Comitato S. Giuseppe e Asse Sud: inquinamento non più tollerabile

inquinamento 1' di lettura 20/01/2010 - \"Il forum sulla riconversione Sadam ha nuovamente evidenziato una situazione attuale dell’inquinamento a Jesi largamente fuori dai parametri di legge e non più tollerabile\".

In particolare, per le polveri sottili, abbiamo avuto nel 2009 ben 69 sforamenti delle PM10 (quasi il doppio del limite consentito) e siamo risultati gli unici in tutte le Marche ad avere superato al soglia dei 25 ug/m3 per i valori delle polveri ultrafine PM2,5. Ricordiamo che è scientificamente provato, dall’Arpam ma anche da innumerevole letteratura scientifica nazionale ed internazionale, che tali situazioni assai critiche porterebbero ad un aumento delle patologie, dei ricoveri e dei decessi.



In questa situazione risulta paradossale che il Sindaco, massima autorità sanitaria cittadina, apra un forum non per discutere di come risolvere tali problematiche, ma per aggravarle ulteriormente (ricordiamo che i nuovi impianti Sadam aggiungerebbero alla situazione attuale ben 9,6 t/anno di polveri). Ci chiediamo: quand’è Sindaco che deciderà di adempiere davvero ai suoi obblighi di tutela della Salute dei cittadini? Visto che, ad oggi, non risulta aver trovato soluzioni efficaci alla questione, quand’è che inizierà ad ascoltare le nostre rivendicazioni e le nostre proposte?



Comitato Asse Sud

Claudio Veroli

Comitato San Giuseppe

Marco Giampaoletti






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2010 alle 16:11 sul giornale del 21 gennaio 2010 - 1138 letture

In questo articolo si parla di attualità, inquinamento, jesi, Comitato San Giuseppe, comitato asse sud





logoEV