Vendita della sede del circolo cittadino di via Roma: le proposte del Pd

pierluigi santarelli 24/02/2010 - La spiacevole vicenda della vendita della storica sede politica di Via Roma sta volgendo al termine. Come ultimo segretario politico ds di quella sede mi permetto di intervenire innanzitutto per associarmi al dispiacere per la sorte di un pezzo di storia non solo politica ma davvero significativa delle radici di questo quartiere.

Quell’immobile è stato per molti anni il simbolo di una parte della città la cui prerogativa è la generosità, in termini politici, di contributo sociale e, non ultimo, di sacrificio per tutta la città. Non a caso quella sede è stata intitolata ai Martiri XX Giugno, proprio per dare continuità ad uno spirito che ben rappresenta la storia laica e antifascista della città.


Tutti noi sappiamo che i tempi in cui i partiti avevano, anche fisicamente, un radicamento sul territorio molto forte appartengono al passato. Oggi il pd, ma anche molti altri partiti, non hanno capacità finanziaria tale da permettersi beni immobiliari e vive solamente grazie al volontariato locale che evidentemente non genera risorse come una volta, tali da poter addirittura creare dal nulla dei veri e propri patrimoni per la collettività. Eppure questo volontariato ha dimostrato di saper tenere alta la bandiera come in occasione delle due ultime feste estive democratiche, che nulla hanno da invidiare alle storiche feste dell’unità.


Ma se i tempi cambiano credo sia comunque opportuno cercare di rendere meno amara la realtà, mantenendo anzi una continuità con lo spirito che ha animato questa storica esperienza di Via Roma. Sarebbe quindi auspicabile da un lato lasciare un tempo adeguato per permettere al circolo ARCI di trovare una soluzione alla propria collocazione. Dall’altro intitolare ai Martiri XX Giugno un’altra sede politica del pd in città.


da Pierluigi Santarelli
capogruppo Pd Jesi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2010 alle 18:16 sul giornale del 25 febbraio 2010 - 1001 letture

In questo articolo si parla di politica, Pierluigi Santarelli