di 50.000 abitanti, e in così tanti non possiamo essere esenti da fenomeni malavitosi anche estremi: statisticamente non può essere tutto rose e fiori.<br />
Anzi, sta andando pure troppo bene....<br />
Tutte le altre sciempiaggini che ho letto lasciano il tempo che trovano: i delinquenti sono delinquenti, punto.

Bene, siamo arrivati alle sparatorie. Benissimo, avanti così.<br />
Senigalliese2 il tuo commetto è perfetto, il pensiero di molti di noi. <br />
<br />
\"il virus di cui parli viene alimentato proprio da gente come voi che difende ad oltranza i delinquenti solo perchè sono di un altro paese, conosco molti immigrati, alcuni senza ombra di dubbio sono meglio di noi Italiani\"<br />
<br />
\"Quello che da molti viene definito razzismo è la non tolleranza verso i delinquenti , verso chi sta rovinando una città tranquilla di gente onesta, poi se sono bianchi gialli o neri non importa a nessuno\"<br />
<br />
Riflettete su queste due frasi....

questo fatto della sparatoria non è da sottovalutare.<br />
secondo me segna il salto di qualità nella criminalità a senigallia. da piccola criminalità a qualcosa di più losco e spregiudicato. evidentemente senigallia cominciare a fare gola anche da questo punto di vista.<br />
<br />
inevitabilmente la lega e simili cavalcheranno anche questa questione sicurezza. e ovviamente lo faranno a modo loro, cioè pensando solo in termini elettorali. i partiti della sinistra secondo devono cambiare approccio a queste tematiche. ad esempio in questo caso senigalliese, invece di lasciare questo argomento ai soliti destrosi, e sfoggiare buonismi inclodudenti, dovrebbero condannare con la massima forza quanto è accaduto e inventarsi altre iniziative per far sentire ai cittadini la loro vicinanza e condivisione delle loro preoccupazioni securitarie. <br />
<br />

Non accorgiamoci dopo qualche anno che se si fa la pipì contro vento ci si bagna! ricordiamoci che per prender qualche voto a senigallia è nata sotto la stella protettrice del comune un organizzazione autonoma che ospita gli extra comunitari, tar cui ci sono anche personaggi non \"Puliti\".