Comitato: Sadam, Turbogas e Bat un\'altra \'BATggianata\'

Comitato Tutela della salute e dell\'ambiente della Vallesina| 29/01/2010 - \"L’utilizzo delle migliori tecnologie per l’abbattimento degli inquinanti per la centrale Turbogas in rinnovo di autorizzazione è un nostro diritto (nonché “dovere” per l’azienda applicarlo e per gli organi competenti richiederlo) sancito dalla normative vigenti, oltreché da consolidata giurisprudenza penale ed amministrativa\".

Non solo. Nel caso di situazioni particolarmente critiche, è possibile prevedere anche “misure più rigorose di quelle ottenibili con le migliori tecniche disponibili”. Che il Gruppo Maccaferri, nella trattativa per la riconversione dello zuccherificio, possa tentare di inserire come una sorta di concessione l’utilizzo delle BAT nel rinnovo dell’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) della Turbogas, cioè qualcosa che comunque dovrebbe dare, potrebbe essere comprensibile. Ma che il nostro Sindaco ed alcuni consiglieri comunali, che dovrebbero essere dalla parte esclusiva dei cittadini, possano utilizzare un nostro diritto già acquisito e già dovuto come “arma di convinzione” sbandierandola come una conquista ed una vittoria nella trattativa, risulterebbe essere davvero puerile. E’ chiaro, quindi, che dire SI all’accordo di riconversione Sadam perché si è ottenuto dall’azienda ciò che l’azienda stessa dovrebbe comunque concedere, apparirebbe palesemente come il solito giochino delle parti che sa di presa in giro per i cittadini. Ed ora un po’ di riferimenti normativi (grassetto e sottolineato sono nostri).



L’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) è regolata dal Dec.Lgs. 59/2005. Riporto, alcuni stralci significativi del decreto che riguardano la questione delle BAT.



Articolo 3

Principi generali dell\' autorizzazione integrata ambientale

1. L\'autorità competente, nel determinare le condizioni per l\'autorizzazione integrata ambientale, fermo restando il rispetto delle norme di qualità ambientale, tiene conto dei seguenti principi generali: a) DEVONO (il maiuscolo è nostro, ndr) essere prese le opportune misure di prevenzione dell\'inquinamento, applicando in particolare le migliori tecniche disponibili; b) non si devono verificare fenomeni di inquinamento significativi;...



Articolo 4

Individuazione e utilizzo delle migliori tecniche disponibili

1. L\'autorizzazione integrata ambientale per gli impianti rientranti nelle attività di cui all\'allegato I è rilasciata tenendo conto delle considerazioni riportate nell\'allegato IV e delle informazioni diffuse ai sensi dell\'articolo 14, comma 4, e nel rispetto delle linee guida per l\'individuazione e l\'utilizzo delle migliori tecniche disponibili, emanate con uno o più decreti dei Ministri dell\'ambiente e della tutela del territorio, per le attività produttive e della salute, sentita la Conferenza Unificata istituita ai sensi del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281...



Articolo 7

Condizioni dell\'autorizzazione integrata ambientale ………………

4. Fatto salvo l\'articolo 8, i valori limite di emissione, i parametri e le misure tecniche equivalenti di cui al comma 3 fanno riferimento all\'applicazione delle migliori tecniche disponibili, senza l\'obbligo di utilizzare una tecnica o una tecnologia specifica, tenendo conto delle caratteristiche tecniche dell\'impianto in questione, della sua ubicazione geografica e delle condizioni locali dell\'ambiente. In tutti i casi, le condizioni di autorizzazione prevedono disposizioni per ridurre al minimo l\'inquinamento a grande distanza o attraverso le frontiere e garantiscono un elevato livello di protezione dell\'ambiente nel suo insieme...



Articolo 8

Migliori tecniche disponibili e norme di qualità ambientale

1. Se, a seguito di una valutazione dell\'autorità competente, che tenga conto di tutte le emissioni coinvolte, risulta necessario applicare ad impianti, localizzati in una determinata area, misure più rigorose di quelle ottenibili con le migliori tecniche disponibili, al fine di assicurare in tale area il rispetto delle norme di qualità ambientale, l\'autorità competente può prescrivere nelle autorizzazioni integrate ambientali MISURE SUPPLEMENTARI PARTICOLARI PIU’ RIGOROSE, fatte salve le altre misure che possono essere adottate per rispettare le norme di qualità ambientale.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2010 alle 17:17 sul giornale del 01 febbraio 2010 - 1340 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, jesi, Vallesina, Comitato Tutela della salute e dell\'ambiente della Vallesina