Filottrano, dramma della solitudine: 42enne si impicca in casa

carabinieri generico 1' di lettura 11/01/2010 - Era rimasto solo dopo la morte della madre, appena un mese fa. E questo grave lutto lo aveva fatto sprofondare in una cupa depressione. Ieri mattina i carabinieri della stazione di Filottrano, avvertiti dai parenti che non lo sentivano da troppi giorni, lo hanno rinvenuto cadavere in casa sua. Si era impiccato.

Tragedia nelle campagne di Filottrano, in via Marinucci proprio nei pressi della prestigiosa dimora storica Villa Spada. Un uomo di 42 anni, affetto da diverso tempo da problemi psichici, si è tolto la vita impiccandosi in casa. Forse non sopportava più quella vita fatta di assenze. Aveva perso il lavoro a causa della grave crisi economica che sta mettendo in ginocchio l’Italia intera. Poi, solo un mese fa, aveva sofferto terribilmente per la morte di sua madre. Un dolore che lo aveva fatto sprofondare in una cupa depressione fatta di silenzi e solitudini. Non usciva mai, se ne stava sempre per conto suo. Anche a Filottrano non usciva da settimane. Amici e parenti non avevano più sue notizie da giovedì scorso. Nessuna risposta alle telefonate, ai messaggi. Sembrava non fosse mai in casa. Invece, lui dalla sua abitazione non era più uscito, sconfitto dal suo stesso male di vivere. Ieri i carabinieri della stazione di Filottrano, allertati dai parenti preoccupatissimi, sono andati a verificare se all’uomo fosse successo qualcosa. E hanno effettuato la macabra scoperta. Quando hanno rinvenuto il giovane uomo, era già cadavere e per lui non c’era più nulla da fare. La salma è stata trasferita all’obitorio dell’ospedale di Filottrano in attesa della sepoltura. I funerali saranno celebrati nei prossimi giorni.







Questo è un articolo pubblicato il 11-01-2010 alle 23:37 sul giornale del 12 gennaio 2010 - 2337 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri





logoEV