La \'Graduazione\' dell\'Oikos Onlus: i \'Passi Ritrovati\' di nove giovani

francesco mariottini 2' di lettura 29/12/2009 - Grande successo per la cerimonia di “Graduazione” dell’Oikos Onlus, avvenuta sabato 19 dicembre alle 9.30 presso la Sala Convegni del Centro Direzionale Esagono.

L’evento, che suggella la fine del programma psicosocio riabilitativo dei ragazzi ospiti nelle comunità di recupero, quest’anno segna anche l’inizio delle manifestazioni previste per festeggiare i 20 anni di attività dell’Associazione. In realtà, un calendario fitto di iniziative, tra cui mostre, convegni e la pubblicazione di un libro, è previsto per il 2010, che è l’anno appunto in cui ricorre esattamente il ventennale dell’Oikos. La cerimonia ha visto la premiazione di 9 ragazzi, alla presenza delle autorità locali, civili e religiose: il Sindaco di Jesi Fabiano Belcecchi, il Vescovo Don Gerardo Rocconi, l’Assessore ai Servizi alla Persona del Comune di Jesi Bruna Aguzzi, il Dirigente delle Politiche Sociali della Regione Marche Paolo Mannucci, il Presidente della V Commissione Consiliare Sicurezza Sociale della Regione Marche Marco Lucchetti, l’Assessore regionale alla viabilità Lidio Rocchi, il Presidente della Fondazione Giovanni Paolo II per lo Sport Edio Costantini e il Presidente dei Sindaci Revisori dell’Oikos Angelo Vico.



Solidali con l’Oikos non solo le autorità, ma anche un ospite d’onore: Francesco Mariottini. Il ballerino Jesino, vincitore del premio della critica nella trasmissione televisiva “Amici, di Maria De Filippi”, viene appunto presentato ufficialmente durante la cerimonia come testimonial dell’Oikos. Questa scelta nasce proprio dalla volontà di evidenziare l’importanza della famiglia per la crescita e il successo di un ragazzo, presupposto del programma di recupero dell’Oikos. “Anche quando avevo solo 14 anni ed ero all’estero per ballare – spiega il ragazzo – la mia famiglia mi è sempre stata vicina e mi ha sempre dimostrato il suo sostegno.”



Ecco quindi che il giovane, attraverso la propria esperienza personale, si fa portavoce dell’importanza della famiglia, convinzione basilare per l’Oikos. La cerimonia si è poi conclusa con la visita delle autorità alla nuova sede, trasferitasi dal 1 dicembre presso il Centro Direzionale Zipa. In essa trovano posto sede amministrativa, il Centro Studi e Prevenzione, la Presidenza, l’Area Dipendenze Patologiche, il Servizio alle famiglie e l’Area minori. Quest’ultima dotata di uno spazio neutro destinato all’incontro di genitori e figli, realizzato anche grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-12-2009 alle 16:53 sul giornale del 30 dicembre 2009 - 1230 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, oikos