Al teatro studio Moriconi Ubu, dall\'opera di Alfred Jarry

15/01/2010 - Il Gruppo Teatrale Clorofilla e il Teatro Rebis presentano: UBU dall\'opera di Alfred Jarry Regia di Andrea Fazzini 24 Gennaio 2010, ore 18:00 presso il Teatro Studio Valeria Moriconi, piazza Federico II, Jesi ingresso libero.

Il Gruppo Teatrale Clorofilla e il Teatro Rebis riportano sul palcoscenico per la seconda volta la loro interpretazione di quella che è considerata l\'opera fondante, la pietra miliare, del surrealismo e del teatro dell\'assurdo, i movimenti che più hanno caratterizzato la vita culturale europea all\'inizio del Novecento. Rappresentato per la prima volta a Parigi nel 1896, l\'Ubu Roi di Alfred Jarry mescola in sé parodia, comicità e farsa, uniti alla voglia di rompere gli schemi fissi del teatro convenzionale. Proprio in queste particolarità si nasconde la sua forza, non è un caso se a distanza di più di un secolo non ha perso ancora la sua carica dissacratoria che lo rende sempre attuale. Padre Ubu, in fondo, è un cialtrone – ma amato, o almeno seguito da tutti.

Il Gruppo Teatrale Clorofilla nasce nel 2005 dall\'idea di alcuni dei componenti del gruppo Minimalia, che nel tempo ha ricercato forme di condivisione significative con persone disabili fino ad approdare al teatro come esperienza di un “fare con”. Dall\'impegno amatoriale, nel 2007 si passa alla collaborazione con il Teatro Rebis di Macerata, un ensemble indipendente che condivide lo stesso spirito secondo cui fare cultura e operare nel sociale sono due azioni che non possono viaggiare separate. Nasce così una proficua cooperazione che ha portato alla rappresentazione di diverse pièce (Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes e Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll) e alla decisione di aprire un vero e proprio corso teatrale.

Il Percorso Teatrale 2010 nasce dalla voglia di coinvolgere sempre più persone in questa originale esperienza. Fondante è la voglia di esplorare se stessi attraverso la relazione con l\'altro, cercando di costruire un progetto scenico unitario capace di affrontare i grandi classici della letteratura e del teatro, insieme alle grandi tematiche universali che questi portano con sé; tutto ciò indipendentemente dal grado di possibilità fisiche e cognitive dei singoli partecipanti. Attraverso l\'espressione teatrale si cerca così di trasformare in ricchezza quello che nel vivere quotidiano risulta spesso essere un deficit. Il Percorso teatrale 2010 è aperto ad un massimo di 20 partecipanti e si svolgerà a Jesi presso la Struttura Polivalente della Bocciofila di via Ugo La Malfa iniziando dal mese di febbraio per terminare a giugno, ogni martedì dalle 19.45 alle 22.00.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2010 alle 18:48 sul giornale del 16 gennaio 2010 - 1326 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, teatro rebis





logoEV