Rocchini: è deleterio attaccare i componenti del direttivo del PdL

09/01/2010 - La maggioranza dei componenti del direttivo del PDL ha interpellato la segretaria esponendo le propria indignazione sentendosi delegittimata dall’incarico e dalle proprie funzioni affidatole dal Coordinamento Regionale. Al coro del direttivo si unisce l’indignazione del segretario.

Il direttivo del PDL di Jesi sosterrà tutti i candidati in lista proposti dal coordinamento regionale e non si opporrà a nessuna auto-candidatura di esponenti inscritti e simpatizzanti del PDL “Jesini”, così come è già avvenuto nelle precedenti regionali. Per quanto concerne la linea del partito le regole vengono decise dal direttivo e dai componenti che hanno diritto al voto allo scopo di lavorare in un clima di armonia e coesione, al fine di conseguire i migliori risultati possibili. E’ del tutto inutile e deleterio attaccare i componenti del direttivo del PDL su iniziative personali.



Il segretario chiede a tutti i componenti del direttivo e ai consiglieri comunali di impegnarsi di più nei ruoli a loro assegnati, assumendosi ognuno le proprie responsabilità senza prevaricare chi ha incarichi e ruoli superiori. Secondo quanto previsto dallo statuto del PDL è il segretario che da indicazioni di scelte e di iniziative al capogruppo dei consiglieri comunali e non il contrario. Auspico fin dalle prossime riunioni di lavorare in un clima sereno e costruttivo allo scopo di essere innovativi, propositivi e vincenti. Il segretario in accordo con la maggioranza del direttivo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-01-2010 alle 18:20 sul giornale del 11 gennaio 2010 - 1347 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, popolo della libertà, Maria Cecilia Rocchini