Maiolati: fallimento della Bora srl, l\'appello del sindaco Carbini

giancarlo carbini 2' di lettura 14/01/2010 - La Ditta Elio Bora srl ha rappresentato per anni un elemento trainante dell’economia e dell’occupazione nel nostro Comune e nel nostro territorio.

La crisi ha travolto anche questa azienda, ma ora ci sono concrete prospettive per la ripresa e per mantenere l’occupazione degli attuali 124 dipendenti della Ditta Bora. Il tutto, come noto, passa attraverso la procedura concorsuale che eviterebbe il fallimento e la drammatica conseguenza della perdita del posto di lavoro per un ulteriore considerevole numero di lavoratori proprio nel momento in cui si stanno avvertendo i primi segnali di ripresa.


Sappiamo che la percentuale prevista della procedura concorsuale è relativamente bassa, ma abbiamo ragionevoli dubbi che attraverso il fallimento dell’azienda i creditori possano recuperare una percentuale maggiore. Con questa comunicazione e allo scopo di evitare la perdita di ulteriori posti di lavoro che avrebbe drammatiche conseguenze sul nostro territorio, siamo ad appellarci alle Banche di indirizzo perché accettino la procedura concorsuale e investano ancora con convinzione sul futuro di questa azienda e dei suoi lavoratori. Sappiamo che la crisi ha prodotto pesanti conseguenze anche per gli istituti di credito, ma siamo convinti che solamente una forte sinergia e una condivisione nell’assunzione delle responsabilità possano consentire di uscire da questa situazione che sta avendo risvolti peggiori di quanto inizialmente stimato.


La Giunta del Comune di Maiolati Spontini e tutti i Capigruppo Consiliari rinnovano l’appello alle Banche di indirizzo perché si faccia di tutto per evitare che la crisi si accentui e che i dipendenti della Bora s.r.l. restino senza lavoro a causa del suo fallimento. Con il forte auspicio che il nostro appello torni un concreto riscontro ci è gradita l’occasione per porgere cordiali saluti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-01-2010 alle 14:12 sul giornale del 15 gennaio 2010 - 4664 letture

In questo articolo si parla di economia, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini, sindaco maiolati


pierpaoli

Perche\' bora invece di pensare alla sua fabbrica qui\' a scocelletti e\' andato a costruire in polonia? E\' diventata una prassi, prendono i soldi pubblici o dalle banche poi se ne vanno dove il lavoro costa tre volte di meno. In polonia vicino ai cappannoni di bora ci sono anche quelli di merloni che lavorano alla grande, oggi con questa politica che fa schifo e sta mandando l\'italia a picco le banche , i petrolieri e gli assicuratori stanno tirando i fili delle marionette di un teatrino di cui noi purtroppo ne siamo i principali attori non protagonisti.