Gianni Letta scrive alla Fondazione Pergolesi

gianni letta 30/12/2009 - Con una e-mail indirizzata all’Amministratore Delegato William Graziosi, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gianni Letta ha espresso ancora una volta il suo grande apprezzamento nei confronti dell’opera di Giovanni Battista Pergolesi e del programma predisposto dalla Fondazione Pergolesi Spontini per celebrare i 300 anni della nascita del grande musicista a Jesi.

Già in passato, Gianni Letta aveva indirizzato alla Fondazione una lettera in cui sottolineava che “Giovanni Battista Pergolesi non è solo una gloria nazionale. E’ una figura centrale nella storia della musica che ha portato alto nel mondo il nome dell’Italia e, con esso, quello della natia Jesi. Onorarne la memoria in occasione del 3° centenario e celebrarne l’opera, è iniziativa meritoria che fa onore alla città che gli dette i natali e che ne conserva e ne coltiva oggi il ricordo”.

In occasione del primo appuntamento delle Celebrazioni Pergolesiane, quello della Festa di Compleanno del 4 gennaio, Gianni Letta ha rimarcato che “il 4 gennaio deve essere festa grande per sottolineare l’importanza delle celebrazioni di un Musicista come Pergolesi, gloria di Jesi e dell’Italia. Consideratemi presente in spirito a Jesi. Un grazie di cuore e molti auguri affettuosi di Buon Anno!”

Organizzate dalla Fondazione Pergolesi Spontini, le Celebrazioni Pergolesiane sono patrocinate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dopo l’apertura ufficiale lo scorso 5 giugno al Teatro Pergolesi di Jesi con Claudio Abbado e l’Orchestra Mozart, che torneranno il prossimo 25 settembre, e l’istituzione della Commissione scientifica per l’Edizione Nazionale delle Opere di Pergolesi, il primo appuntamento del 2010 sarà al Teatro Pergolesi di Jesi lunedì 4 gennaio 2010 per festeggiare il giorno della nascita di Pergolesi. Il programma della giornata propone una serie di eventi a partire dalle ore 18 in Piazza Ghislieri, con un’azione scenica per la regia di Matteo Mazzoni nel luogo ove sorgeva la casa natale del grande compositore. Alle ore 19 nella Cattedrale di San Settimio – dove Pergolesi venne battezzato il 4 gennaio del 1710 – ne verrà commemorata la nascita: animeranno questo appuntamento Simone Baiocchi all’organo e gli attori Lucia Bendia, Cristina Cirilli, Corrado Olmi, Gianluigi Savini. Alle ore 21 al Teatro Pergolesi di Jesi si terrà il Concerto con le musiche sacre di Pergolesi e di Francesco Durante affidate al complesso Dolce & Tempesta, ensemble strumentale specializzato nel repertorio della musica antica fondato diretto da Stefano Demicheli, e il Coro Costanzo Porta (direttore Antonio Greco), che si è recentemente fatto apprezzare nell’ultima edizione del Festival Pergolesi Spontini; due soliste d’eccezione completano il cast della serata: il soprano Maria Grazia Schiavo e il contralto Sonia Prina. In programma di Pergolesi il Domine ad adiuvandum me festina (versetto per soprano solo, coro a 5 voci, 2 oboi, 2 corni, archi e basso continuo), l’antifona per contralto In coelestibus regnis, il Salve Regina in fa minore per contralto, il Salmo Confitebor tibi, Domine. Di Francesco Durante (1684-1755) verrà eseguito il Magnificat in si bemolle maggiore per soli, coro, archi e basso continuo. Biglietti da 30 a 12 euro per il Concerto al Teatro Pergolesi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2009 alle 13:21 sul giornale del 31 dicembre 2009 - 1619 letture

In questo articolo si parla di cultura, teatro, jesi, fondazione pergolesi spontini, gianni letta