I Repubblicani abbandonano Gazzetti e strizzano l\'occhio a Luzi Crivellini

paolo luzi crivellini 15/01/2010 - La coalizione che sostiene la candidatura a sindaco di Primo Gazzetti perde un pezzo. A poco più di due mesi dalla chiamata alle urne, il Partito Repubblicano Italiano ha deciso di ritirare il proprio appoggio alla lista Primo Gazzetti sindaco, che mantiene comunque l\'alleanza con l\'Udc.

La decisione è arrivata nelle scorse e sarebbe motivata da “divergenze sulla gestione della campagna elettorale”.


Tra i miei sostenitori non c\'è più il Pri -annuncia Primo Gazzetti- con il rappresentante locale di questo partito Alberto Diambra siamo arrivati alla decisione che non c\'erano più le condizioni per continuare nella collaborazione. Ovviamente nulla di personale ma piuttosto diversità nella impostazione e gestione della campagna elettorale. Anche Nicolò Rossi e Donatella Belardinelli (ex Pdl ndr), per gli stessi motivi, hanno ritenuto di ritirare il loro appoggio alla mia lista civica”.


Queste le motivazioni ufficiali riferite dall\'ex sindaco Gazzetti ma sotto potrebbe esserci dell\'altro. Voci sempre più insistenti darebbero il Pri pronto a coalizzarsi insieme a Paolo Luzi Crivellini, personaggio di spicco di Confesercenti, al lavoro per candidarsi a capo di una lista trasversale. Non a caso sia Luzi Crivellini che il Pri annunciano novità per l\'inizio della settimana prossima. Sul divorzio da Gazzetti intanto è “no-comment” da parte del segretario cittadino dei Repubblicani Italiani Diambra che rinvia a lunedì ulteriori chiarimenti.






Questo è un articolo pubblicato il 15-01-2010 alle 23:59 sul giornale del 16 gennaio 2010 - 4271 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, elezioni, politica, paolo luzi crivellini, Pri


Peccato.<br />
Una separazione consensuale è sempre meglio che una \"costretta\" (in tutti i sensi) alleanza, però quello che mi dispiace è che già è difficile intaccare il bacino elettorale dei due schieramenti principali, se poi ci si trova a suddividere i pochi voti tra gli altri candidati difficilmente si potrà arrivare alla vittoria elettorale, men che meno al ballottaggio.<br />
Temo che alla fine Gazzetti \"combatterà\" semplicemente per un posto di consigliere, ma plaudo in ogni caso il modo in cui ha comunicato la cosa.

che serietà.. vanno via a metà corsa, qualcuno da qualche parte non è stato serio fin dall\'inizio!

C\'è chi va via dopo il risultato delle primarie... quello mi sembra più preoccupante dato che il centro sinistra cittadino cade a pezzi.<br />
Comunque meglio così, Mangialardi deve perdere, altrimenti poveri noi!

Sono molto contento che si siano tolte persone incompatibili con la persona che conosco ed in cui credo,queste persone associate al dottor gazzetti mi hanno destato sempre perplessità,vwengono da mondi molto diversi e hanno usato il dottor Gazzetti secondo me in modo un po\' strumentale,per loro scopi personali,è unha mia idea,che il dottor Gazzetti fosse un pretesto per fare carriera politivca e non qualcosa in cui credere.Ora mi sento veramente nella mia casa,la casa di chi fa le cose per gli altri e non per propri scopi di protagonismo,di arrivismo politico.Non pensavo tutto ciò da oggi,non lo ho detto esplicitamente,anche se lo ho fatto un po\' cvapire ,checchè interessi agli altri,interessa a me esprimere il mio pensiero,altrimenti non scriverei.Ora vengo allo scoperto.Molto,molto contento che la situazione sia questa,ovviamente esprimo un mio sentimento che per ora è soggettivo perché espresso solo da me,ma è veramente,profondamente così...ora non ci saranno più pretesti...il dottor Gazzetti si autoreferenzia e si deve autoreferenziare da solo,stimo i candidati dela lista più collegati umanamente a lui e credo che l\'udc senigalliese si riconosca in Gazzetti e nei suoi programmi senza se e senza ma,magari discutendo costruttivamente,quindi non discutendo di poltrone,comunque va riconosciuto all\'UDC che è un partito che si comporta in modo sempre coerente e non pensa troppo alle poltrone,poi ora di parlare di poltrone non è proprio opportuno.va benissimo così a me,è una piacevole notizia questo comunicato.Il progetto politico è definito ed inquadrato ora,senza incoerenze derivate da storie e sensibilità politiche troppo diverse per i miei gusti.

Perché i due principali schieramenbti contrapposti,perchè sono appoggiati da partiti politici nati molto dopo che il dottor Gazzetti cominciasse a fare politica e ad essere l\'unico che è stato sindaco a Senigallia qua,i nove mesi di Marcantoni non li considero.

Gazzetti è nato dai 3 che già lo abbandonano.Incredibile prima di iniziare Gazzetti perde i pezzi e la credibilità nei confronti dei cittadini. Auguri caro Gazzetti