Si insedia il nuovo dirigente del commissariato di polizia di Jesi

neo dirigente del commissariato di polizia commissario Massara 26/01/2010 - Si chiama Antonio Orazio Massara e proviene dal comparto di Polfer di Ancona. E’ il nuovo dirigente del commissariato di polizia di Jesi. Insediatosi due giorni fa, sostituisce il vice questore Agata Cabino, ora a Roma. Il neo commissario ha incontrato ieri i rappresentanti della stampa.

Il commissario Massara, dopo cinque anni alla Questura di Cosenza nella dura realtà calabrese e precedenti incarichi al compartimento della Polfer di Ancona, alla Questura e sette anni all’ufficio di polizia di frontiera, accoglie con entusiasmo la guida del commissariato di Jesi.

Sono felice dell’incarico assunto - spiega - Jesi è una bella città, che ha uno standard di sicurezza nella media delle altre città marchigiane, non registriamo alcun tipo di allarmismo o profilo critico della situazione. Anche se cercheremo di monitorare qualsiasi profilo di illegalità possa emergere. Le nostre attenzioni sono rivolte soprattutto alla cittadinanza. I nostri uffici cercheranno di avere una maggiore presenza all’esterno, per stare più vicino alla città. Le Marche sono una terra di gente laboriosa, che collabora essa stessa al mantenimento di una società pacifica”.

Il commissario ha poi parlato di “sicurezza partecipata” e dell’importanza del numero di emergenza 113, quale riferimento per la gente anche solo in presenza di sospetti. “La sicurezza partecipata non è altro che un coinvolgimento contestuale e sinergico di tutte le forze dell’ordine e di polizia in campo, delle istituzioni e del cittadino a cui ci rivolgiamo chiedendo la massima collaborazione. Insomma, di far riferimento al nostro commissariato contattando il numero di emergenza 113, che è la forma più rapida di intervento. Oppure, i cittadini possono recarsi direttamente qui nei nostri uffici. Naturalmente, operiamo sotto la direzione del Questore di Ancona Giorgio Jacobone, il nostro commissariato è un ufficio periferico della Questura”.








Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2010 alle 18:12 sul giornale del 27 gennaio 2010 - 10341 letture

In questo articolo si parla di cronaca