Discarica d\'amianto a cielo aperto in via Tevere

1' di lettura 26/01/2010 - I consiglieri comunali Gabriele Girolimetti e Gabriele Cameruccio, raccogliendo l\'appello lanciato da Alberto Diambra, hanno denuciato la presenza di una discarica abusiva in via Tevere, sono presenti anche rifiuti d\'amianto.

\"Il comune invece di lamentarsi per le bandiere dovrebbe tenere maggiormente sotto controllo queste situazioni -ha sottolineato Girolimetti-.Vogliamo sapere di chi è questo terreno e perchè si trova in questo stato\" \"Sono anni che questi rifiuti sono qui -ha continuato Alberto Diambra, portavoce del comitato spontaneo cittadino-. La presenza di rifiuti d\'amianto rende la situazione pericolosa.\"

Ma la discarica non sembra essere l\'unico problema del quartiere. \" L\'innalzamento delle quote di campagna per poter edificare la zona Peep qui a bordo fiume, ha creato una vera e propria \"vasca da bagno\" -continua Diambra-. In caso di tracimazione del fiume, i vecchi residenti ne subirebbero le conseguenze. Il problema già affiora in caso di pioggia. L\'assessore all\'urbanistica ha inoltre comunicato recentemente l\'urbanizzazione anche dell\'area Br2, quella difronte all\'altra zona Peep. Stesso procedimento di innalzamento di un metro e mezzo delle quote e quindi stesso risultato in caso di piena. Tutto ciò nonostante una sentenza del Tar Marche.\"







Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2010 alle 14:34 sul giornale del 27 gennaio 2010 - 4445 letture

In questo articolo si parla di cronaca, gabriele cameruccio, riccardo silvi, amianto, gabriele girolimetti, discarica, via tevere, Alberto Diambra, abusiva


Certo che sotto la campagna elettorale è facile fare certi tipi di battaglie.Ma perchè nessuno si era mai accorto di quello che avveniva durante la bonifica dei due ex stabilimenti Sacelit ed Italcementi?Ci saranno tempi e modi per fare un rendiconto di quanto stava succedendo a Senigallia,comunque tutto fa brodo.Auguri a tutti coloro che si affianchino alle lotte dell\'Ala Associazione Lotta a all\'amianto che reclama ma nessuno l\'affianca se non il prof. Roberto Mancini.

Commento modificato il 28 gennaio 2010

Sig. Montanari,per quanto riguarda lo stato di degrado di quella area,i cosiglieri lo avevano sottolineato anche un anno fa,la cosa è documentata.Per quanto riguarda la bonifica della area SACELIT, lei con le sue lotte a difesa della salute pubblica ha fatto un lavoro egregio e la città penso le ne è grata.<br />
Ma non è vero che Mancini lotta da solo,perche in consiglio raccoglie sempre i voti di tutta l\'opposizione quando si parla di amianto.<br />
Con stima.

Gazzettti, prima dele feste natalizie, invitò il comune senza fare polemica a verificare che in tutto il territorio comunale non ci fosse presenza di amiano,il risultato fu una replica stizzita,per dire un eufemismo del Comune,i cui amministratiri devono ricordarsi di rappresentare un\'istituzione e non un ente politico ed al tempo stesso i soliti gratuiti e diffamatori commenti sotto l nei confronto di Gazzetti l\'articolo, commenti che non si è risparmiato nemeno l?assessore Ceresoni in merito ad un altro topici che riguardava il trasporto pubblico:\"Viene dal\'era glaciale\".Ora è venuta fuori questa storia,l\'amianto è pericolosissimo e via Tevere non è che sta in un punto così disperso del teritorio comunaloe,ci si poteva impegnare un po\' di più per trovare la discarica con presente amianto,da parte dell\'Ente e di chi ha rappresentato l\'oposizione per questi cinque anni,chissà perché le elezioni sono il 28 marzo e la storia viene fatta venire a galla solo ora,mi viene da pensare che tutto fosse già di conoscenza da parte dei consiglieri di opposizione e non ci fosse nessuna scoperta da fare,non si tirano fuori le carte al momento giusto facendosi fotografare sul posto quando i protagonisti non sono i consiglieri, la salute della gente.Mi immagino la solita replica del Comune che cerca di giustificare l\'ingiustificabile,gli amministratori comunali dovrebbero ricordarsi un po\' di più di essere un\'ente che ha doveri nei confronti dei cittadini,figuriamoci se non li deve avere sulla bonifica dell\'amianto,sulla mesa in sicurezza di bici e pedoni,che siano un po\' meno permalosi questi amministratori.

Potevano sottolinearlo un po\' di più i consiglieri se lo sapevano già da un anno che ci fosse la discarica in Via Tevere,anziché fare ora azioni teatrali elettorali coredate di foto cartolina.Io penso che la società è messa male e chi ci rimette sono i comuni cittadini,bisogna essere un po\' più coerenti e costanti nel rappresentarli,non pensare alla propria utilità personale.

Nella notte tra il 25 gennaio e il 26 nella discarica in argomento sono spariti,ad opera non so di chi,consistenti rifiuti in amianto in stato di grave deperimento.La discarica era stata segnalata per iscritto già da parecchio tempo al Comune di Senigallia,Provincia di Ancona,Autorità Sanitarie di sanità pubblica,Questura,Vigili Urbani di Senigallia,Commissariato di Senigallia per iscritto,oltre a numerose telefonate agli Uffici Comunali:urbanistica,ambiente ,patrimonio,polizia municipale ed altri,senza nessun risultato.Ora si spera in una attivazione sollecita.sia per sapere dove è stato smaltito l\'amianto sparito sia per lo smaltimento regolare dell\'ifrastruttura abusiva su terreno comunale e sia per la riqualificazione dell\'area ,ora adibita ad orti abusivi su terreno comunale con grossi contenitori in amianto,in verde atrezzato o giardini come previsto.Quanto sopra prima che anche il rimanente AMIANTO venga smaltito in modo non regolare.Si ribadisce che l\'area e frequentata da bambini e da Scaut della vicina Sede.

tuttacanna

Commento sconsigliato, leggilo comunque

pepito sbarzeguti

Commento sconsigliato, leggilo comunque