Castelplanio: arriva \'Le mani le Ali\', 30 artisti per Carlo Urbani

carlo urbani 26/02/2010 - “Le Mani, le Ali” 30 Artisti per Carlo Urbani è una mostra d’arte, con contenuti di natura sociale e solidale, dedicata a Carlo Urbani, il medico di Castelplanio scomparso nel 2003 a causa della SARS da lui stesso scoperta e bloccata.

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Italiana Carlo Urbani Onlus e dal Comune di Ancona, Assessorato alla Cultura e Assessorato ai Servizi Sociali, e ha il patrocinio di Regione Marche, Provincia di Ancona e Comune di Castelplanio, città natale di Urbani. Trenta artisti di diversa area espressiva e da tutta Italia hanno aderito e sviluppato il tema dell’iniziativa, “le Mani, le Ali”, quale sintesi della vita di Carlo Urbani, donando proprie opere all’Associazione. I lavori potranno essere ritirati dai visitatori previa offerta a favore di AICU stabilita dagli stessi artisti.

Nata per continuare il percorso tracciato da Urbani, l’Associazione che ne porta il nome è attiva in Africa ed Asia. Le nostre principali azioni hanno lo scopo di favorire l’accesso ai farmaci essenziali la cui distribuzione nei canali tradizionali è in pratica impossibile in paesi emarginati dal punto di vista economico-commerciale. Si è scelto, quindi, al di là delle azioni istituzionali, di realizzare questa mostra per coinvolgere e far riflettere l’opinione pubblica sul tema della dignità dei popoli e dell’accesso alla salute nelle aree più povere del mondo perseguendo i seguenti obiettivi: 1)Sensibilizzare l’opinione pubblica in relazione all’operato di Carlo Urbani e ai temi profondamente collegati alla sua scelta umana e professionale. 2)Comunicare le motivazioni dell’Associazione Italiana Carlo Urbani Onlus, gli scopi e le azioni dirette o indirette di sostegno alle popolazioni bisognose. 3)Raccogliere fondi per finanziare azioni già pianificate ed altre future 4)Coinvolgere territorio, istituzioni e cittadini, attraverso la mostra “le Mani, le Ali”, alle iniziative solidali sostenute dall’Associazione.

All’interno dello spazio della Mole verranno esposte anche foto realizzate dallo stesso Urbani nei luoghi ove operava come Medico Senza Frontiere. Allo scopo di rendere ancor più chiaro l’operato dell’AICU, saranno a disposizione dei visitatori materiali sulle attività intraprese e libri, testimonianze e video su Carlo Urbani. L\'Associazione Italiana Carlo Urbani ringrazia tutti coloro che, a livello istituzionale o a titolo personale, hanno reso possibile questa iniziativa. Un nostro particolare riconoscimento spetta ancora agli artisti che hanno reinterpretato con grande sensibilità i temi cari a Carlo Urbani e all\'Associazione. A un primo gruppo, coinvolto dall\'associazione \"il Faro Verde\" di Ancona, si sono aggiunti via via altri artisti ed altre opere inviate da tutta Italia. \"Le Mani, le Ali\" 30 artisti per Carlo Urbani è il frutto colorato ed intenso di questa sentita partecipazione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-02-2010 alle 17:02 sul giornale del 27 febbraio 2010 - 948 letture

In questo articolo si parla di attualità, associazione italiana carlo urbani onlus, carlo urbani