Maiolati: nuova Scuola Magnificat di Gerusalemme, impegno Comune-Regione

Scuola 2' di lettura 08/01/2010 - Il 2010 sarà l’anno decisivo per la realizzazione della nuova Scuola Magnificat a Gerusalemme. Sarà, infatti, erogata la seconda trace di 60 mila euro del finanziamento stanziato dalla Regione Marche per il progetto “Magnificat”, che prevede un importo complessivo di 150.000 euro. Nel 2009 è stato erogato il primo intervento di 90 mila euro.

Il progetto è stato proposto dal Comune e dall’associazione Premio Vallesina, il soggetto attuatore, insieme con una rete partenariale composta dall’associazione di Terra Santa Roma, Custodia di Terra Santa di Gerusalemme, associazione Amici del Magnificat di Melide (Svizzera) e Cefa. Il Comune si è impegnato a cofinanziare il piano con una delibera consiliare adottata all’unanimità, stabilendo di partecipare finanziariamente per un importo complessivo di 70.000 euro in tre anni. L’obiettivo è la costruzione della nuova sede dell’istituto Magnificat, fondato da padre Armando Pierucci, frate minore francescano nato a Moie e a cui il Comune ha conferito la cittadinanza onoraria il 25 giugno 2008.

L’istituto Magnificat è una scuola di orientamento e di preparazione professionale in campo concertistico e didattico, ma soprattutto luogo di dialogo e di pacifica convivenza. Il Magnificat è infatti frequentato da circa 200 alunni musulmani, cristiani ed ebrei impegnati in nove indirizzi di studio (pianoforte, violino, flauto, organo, canto, composizione, violoncello, musica corale). La scuola Magnificat ha sede in locali angusti e stretti rispetto alle reali necessità e la Custodia di Terra Santa ha messo a disposizione una struttura al centro della città di Gerusalemme inutilizzata da alcuni anni, al fine di poterla recuperare e adibirla a sede della scuola.


Il Premio Vallesina, di cui Maiolati Spontini, insieme a Monsano e Assindustria, è socio fondatore, è impegnato nella raccolta di fondi a favore della scuola di padre Armando e ha lanciato una campagna di solidarietà. Il costo complessivo dell’opera raggiunge il milione di euro e per questo l’associazione Premio Vallesina si sta prodigando alla raccolta dei fondi con numerose iniziative. La cifra di cui dispone attualmente il Premio Vallesina deriva da proprie iniziative e dal significativo contributo della Banca Popolare di Ancona.


“I lavori di realizzazione della nuova scuola – fa sapere il sindaco Giancarlo Carbini – stanno per iniziare e ci sono tutti gli elementi affinché l’anno 2010 sia veramente quello decisivo per dare concreta attuazione a un progetto unico nel suo genere e che ha una grande valenza in un territorio dove è sempre più difficile parlare di pace e pacifica convivenza fra popoli di culture, religioni e razze diverse”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-01-2010 alle 12:37 sul giornale del 09 gennaio 2010 - 2614 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini


È così meraviglioso che i lavoratori possono pagare per migliorare la proprietà della Chiesa nella Terra Santa. La Chiesa come tutto sa è povera.