Sadam: rissa sfiorata durante il Forum per la riconversione

dibattito riconversione Sadam 14/01/2010 - E\' stata una seduta a dir poco rocambilesca durante la quale si è sfiorata anche la rissa quella di mercoledì pomeriggio durante il Forum cittadino indetto dal Comune per discutere il piano di riconversione dell\'ex zuccherificio Sadam, tenutosi presso il teatro studio Moriconi.

A scatenare il parapiglia generale è stato il ritardo del sindaco Fabiano Belcecchi. Vedendo che il primo cittadino non arrivava, i primi esponenti di associazioni cittadine e dei comitati contrari al piano di riconversione e il sindaco di Monte San Vito Gloria Sordoni si sono rifiutati di prendere la parola chiedendo al moderatore dell\'assemblea di parlare solo alla presenza del sindaco.


Una richiesta che è stata respinta dal moderatore. Tensione che sale e a far scoppiare la bagarre ha contribuito il tentativo di prendere la parola da parte di un sindacalista in aula, non inserito negli interventi. Urla, strilli e parole grosse sono volate in sala. Solo l\'intervento dei vigili urbani e delle forze di polizia ha riportato la calma. All\'arrivo di Belcecchio il confronto ha potuto prendere il via. \"Voglio ricordare che il mio rifiuto a parlare, motivato dall\'assenza del Sindaco Belcecchi, non ha scatenato alcuna reazione inconsulta -precisa il sindaco Gloria Sordoni- La tensione è aumentata quando un sindacalista presente ha provato a prendere, senza averne diritto, la parola\".






Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2010 alle 12:23 sul giornale del 15 gennaio 2010 - 1931 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica, pubblico


A dire il vero la \"calma\" è tornata autonomamente, non con l\'intervento della municipale e delle forze di polizia che sono arrivate solamente più tardi. <br />
<br />
Ha dimenticato di dire, cara Mancinelli, che le tensioni sono iniziate quando il \"difensore civico\" ha deciso di sua sponte di segnare come \"rinunciatarie\" quelle associazioni che avevamo manifestato la volonta\' di parlare davanti al sindaco nel momento in cui le avesse chiamate. Poi vabè... il tentativo di El Hasani ha buttato altra benzina sul fuoco..