Fai: \'Sulla Sadam un\'altra occasione persa\'

sadam 14/02/2010 - L’ultimo consiglio comunale sulla Sadam è stata un’altra occasione perduta per la città!

Qualcuno può sicuramente essere contento del risultato del voto dei consiglieri, in maggioranza contrari alla riconversione, ma questo alla fine poco influisce sulla scelta del sindaco di firmare comunque l’accordo. Per tale motivo forse la città avrà un rimpasto di giunta, probabilmente utile solo ai tanti giochi di potere che si sono consumati dietro l’affare Sadam.

In realtà si è consumato l’ennesimo fallimento della politica, quella fatta da e per i cittadini, visto anche sul piano della democrazia, con sceneggiate in aula, blindatura della sala ed ancora la sostanziale indifferenza della città. Indifferenza verso un futuro nero per l’ambiente e per l’occupazione e molto ricco di profitti per l’unico “intoccabile” del gioco: il gruppo Sadam.

Alla fine vincono i poteri forti, chi urla di più, chi riesce a mostrare i muscoli? Forse no, almeno finché si riuscirà a dire no alla centrale a biomasse esigendo la salvaguardia dei redditi minacciati dei lavoratori che proprio quando fanno cordone nella sala consiliare dimostrano di essere le prime vittime dei profitti di Maccaferri.

da Federazione Anarchica Italiana
Sez. Michele Bakunin - Jesi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2010 alle 16:31 sul giornale del 15 febbraio 2010 - 1101 letture

In questo articolo si parla di jesi, fai, sadam, Federazione Anarchica Italiana, Sez. Michele Bakunin