Via il tricolore dalla casa di Fibbi, Coordimento Civico e Pdl scrivono a Napolitano

tricolore 22/01/2010 - Rientrerebbe nell'ambito della campagna elettorale invece, secondo il Coordinamento Civico e il Pdl, il provvedimento dell'amministrazione comunale che ha imposto al coordinatore del Pdl Giulio Fibbi di rimuovere il vessillo del partito e la bandiera con il tricolore dal tetto della sua abitazione all'angolo tra via Perilli e viale Bonopera perchè incompatibile con i vincoli paesaggistici.

L'altro giorno il Comune ha notificato al coordinatore del Pdl di rimuovere i due vessilli dal tetto della sua abitazione. Per Fibbi però, che ha lasciato sventolare il tricolore, si tratta di un atto privo di ogni motivazione, tanto da ricorrere al Tar per chiedere la sospensiva del provvedimento. “In attesa della sospensiva del Tar, cui sono ricorso, mi sono munito anche di una perizia tecnica che conferma l'assoluta stabilità statica del pennone del tricolore - precisa Giulio Fibbi- l'asta che ho apposto sul tetto di casa mia è regolare e non deve essere rimossa". "Aspetteremo l'arrivo dei tecnici del Comune a casa di Fibbi -aggiunge Roberto Paradisi del Coordinamento Civico- ed impediremo fisicamente la rimozione del tricolore che è un vessillo nazionale e appartiene a tutti. Era dagli anni '70 che non si scendeva in piazza per difendere il tricolore e noi ora torniamo a farlo".

Coordinamento Civico e Pdl infatti domenica dalle 16.30 alle 19.30 saranno in piazza Roma per la campagna "Difendiamo il tricolore" ed invitare i cittadini ad esporre la bandiera italiana. In attesa del responso del ricorso al Tar, Fibbi ha scritto una lettera anche al presidente Napolitano sulla vicenda del tricolore. "Al presidente Napolitano abbiamo chiesto se ritiene indecoroso esporre il tricolore -afferma Gabriele Girolimetti del Pdl- al geometra del Comune Stefano Ciacci chiediamo invece se sia consentito esporre altre bandiere, come ad esempio quella della Pace esposta in Comune e perché il Comune si è accorto della bandiera di Fibbi solo a ridosso delle elezioni".

Per Marcantoni, cadidato sindaco, la "mossa" del comune ha un chiaro intento elettorale. "Vogliamo sapere chi ha preso politicamente l'iniziativa di procedere con il provvedimento -chiede Fabrizio Marcantoni- questa persona deve rispondere ai cittadini per questa figuraccia che ha un chiaro intento elettorale”.








Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2010 alle 18:05 sul giornale del 23 gennaio 2010 - 6774 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, giulia mancinelli, gabriele girolimetti, politica, fabrizio marcantoni, giulio fibbi, tricolore

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/NRq


Il tricolore non so perchè debba essere rimosso.<br />
In fin dei conti anche il Presidente emerito della Repubblica Carlo A. Ciampi sperava in un ritorno di visibilità del tricolore.<br />
<br />
Non so cosa impedisca l\'esposizione dell\'altra bandiera, se non motivazioni politiche: in effetti bandiere politiche le ho sempre viste nelle sfilate o nelle sedi di partito, non esposte all\'esterno di case private.<br />
Fastidio non ne da, ne darebbe se diventasse una mania.<br />

didimi

Sono sempre più meravigliato dall\'operato di questa amministrazione comunale.<br />
Riporto questo link:<br />
http://www.governo.it/Presidenza/cerimoniale/quesiti.html<br />
Si evince, al punto 2) che è assoulutamente lecito esporre il tricolore.<br />
Si evince, al punto 14) che è vietato esporre negli edifici pubblici bandiere di partito o di associazioni o di movimenti o bandiere della pace.<br />
Occorre, a volte, agire con coscienza e criterio, ricordando che, più volte, questa amministrazione ha agito contro regolamento.<br />
Come esempio riporto sia la bandiera della pace esposta in Piazza Roma, sia errori nell\'ordine di posizionamento delle bandiere in Piazzale della Libertà.<br />
Se Stefano Ciacci fosse tanto coerente quanto zelante, dovrebbe anche far rimuovere la bandiera di Città del Vaticano, esposta spesso all\'ingresso dell\'Opera Pia.

giacomo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Nulla contro il tricolore. <br />
Ogni cittadino deve essere libero di esporre la bandiera che vuole. Sia quella della Pace, del suo partito, della sua nazione, del suo credo.<br />

Onore al Sig. Fibbi. <br />
Tutto il mio sostegno.<br />
Penso che tornerò a fare sventolare anche dal mio terrazzo il \"famigerato\" Tricolore allora...io mi limitavo ad esporlo solo in date e ricorrenze diciamo \"sentite\" come il 2 Giugno festa della Repubblica;ed il 12 novembre anniversario della strage di Nassirya ed ultimamente ogni qual volta un nostro militare in missione di pace perdeva la vita...ovviamente era listato a lutto; ho notato con estremo piacere ed onore che di fronte a casa mia altri seguivano l\'esempio...perciò giù le mani dal Nostro Tricolore.<br />
Posso concordare sul rimuovere eventuali vessilli di partiti politici, nel qual caso però...tutti e non solo quelli del PDL....<br />
Orgoglioso di essere Italiano lasciate stare la Bandiera.<br />
Massimo

Questa è un\'altra vergognosa mossa dell\'amministrazione comunale di Senigallia.<br />
Esporre un tricolore non deturpa nulla, nè tantomeno deve suscitare scandalo.<br />
Lo stesso vale per qualsiasi bandiera politica.<br />
Questa mossa rende anche l\'idea del senso dello Stato che ha la nostra amministrazione.<br />
W il tricolore!<br />
Solidarietà a Giulio Fibbi per la vigliaccata fatta a suo danno.

togliete il tricolore ai fascisti, via i fascisti dall\'Italia!!! il tricolore stia con i Patrioti della Costituzione, il tricolore è liberta, democrazia, uguaglianza, fraternità, simbolo della Repubblica Costizionale

Certo, il Tricolore della nostra Repubblica è e deve essere ANTIFASCISTA. <br />

Chi sarebbero sti fascisti guattolo?<br />
Fa nomi e cognomi così chi vuole può, se ritiene, querelarti.<br />
Il tricolore è il simbolo dell\'Italia e di tutti gli italiani, anche di chi scrive cose vomitevoli come te.<br />
Tu non hai l\'autorità morale per dire di chi sia o meno la nostra bandiera.<br />
Vergognati, l\'unico fascista sei tu.<br />

Dice bene Sig. OmniaByte! Resta solo da vedere se sia lecito esporre la bandiera della pace dalle finestre della sala di un consiglio comunale come nel recente passato e stato fatto.

L\'Amministrzione, o chi per essa, ha fatto una cazzata. OK, il tricolore è il simbolo dell\'unità nazionale e non ci vedo nulla di male ad esporlo. Senonchè magari esiste qualche legge che ne regola l\'utilizzo. Che ne so, su qualche palazzo si su altri no, ma non è importante, quello che conta invece è tutto il can can della opposizione, tra i quali, mi sembra di comprendere, vi siano ex missini, quindi poco titolati ad esaltare il tricolore che rappresenta invece una Italia diversa, certo diversa da quella che i loro nonni avevano regalato ai camerati germanici, e che si è liberata con i sacrifici di tante donne e tanti uomini che ci consentono oggi di far sventolare con orgoglio quella bandiera. Ma cortesemente, una domanda, gli stessi che strillano, giustamente, contro la cazzata dell\'amministrazione, non sono gli stessi che vanno a braccetto con quella lega i cui dirigenti invitavano a pulircisi il c...?. Echè la bandiera non è sempre la stessa? E allora per favore, basta con le str...... e parliamo di cose serie. Per esempio, il palo con la bandiera deturpa, invece il nuovo ponte che collegherà la sacelit alla stazione, e che impedirà dal molo di vedere quella quinta meravigliosa che sono i portici, quella non deturpa? Dai opposizione, opponetevi con motivi seri però. Grazie

sandro

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Off-topic

.. scherzavo, eh.. scusa

certo che non esistono ne fascisti ne comunisti oggigiorno, volevo provà a fa come \'quello\' e vedè se me credevano

Ma il pennone su cui la bandiera era issata era a norma?<br />
Inoltre esporre la Bandiera Italiana vicino ad una bandiera di partito è lecito? Pensavo fosse vietato, ma forse ricordo male...<br />
<br />
Non commento, invece, la frase di Paradisi: \"Aspetteremo l\'arrivo dei tecnici del Comune a casa di Fibbied impediremo fisicamente la rimozione del tricolore\", perchè lui che è avvocato dovrebbe sapere che i tecnici del comune non sono competenti alla rimozione del vessillo.<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Invece del quasi inutile interrogativo sulla messa a norma del pennone si è mai posto il dubbio, il Sig. Bartozzi, su quanto fosse lecito esporre la bandiera della pace dalle finestre del consiglio comunale? Superfluo ricordare (anche se pure qualche dirigente pare faccia un pò di confusione) che l\'abitazione di Giulio Fibbi è appunto l\'abitazione di Giulio Fibbi mentre la sala del consiglio è un locale di un edificio pubblico.

Volevo sorvolare su questo commento ma...gni \'a fò. A quanto mi pare di ricordare gli ex missini hanno sempre manifestato agli amici della Lega (e pure agli italiani che invece del tricolore preferivano esibire kefie - sarà il plurale di kefiah? - ed altre cose più o meno colorate, o a quelli che sloganeggiavano 100 e 1000 Nassirya quando sicuramente si potevano dedicare ad altro) il loro pensiero sul tricolore. Oggi, e siamo nel 2010, si risponde a chi non trova nulla di sbagliato a sventolare la bandiera della pace dal consiglio comunale ma dopo anni di sventolio tricolore diventa sensibile ed allergico alla bandiera nazionale.<br />
PS: l\'opposizione si oppone con la dovuta serietà ai provvedimenti della maggioranza che meritano di essere contrastati, che si tratti di bandiere, di contratti rinnovati a ditte insolventi, di spese bizzarre per manifestazioni di pochi minuti...

Pablo non ha risposto alla mia domanda... Devo immaginare che forse qualcosa a norma non ci sia? O forse si è solo scordato di rispondere nella furia di scrivere altre cose che non c\'entrano nulla?<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Dopo un gesto assolutamente vergognoso da parte dell\'amministrazione c\'è chi cerca di sviare l\'attenzione in 2 modi.<br />
Nel primo caso, come Bartozzi, si va a cercare una soluzione polemico-formale dicendo: ma siamo sicuri che è a norma? Ma ci può stare?<br />
Tipica polemica inutile ed italiana, perchè tra l\'altro mi sembra di aver capito che sia assolutamente lecito esporre la bandiera italiana.<br />
Nel secondo caso c\'è chi cerca di stabilire che siano i veri italiani e quali cittadini italiani possano o meno riconoscersi nel tricolore.<br />
Francamente preferisco gli azzeccagarbugli della prima specie, perchè dire che chi appartiene od apparteneva ad un certo partito non è un rappresentante del tricolore fa solamente ridere.<br />
Rimane poi da chiedersi come mai, se quella bandiera sta esposta nella casa di un privato cittadino da molto tempo come mai si intervenga 2 mesi prima delle elezioni... che è una prova di forza?<br />
Ripeto, queste manifestazioni rendono l\'idea del senso di Stato e di unità nazionale, di UGUAGLIANZA TRA CITTADINI, formale e sostanziale (art. 3 Cost.) che certe persone hanno, sia che facciano politica in modo attivo sia che siano semplici elettori di qualche partito.<br />
Questo era uno di quei casi in cui tutti potevamo ritrovarci uniti nel riconoscere un errore ed ammetterlo.<br />
Un\'occasione persa, peccato.<br />

La cosa comincia a divertirmi: l\'abitazione di Giulio Fibbi non è un edificio abusivo ma valutare questo non spetta a noi, la documentazione c\'è e basterebbe che chi soffre di \'firma facile\' abbia solo voglia di leggere. Trattandosi dell\'abitazione di un privato cittadino non credo spetti a noi due la verifica. <br />
E Sig. Bartozzi, \"...non ha risposto alla mia domanda... Devo immaginare che forse qualcosa ..di lecito (sull\'esposizione della bandiera della pace dal consiglio comunale) non ci sia? O forse si è solo scordato di rispondere nella furia di scrivere altre cose che non c\'entrano nulla?\" :)<br />