Calcio: le ragazze della Jesina crollano a Napoli

calcio 10/02/2010 - Di positivo dalla trasferta di Napoli la formazione Jesina porta a casa, oltre alla bella giornata di sole, la convinzione che se si riuscirà a restare uniti e a non abbattersi troppo per la serie di risultati negativi che da troppo tempo ci accompagna alla fine si potrà sorridere al termine di questo strano e un po’ sfortunato Campionato.

Strano perché durante la settimana si è avuta la sentenza relativa al destino del Sezze, Società che si è vista estromessa dalla competizione per difficoltà economiche e che ha comportato l’azzeramento dei risultati dalla stessa squadra ottenuti fino a qui, strano come la decisione da parte della Divisione di far comunque retrocedere un’altra squadra dal nostro girone quando di certo poteva essere gestita diversamente la cosa (ma la questione non è certo chiusa qui, ne riparleremo!), sfortunato perché due ragazze svincolate dal Sezze ce le ritroviamo subito contro e ci fanno pure doppietta, gli infortuni non ci abbandonano mai, anche oggi si son bloccate sul più bello Zambonelli e Catena per problemi fisici quando già avevamo dovuto rinunciare all’apporto della Luciani che non aveva potuto prendere parte alla trasferta, di Mancini sentitasi male durante il viaggio e perché quella maledetta palla non ne vuol proprio sapere di entrare dalla parte giusta ma così è la vita, passerà!

La cronaca racconta di una partita affrontata col giusto piglio dalle ragazze jesine, bene attente a non lasciare spazio alle avversarie che dispongono in attacco di un duo notevole per la categoria, Pirone-Caccamo, molto veloci ed abili in fase offensiva ma ben controllate da Allum e Liuti che lasciano loro poco spazio confortate da Scarponi alle loro spalle e da un centrocampo molto stretto che crea difficoltà alla manovra Partenopea davanti. La prima occasione pericolosa nasce intorno al 15’ minuto con un tiro della Capponi su punizione dal limite che coglie la traversa alla destra di Cantori, la risposta jesina due minuti dopo con un bel destro dal limite di Cremonesi di poco alto sulla traversa.

Gara equilibrata con la Carpisa Yamamay che ha maggiormente il controllo del gioco ma non riesce a sfondare pericolosamente fino a che al 37’ su un campanile altissimo a centro area e molto brava la neo arrivata Caccamo a mettere la palla a terra e ad infilare di contro balzo Cantori per l’uno a zero. Due minuti dopo l’estremo biancorosso dirà di no ad una botta dal limite di Lecce respingendo in calcio d’angolo.pa Si va all’intervallo con la consapevolezza che la partita sia ancora pienamente da giocare ed infatti si ricomincia all’arrembaggio e si riesce a chiudere la formazione di casa nella sua trequarti; In particolare è la Zambonelli a suonare la carica ben coadiuvata in avanti dal movimento di Mastrovincenzo e sarà la prima a sfiorare ancora la traversa con un gran tiro dal limite prima e a colpirla poi con una gran punizione a giro ma la palla picchia a terra fuori della linea.

Continuano ad attaccare le leoncelle, perfetto lancio della Zambonelli per Cremonesi che lascia partire un pallonetto, palla ancora sulla traversa a portiere spacciato, niente da fare. Un minuto dopo, siamo al 24’, il forte centrocampista jesino dovrà uscire per un malanno muscolare e sarà sostituito dalla Anselmi. Neanche il tempo di sistemarsi e c’è il raddoppio delle azzurre: Gran cross dalla destra della Granata e al volo a centro area Caccamo mette dentro un bellissimo raddoppio, personale e di squadra. A questo punto rimane il tempo di registrare gli esordi in serie A2 di Rosini (classe 92’) e Sandroni (classe 90’) in luogo di Catena e Mastrovincenzo e la terza rete napoletana con Pirone che riesce ad agganciare una palla poco dentro l’aerea dopo una bella azione locale con estremo tentativo di salvataggio di Allum in scivolata, niente da fare e rete. Da rilevare nella giornata negativa il buon rientro dal primo minuto e per tutta la gara di Lasca che ha dato un contributo importante al centrocampo jesino così come per altro le solite Biondi e Fiorella.

A questo punto guardiamo avanti e il futuro dice che Domenica torniamo al Campo Sportivo Comunale Carotti ed andiamo ad affrontare il Pisa, appuntamento alle ore 14.30.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2010 alle 16:30 sul giornale del 11 febbraio 2010 - 932 letture

In questo articolo si parla di attualità, sport, calcio