Consulta per la Pace: solidarietà agli attivisti impossibilitati ad entrare a Gaza

Convoy to Gaza 03/01/2010 - La Consulta per la Pace del Comune di Jesi: solidarietà a tutti gli attivisti marchigiani-internazionali impossibilitati ad entrare a Gaza.

La Consulta per la Pace del Comune di Jesi esprime, oltre a molta preoccupazione, solidarietà a tutti gli attivisti pacifisti (fra questi anche ai marchigiani della Campagna Palestina Solidarietà) che sono stati bloccati al Cairo senza dargli la possibilità di raggiungere la striscia di Gaza, per manifestare insieme ai palestinesi in occasione del primo anniversario dell’operazione militare israeliana Piombo Fuso e per mettere fine al blocco economico della striscia di Gaza che sta affamando la sua popolazione, come dicono numerosi rapporti dell ONU e di agenzie umanitarie indipendenti internazionali.



Espimiamo inoltre la nostra condanna per come le delegazioni internazionali sono state trattate il giorno 31 dicembre 2009 davanti al Museo Egizio del Cairo, da cui avevano deciso di marciare simbolicamente verso Gaza, quando sono stati violentemente fermati da uno schieramento enorme di forze di sicurezza in assetto antisommossa che ha spinto contro un muro gli attivisti internazionali con forti momenti di tensione e con diversi pacifisti fesriti , tra cui due italiani. Gli attivisti della Campagna Palestina Solidarietà Marche ( un coordinamento di associazioni del territorio che lavorano sulla Palestina con la quale la Consulta per la Pace ha uno stretto rapporto), facevano parte della delegazione italiana (140 persone) che, assieme a più di mille internazionali della Gaza Freedom March ha tentato di entrare a Gaza attraverso il valico di Rafah. Dichiariamo la nostra piena solidarietà agli oltre *30 partecipanti alla marcia che hanno intrapreso uno sciopero della fame tra cui l’ 85enne sopravvissuta all’Olocausto Hedy Epstein, come forma di protesta contro la posizione assunta dalle autorità egiziane nei confronti della Gaza Freedom March che voleva essere solo un atto di solidarietà nei confronti della popolazione civile palestinese di Gaza.


*Convoglio verso Gaza imbarcatosi dal porto di Ancona







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-01-2010 alle 18:43 sul giornale del 04 gennaio 2010 - 1296 letture

In questo articolo si parla di attualità, Consulta per la pace del Comune di Jesi, convoy to gaza