Massaccesi: scrivo al Sindaco e risponde l\'Interporto

Daniele Massaccesi 2' di lettura 30/11/-0001 - \"Com’è strano il mondo! Io scrivo al Sindaco di Jesi per avere alcune notizie e qualche dato su “Interporto Marche”, e perché l’Amministrazione Comunale si attivi al riguardo, e mi risponde l’Interporto, anzi un Consigliere Comunale (per quanto simpatico, preparato e personalmente stimato, anche se in questo caso un po’ irriverente), o meglio ancora un improvvisato addetto – stampa di Interporto, o strenuo difensore dei Potenti (stessa maglia, o quasi)!\".

In fondo, non avevo chiesto nulla di strano, non ho buttato nulla nel cestino, non ho mostrato voglia di distruggere alcunchè, ho solo chiesto di avere quelle notizie che, a fatica, vengono diffuse o fatte circolare, o che si preferisce non divulgare, non amando io troppo le “cose segrete”: mi si risponde parlando di Quadrilatero e di interessi della città, come se ci fosse a Jesi un unico difensore degli stessi, e mi si interroga sulla città che vorrei.

Ebbene, si auspica che il solerte addetto-stampa, reindossate le vesti di Consigliere Comunale, in altre occasioni portate con grande dignità ed autorevolezza, al di là della giovane età, e ben sapendo che la città che vorrei, priva di qualsiasi idea o visione che la identifichi, è ben diversa da quella che il suo partito “in pectore” sta portando al disastro, si ponesse qualche domanda in più, facesse interrogazioni e si interessasse di più anche alle piccole vicende quotidiane e della città e non solo di infrastrutture, tema appassionante ma non alla portata di tutti, specie se un po’ inesperti.



Mi domando cosa sarebbe successo se, pure in presenza di fondi pubblici e soldi regionali così profumatamente elargiti, avessi chiesto notizie, ad esempio, sulla redditività di canoni e di rapporti contrattuali instaurati da Interporto con terzi, e notizie su quel “fondo immobiliare chiuso” e su quelle operazioni finanziarie (v. la SGR) tanto strombazzate a suo tempo e poi lasciate cadere, nonostante fossero state presentate come l’ennesima, grande iniziativa di un illuminato finanziere – imprenditore – manager?

Siamo certi che non si possa neanche avere dubbi, o che non si possa domandare e chiedere lumi o chiarimenti su questa iniziativa, con l’intento di verificare, perché no, e viste alcune voci dissonanti, provenienti non solo da Jesi ma anche da città più o meno vicine, “toccate” peraltro da analoghe esperienze, magari non proprio felici o fortunate, che tutto sia stato affidato alla persona giusta?

È lesa maestà formulare questa domanda?








da Daniele Massaccesi
Popolo delle Libertà – PDL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 gennaio 2010 - 1199 letture

In questo articolo si parla di interporto, politica, Daniele Massaccesi, Popolo delle Libertà – PDL





logoEV