Da Rosarno a Jesi: presidio antirazzista in piazza

anti-razzismo 2' di lettura 22/01/2010 - Sabato 23 gennaio presidio antirazzista a Jesi ore 18.00 in Piazza della Repubblica. Abbiamo ancora davanti le immagini dei fatti di Rosarno: lavoratori migranti senza diritti, lasciati vivere come bestie, pagati una miseria, trattati come schiavi.

Vogliamo ricordare le continue violenze che hanno sempre subito fino al punto che qualcuno ha sparato contro di essi. Vogliamo denunciare una legge razzista che crea le condizioni di discriminazione dei cittadini non comunitari nel nostro paese. Vogliamo denunciare le “Politiche della sicurezza” che introducono il reato di clandestinità per chi non è in regola con i documenti facendolo passare per criminale.


Vogliamo denunciare le deportazioni di centinaia di migranti nei CIE e ci chiediamo quanti di loro andranno spediti a morire nei campi libici in mezzo al deserto Jesi non è lontana da Rosarno: anche qui molti migranti lavorano in nero, senza diritti, senza possibilità di avere un permesso di soggiorno. Anche qui le politiche del governo stanno alimentando l’odio razziale dove le persone non sono più giudicate per quello che sono ma per il colore della pelle. I migranti a Rosarno hanno reagito ribellandosi e rompendo il silenzio: a loro va tutta la nostra solidarietà Saremo in piazza perché vogliamo da subito impedire che il razzismo si radichi anche nella nostra città aprendo una campagna di iniziative contro la xenofobia e le discriminazioni.


Diciamo al ministro Maroni che abbiamo pagato per esserci battuti contro la costruzione di CIE nelle Marche e che continueremo a batterci perché queste istituzioni razziste non vengano mai costruite sul nostro territorio. Contro il razzismo, le deportazioni, il neo-schiavismo Contro la costruzione dei CIE nelle Marche Vogliamo tutti i diritti per tutti! Tnt, Ambasciata dei diritti, Ya Basta! Marche, Ass. senegalese “Manko”, Ass. ivoriani “Unirem”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2010 alle 14:24 sul giornale del 23 gennaio 2010 - 1197 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, marche, associazione, ya basta!, anti-razzismo, Ya Basta! Marche