Castelbellino: al via la campagna di sensibilizzazione sulle donazioni di sangue

prelievo 20/01/2010 - Donare il sangue è un gesto di grande civiltà e un aiuto prezioso che può salvare una vita.

Molto importante è l’attività di sensibilizzazione portata avanti dall’Avis, associazione che fortunatamente nel nostro territorio è ben presente e molto attiva. Naturalmente, tutte le iniziative rivolte alla promozione e al sostegno dell’attività dell’Avis sono ben accette, in particolare quelle indirizzate ai giovani. In questo senso, merita un plauso l’idea dell’Amministrazione comunale di Castelbellino, che di comune intento con l’Avis di Moie, ha deciso di consegnare nelle case di tutti i giovani residenti tra i 18 e i 25 anni una lettera di sensibilizzazione sulle problematiche legate al sangue e di invito a diventare donatore. L\'iniziativa è stata gestita dall\'Assessore alla Cultura e Associazionismo, Massimo Costarelli, con la collaborazione del gruppo consiliare di maggioranza Uniti per Castelbellino. Nella lettera si sottolinea il fatto che diventare donatori è un gesto importante anche per sé stessi oltre che per gli anonimi beneficiari, visto che consente di tenere sotto controllo la propria salute.



\"Abbiamo bisogno –commenta il Sindaco di Castelbellino Demetrio Papadopoulos- di informare i nostri giovani che donare fa bene alla salute ed affermare che la donazione è un grande gesto di soliderietà nei confronti del prossimo; i nostri cittadini hanno più volte dimostrato attenzione nei confronti di tante iniziative di varia umanità, quindi li invitiamo ad incontrare l\'Avis Moie che da 60 anni è a disposizione con i suoi tanti donatori e volontari delle Istituzioni Sanitarie\".



\"Abbiamo deciso di rivolgerci ai giovani –gli fa eco l’Assessore Massimo Costarelli- ma ovviamente l\'invito è rivolto a tutti, perchè dalla testimonianza dei donatori sappiamo che è proprio questa l\'età in cui la maggior parte dei donatori iniziano il loro percorso di donazione e portano avanti questo gesto di solidarietà per tutta la vita. Continuiamo, con piacere –conclude l’Assessore- la collaborazione con tutte le associazioni del territorio, che rappresentano un grande valore aggiunto per le nostre comunità e il cui operato è spesso insostituibile, straordinario e ricorrente nei decenni. Tutto cambia con incredibile velocità ma la sensibilità di chi dona il sangue rimane invariata per tutta la vita\".



\"Con il conseguimento della maggiore età –dice il Presidente dell’Avis Moie Giuliano Belardinelli- si può iniziare a donare il sangue ed è importante sensibilizzare soprattutto i più giovani affinché diventino donatori. Ad oggi l’Avis di Moie conta 450 donatori, un buon numero che tuttavia è migliorabile se si considera che la nostra sezione è il punto di riferimento per 5 Comuni (Maiolati, Castelbellino, Castelplanio, Monte Roberto, Rosora) ed ha un bacino di circa 20mila persone. Per diventare più forti abbiamo bisogno dell’aiuto delle istituzioni, anche grazie a questo tipo di iniziative, per cui ringrazio il Sindaco Papadopoulos e l’Assessore Costarelli perchè Castelbellino è stato il primo Comune ad avere aderito a questa iniziativa, subito seguito da Maiolati\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2010 alle 17:42 sul giornale del 21 gennaio 2010 - 2524 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di castelbellino, castelbellino