Sadam: il comitato ironizza, \'Che serve un forum se il sindaco ha già deciso?\'

sadam 3' di lettura 10/01/2010 - Inizia oggi la rubrica “Le ultime dal Forum”. Il nostro inviato speciale dal Forum, il Giudice Santo Lichene, ci fornirà ogni giorno una velina fino al termine dei lavori. Come sempre il nostro giornale “IL RUGGITO DELL’ICHENE” terrà informata la città.

SANTO LICHENE: “Si, buon giorno alla redazione di Jesi. Qui “sul campo” le voci corrono e si rincorrono. Ora sembra si siano fermate un attimo. Cosa dicono?? Aspettate, mi avvicino col microfono….”

VOCE 1: “Cari cittadini, a che serve un forum quando sembra che il Sindaco abbia GIA’ DECISO? A che serve aprire alla città sul “progetto” (già accettato), invece che aprire sul problema?”

SANTO LICHENE: “Ohibò, bella domanda…”

VOCE 2: “Un progetto già sposato dal Sindaco e ampliamente difeso anche a nostre spese. Basta vedere Jesi Oggi, il giornale del Comune che ci costa 0.26 centesimi a copia di soldi nostri, per migliaia di copie distribuite nelle case di Jesi, sempre a spese nostre”

SANTO LICHENE: “Ohibò, andiamo a vedere Jesi Oggi del Dicembre 2009… Pag. 3: <<…La centrale a oli vegetali viene considerata dalla legge una operazione a tutela dell’Ambiente. Ma la legge italiana, ad onor del vero, non fa altro che recepire la direttiva dell’UE che si richiama al protocollo di Kyoto…>>… Viene un po’ da sorridere se si pensa alle 48,65 tonnellate/anno di Monossido di Carbonio, 41.66 t/anno di Ossidi di Azoto, 9.6 t/anno d polveri, 1.22 q/anno di metanolo dichiarate dalla stessa Azienda. E se si pensa che, ad onor del vero, l’UE ha deliberato almeno altre due direttive successive a quella citata che rivedono completamente la questione, per biocarburanti, bioliquidi e biomasse in generale.

VOCE 3: “Belcecchi in effetti “apre il forum”, ma solo dopo mesi e mesi di trattativa di fatto riservata e personale. Apre sul piano di Maccaferri, invece che aprire sul problema e cioè su come risolvere la crisi occupazionale di questa Vallesina (e quindi anche alla Sadam), ripartendo dalle economie sane locali. E su come risanare il nostro territorio. Perché non un forum sui problemi dell’AERCA e sul risanamento? Perché non un forum per vedere quanta occupazione crea il risanamento, quanti fondi europei o nazionali o regionali si possono trovare per risanare la nostra zona? Perché si vuole discutere nell’ambito di quello che sembrerebbe già deciso???”

VOCE 1 e 2 “Noi ribadiremo, come già più volte fatto e documentato, che lui non è stato capace di affrontare adeguatamente il problema, né quello Sadam tanto meno quello della disoccupazione. E che ancora ci si ostina a voler difendere cosiddette soluzioni che, invece, aggraverebbero ulteriormente i problemi, aggiungendo inquinamento in una situazione già fuori dai parametri”

VOCE 3: “Sì, ma andate a prenotarvi entro lunedì, invece di stare a perder tempo qua a chiacchierare, altrimenti non vi fanno intervenire al Forum…”

SANTO LICHENE: “Ma i consiglieri comunali sono d’accordo con questa prassi? Sono d’accordo che si discuta partendo dal non rispetto pieno della loro delibera del 13 dicembre 2008?

VOCE 1: “Ma a Jesi c’è ancora un Consiglio Comunale ?”

SANTO LICHENE: ”Ah… stavo per dimenticarmene… Il progetto industriale sembra proprio che non ci sia…”

Per oggi, dal “Forum” è tutto. A voi la linea, RUGGITO DELL’ICHENE….





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-01-2010 alle 15:02 sul giornale del 11 gennaio 2010 - 1228 letture

In questo articolo si parla di ambiente, sadam, Vallesina, Comitato Tutela della salute e dell\'ambiente della Vallesina





logoEV