Le opere di Pergolesi in alta definizione

William Graziosi 5' di lettura 25/01/2010 - La Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi e UNITEL CLASSICA di Monaco di Baviera annunciano la registrazione in alta definizione di tutte le opere teatrali di Giovanni Battista Pergolesi, interpretate dai migliori complessi italiani con strumenti originali, con direttori, artisti e registi di fama internazionale. I quattro drammi, le due commedie ed i due intermezzi saranno rappresentati a Jesi fino al 2011 nell’ambito delle Celebrazioni per il Terzo Centenario della nascita del compositore.

In occasione dei trecento anni della nascita di Giovanni Battista Pergolesi, nato nel 1710 a Jesi e morto a soli ventisei anni a Pozzuoli, la Fondazione Pergolesi Spontini in collaborazione con UNITEL CLASSICA di Monaco di Baviera - leader mondiale nella produzione e distribuzione di musica classica per tv e video/Dvd in HD e proprietaria dei canali satellitari Classica – registrerà in alta definizione le opere teatrali del compositore. Analogamente a quanto avvenuto a Salisburgo con l’integrale di Mozart – M 22, e di Tutto Verdi attualmente in corso, verranno registrati i quattro drammi, le due commedie ed i due intermezzi, in revisione critica, affidati ai migliori complessi italiani con strumenti originali, con direttori, artisti e registi di fama internazionale. Le riprese avverranno a Jesi tra il 2010 e il 2011, dove saranno messe in scena nell’ambito delle Celebrazioni per il Terzo Centenario della Nascita di Giovanni Battista Pergolesi, Celebrazioni che prevedono l’esecuzione dell’opera omnia del compositore.



Per William Graziosi, Amministratore Delegato della Fondazione Pergolesi Spontini, “è un avvenimento di grande portata per il mondo della musica: del teatro di Pergolesi erano finora a disposizione poche registrazioni audio e pochissime in video. Poter disporre di tutte e sei le opere teatrali e dei due intermezzi, di cui solo la Serva padrona gode di universale notorietà, potenzia quella Pergolesi-renaissance cominciata fin dal 2002 a Jesi. Attraverso prodotti multimediali di altissima qualità, è possibile portare Pergolesi in tutto il mondo, ad un pubblico davvero internazionale, ed in particolare ai giovani sempre attenti alle nuove tecnologie. Infatti la Fondazione riserva una particolare attenzione ai giovani e ai giovanissimi, con un progetto didattico che utilizza nuovi linguaggi ed avvicina l’opera pergolesiana attraverso percorsi e mezzi più familiari alle nuove generazioni.



Mettere Pergolesi a disposizione di tutti è l’obiettivo: web, televisioni e video saranno di grande aiuto” Jan Mojto, Presidente di UNITEL CLASSICA :“UNITEL CLASSICA è felice di prendere parte all’importante progetto della Fondazione Pergolesi Spontini di mettere in scena tutte le opere di Pergolesi nel corso di un anno, registrando l’intero ciclo con produzioni audiovisive della migliore qualità (High Definition video, audio 5.1). Come per la documentazione di tutte le 22 opere di Wolfgang Amadeus Mozart nel 2006, il progetto in corso “Tutto Verdi”, l’integrale delle sinfonie di Beethoven, Brahms and Mahler con Leonard Bernstein ed Herbert von Karajan, e il ciclo in corso “Beethoven 9” con Christian Thielemann ed i Wiener Philharmoniker, per la UNITEL CLASSICA questa iniziativa rappresenta un’ulteriore pietra miliare nella sua storia di oltre 40 anni.” Allo stand della Fondazione Pergolesi Spontini al MIDEM di Cannes l’affluenza è continua e vivace: nella prima giornata tra i visitatori c’erano il soprano Mirella Freni, il Sovrintendente dell’Opera di Zurigo Alexander Pereira, il compositore Lorenzo Ferrero, il direttore della Emi Classics Alain Lanceron, Jeffrey Vanderveen della Universal, Andrea Andermann –il produttore di Tosca e Traviata in mondovisione - , Mimma Guastoni di Rai Trade, Yoshiyuki Nagatake dell’Università Shobi di Tokio. Tre edizioni del Festival a Jesi nel cuore della regione Marche ospiteranno le sei opere teatrali.



Dal 4 al 13 giugno 2010 avrà luogo il Pergolesi Festival di Primavera: il 4 e 6 giugno Ottavio Dantone dirige l’Accademia Bizantina al Teatro-Studio Moriconi di Jesi ne Il Flaminio (regia di Michal Znaniecki) e al Teatro Pergolesi l’Adriano in Siria con gli intermezzi Livietta e Tracollo il 10 e 12 giugno (regia di Ignacio Garcia). Tra gli eventi da segnalare, inoltre, l’Europa Galante diretta da Fabio Biondi nell’Oratorio La Fenice sul rogo, ovvero la morte di S. Giuseppe al Teatro-Studio Moriconi il 13 giugno. Il X Pergolesi Spontini Festival in programma dal 3 al 25 settembre 2010 a Jesi e in altre località in provincia di Ancona, presenta un nuovo allestimento de Lo frate ‘nnamorato (Teatro Pergolesi, 3 e 5 settembre) con la regia di Willy Landin e L’Olimpiade con la regia di Italo Nunziata (Teatro Moriconi, 10 e 12 settembre), entrambi diretti da Ottavio Dantone alla guida dell’Accademia Bizantina. Nel cartellone del Festival di settembre saranno, tra l’altro, il concerto del Bach Consort Wien diretto da Ruben Dubrovski, e l’esecuzione del dramma sacro Li prodigi della divina grazia nella conversione e morte di San Guglielmo Duca d’Aquitania con Les Talens Lyriques diretti da Christophe Rousset. Grande attesa il 25 settembre per il ritorno di Claudio Abbado e l’Orchestra Mozart al Teatro Pergolesi di Jesi in un programma di musiche pergolesiane tra cui il più noto capolavoro del compositore jesino, lo Stabat Mater.



Il Pergolesi Festival d’Inverno sarà ospitato nell’ambito della 43ª Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi: il 17 e 19 dicembre 2010 è prevista la messa in scena de Il prigionier superbo con gli intermezzi La serva padrona con la direzione di Corrado Rovaris alla guida dell’Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani e con la regia di Henning Brockhaus; il 18 dicembre il Concerto in si bemolle maggiore di Pergolesi eseguito da Alberto Martini violino solista e dall’Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani diretta da Corrado Rovaris. Il 14 e 16 gennaio 2011 appuntamento con La Salustia, con Antonio Florio che dirige l’Orchestra della Cappella della Pietà de’ Turchini e la regia di Jean-Paul Scarpitta. Completano il programma, il 22 dicembre il Concerto dell’ensemble Il Giardino Armonico diretto da Giovanni Antonini; ed il 15 gennaio, il concerto dell’Orchestra della Cappella della Pietà de’ Turchini diretta da Antonio Florio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-01-2010 alle 16:12 sul giornale del 26 gennaio 2010 - 1950 letture

In questo articolo si parla di cultura, teatro, jesi, fondazione pergolesi spontini





logoEV