Marcozzi: le modalità di svolgimento del Forum conformi allo statuto

Paolo Marcozzi 15/01/2010 - \"In ordine a quanto contenuto nella \"lettera aperta\" inviatami, osservo quanto segue\".

1) = Le modalità di svolgimento del Forum Civico sul piano di riconversione Eridania Sadam sono state del tutto conformi allo Statuto Comunale e ai Regolamenti sugli Istituti di partecipazione e consultazione dei cittadini. Infatti, il Forum aveva \"lo scopo di permettere alla cittadinanza di conoscere la proposta di riconversione industriale presentata dalla ditta Eridania Sadam e di favorire momenti di discussione e confronto nella maniera quanto più ampia possibile\". In quest\'ottica, sono state, in primo luogo, respinte mozioni (peraltro solo frettolosamente lette in sede assembleare e non lasciate al tavolo della presidenza) tendenti ad allargare il confronto su altri progetti di riconversione, senz\'altro possibili ma estranei all\'argomento del forum, che riguardava esclusivamente quel progetto (peraltro l\'unico presentato dall\'azienda). In secondo luogo, è stata respinta una mozione tendente a rendere possibile l\'accreditamento di chiunque, in qualsiasi momento, avesse avuto intenzione di intervenire, anche oltre la data prevista per gli interventi programmati ed anche oltre la durata dell\'illustrazione del progetto da parte dell\'azienda, prevista per la prenotazione di ulteriori interventi da parte di chiunque intendesse partecipare.



La regolamenteazione stabilita ha comunque consentito a chiunque ne avesse intenzione di partecipare al Forum e di dire la sua, nel pieno rispetto dello stauto comunale. Peraltro, le numerose domande di partecipazione hanno costretto la presidenza a rimandare al giorno successivo la conclusione del Forum e a limitare a dieci minuti la durata di ogni intervento: non era pensabile tentare di costringere il Forum a terninare i lavori nella gioranta di martedì 12 gennaio, perchè questo avrebbe costretto a limitare gli interventi a cinque minuti (davvero molto pochi) e a terminare i lavori a tarda notte; la scelta del giorno successivo per la prosecuzione è stata dettata dalla logica (una riunione che non può essere portata a termine in giornata viene rimandata al giorno successivo) e dai tempi ristretti (sabato 16 gennaio deve svolgersi il cosiddetto Forum tecnico); d\'altronde, il fatto che il giorno successivo fosse giorno lavorativo non ha certo impedito a chi volesse partecipare di intervenire anche dopo l\'orario di lavoro, visto che il Forum è terminato alle ore 20 e coloro che non rispondevano alla chiamata venivano postergati dopo gli altri interventi. A quest\'ultimo proposito è opportuno precisare che ben otto di coloro che avevano richiesto di intervenire non si sono presentati alla chiamata: se costoro avessero dichiarato di rinunciare, sarebbe stato possibile continuare il Forum, fino ad esaurimento nella prima giornata (o concedere, nelle due giornate, più tempo agli intervenuti).



In ogni caso, si precisa che la presidenza aveva comunicato che coloro che non sarebbero potuti intervenire il successivo giorno 13, sarebbero potuti intervenire il giorno 12, anche dopo l\'orario prestabilito delle ore 20: soltanto un partecipante ha approfittato di tale facilitazione. Per quanto riguarda l\'ordine degli interventi, dopo l\'azienda, che ha illustrato il progetto, si è seguito l\'ordine di protocollo delle domande di intervento, con l\'eccezione di: Confartigianato CGIA (dal n. 30 al n. 5), per raggruppare gli interventi delle organizzazioni sindacali e di categoria; Comitato per la tutela della salute e dell\'ambiente della Vallesina (dal n. 14 al n. 6), per consentire il raffronto fra le parti contrapposte; Associazione Marche per rifiuti zero (dal n. 16 al n. 7) per espressa richiesta, non potendo il rappresentate essere presente il giorno successivo. L\'azienda ed il Sindaco, per ovvie ragioni, visto l\'argomento del Forum, potevano prendere la parola in qualsiasi momento. Nessuno è stato escluso; le tre domande dei Gruppi Meetup Beppe Grillo (di Ancona, Jesi e San Marcello) sono state ovviamente limitate ad un solo intervento; peraltro, nessuno di loro ha comunque risposto alla chiamata.



2) = Per quanto riguarda infine il \"Forum Tecnico\", convocato con lo scopo di \"esaminare e discutere da un punto di vista tecnico la proposta di riconversione industriale presentata dalla Ditta Eridania Sadam attraverso la forma del pubblico contraddittorio\", si rileva che esso non rientra in nessuno degli istituti di partecipazione previsti dallo Statuto Comunale. Allo stesso potranno partecipare, secondo quanto stabilito dall\'amministrazione, le \"parti\" stabilite nel bando, ossia

* la Giunta Comunale,

* i Gruppi Consiliari,

* i Consigli Circoscrizionali,

* le pubbliche aministrazioni interessate,

* i partiti e le formazioni politiche presenti nel territorio,

* le organizzazioni sindacali e di categoria,

* i cittadini portatori di interessi diffusi costituiti in associazini o comitati,

* l\'azienda interessata.



Le richieste di partecipazione sono scadute alle ore 12 del giorno 11 gennaio ed hanno chiesto di partecipare 24 \"parti\", oltre, naturalmente, azienda e Giunta. Ciò costringe questo difensore civico, in funzione di presidente, a limitare la durata degli interventi a quindici minuti ciascuno: di questi, 13 interventi (compresi quelli dell\'azienda) verranno effettuati nella seduta antimeridiana e gli altri 11 (oltre alla replica della Giunta ed, eventualmente, dell\'azienda) nella sessione pomeridiana. Le parti (sempre secondo quanto stabilito dal bando) dovranno essere rappresentate da un solo tecnico che le rappresenti. Nella propria domanda, alcune parti non hanno nominato tecnici, ma questo difensore civico, in funzione di presidente, ammetterà anche tecnici nominati fino alle ore 12 di mercoledì 15 gennaio. Si ritiene, eccezionalmente, ritiene di poter ammettere anche più esperti per ciascuna parte ma, in tal caso, gli esperti divideranno il tempo a disposizione per ciascuna parte, come sopra specificato. Gli esperti dovranno avere specifiche qualifiche tecniche sull\'argomento di cui intendono parlare, purchè sia attinente all\'argomento del Forum. Questo difensore, in funzione di presidente, si riserva la facoltà di valutare i titoli degli esperti e di deciderne l\'ammissibilità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2010 alle 18:36 sul giornale del 16 gennaio 2010 - 1137 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, paolo marcozzi