Floriano Schiavoni: il Consiglio Comunale? 5 anni inutili

floriano schiavoni 06/03/2010 - Comunque andranno le elezioni del 28 e 29 Marzo non vedremo più in Consiglio Comunale Floriano Schiavoni, una persona che mancherà sia alla sua parte politica che alla controparte.


Floriano, ti ho incontrato per la prima volta il giorno in cui sei stato eletto quando son venuto a casa tua a farti la foto. Oggi finisce la tua avventura in consiglio comunale. A cosa è dovuta la scelta di non ricandidarti?
Dalla constatazione che la mia professionalità, salvo rare eccezioni, non è stata, nei fatti, mai considerata. Se un lavoro è inutile è anche inutile proseguirlo.

Ti sei sempre contraddistinto per aver preso ogni decisione in autonomia: ti sei trovato a votare provvedimenti della maggioranza in contrasto con il tuo stesso gruppo consigliare. È a causa di questa tua \'libertà di pensiero\' che non si è trovato posto per te in lista?
No! La decisione dipende da quanto riportato nel punto precedente. Se non mi sono dimesso prima del termine del mandato è per il rispetto di chi mi ha votato e per diversa visione di scelte con un collega di partito. In questa direzione debbo invece ringraziare i candidati a sindaco che mi hanno invitato a partecipare alla loro voglia di cambiare.

Sei stato uno dei primissimi amministratori pubblici ad utilizzare i commenti di Vivere Senigallia. Questo è stato utile alla tua esperienza amministrativa?
I commenti sono stati utilizzati per poter chiarire alcuni quesiti posti dai lettori e/o per maggiormente definire il mio pensiero.

Sempre su Vivere Senigallia sei stato attaccato duramente per la tua attività di cacciatore e per le foto della caccia al cinghiale. Da cosa nasce questa passione?
Come ti spieghi gli attacchi, anche violenti, ricevuti?

Ho sempre invitato tutti a partecipare ad una battuta di caccia al cinghiale per dimostrare i valori della medesima. Per questo motivo, oggi più di ieri, sono convinto che molti, anticaccia per definizione, possano cambiare pensiero.
La passione, per tradizione familiare, è nata in campagna e cresciuta strada facendo.
Lecito non approvare la mia passione. Incomprensibili, vista la legalità della stessa, gli attacchi subiti.

La tua attività di consigliere comunale è stata caratterizzata soprattutto dalla competenza nel tuo ambito professionale, ovvero in agricoltura. Pensi che il Consiglio Comunale abbia saputo sfruttare a pieno le tue competenze di Agronomo?
Visto il modo in cui hanno realizzato il “bosco di Topolino”, il modo in cui hanno irrigato le piante alle Bettolelle, il silenzio sulle future vasche di compensazione idraulica del Brugnetto- Bettolelle etc. direi proprio di no.

Se volessimo riassumere questa legislatura potremmo dire che l\'opposizione critica la maggioranza definendola antidemocratica e decisionista, mentre la maggioranza accusa l\'opposizione di non essere propositiva ma solo distruttiva. Quale è il tuo giudizio sulla passata legislatura?
Essere decisionisti, se si fa la politica del fare, è un obbligo. Certe eccessive scorciatoie sono state preoccupanti in quanto, anche se fatte in buona fede, potrebbero aver fatto pensare che si voleva nascondere qualcosa. Sul pensiero della maggioranza ricordo di aver proposto diversi ordini del giorno votati all’unanimità e nessuno ha avuto successivamente alcun riflesso pratico. Sono ancora fermamente convinto che la mia idea delle torri gemelli nell’area ex sacelit era migliore di quella attuata. Quando abbiamo fatto mancare, in maniera eccessiva, il numero legale riconosco di aver sbagliato.

Che bilancio fai della tua esperienza di consigliere comunale, sia a livello politico che a livello umano?
Nel complesso negativa in quanto, nei fatti, praticamente inutile per la cittadinanza.
Sul piano umano ogni esperienza diversa rispetto al passato è positiva in quanto aiuta a crescere e quindi ad affrontare, con maggior vigore, le nuove problematiche.

Chi credi uscirà vincitore da questa tornata elettorale?
Difficile battere chi negli anni precedenti ha avuto in mano l’urbanistica e i lavori pubblici ( il terreno è stato ben preparato nel passato).





Questa è un'intervista pubblicata il 06-03-2010 alle 09:29 sul giornale del 08 marzo 2010 - 7665 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, consiglio comunale, politica, amministrative 2010, intervista



arrivederci Schiavoni, avremo nostalgia della sua competenza

credo che per il consiglio comunale sia una notevole perdita, ho assistito a molti consigli: schiavoni è sempre stato esempio di liberta\', competenza e, cosa ormai rara, di buon senso.<br />

Grazie per quanto ha dato alla collettività e in bocca al lupo per il futuro.

Mi dispiace non ci sarà Schiavoni la prossima volta: non me ne è mai fregato nulla della sua passione per la caccia (che non condvido), ma almeno era un \"amministratore\" che rispondeva per se, che non alimentava stupide polemiche, che circostanziava e spiegava i motivi dei suoi disaccordi o le sue proposte.<br />
Si, spero proprio che la città non si trovi costretta a sentirne la mancanza fra un mese.<br />

Schiavoni, l\'unico consigliere di opposizione....

Mi associo alle cose dette dagli altri commentatori: Floriano Schiavoni è stato un ottimo consigliere comunale. Peccato che non si è ricandidato.

Peccato non si ricandidi, è stato uno dei migliori e probabilmente il miglior consigliere comunale di questi 5 anni.<br />
Capisco tuttavia perfettamente le sue motivazioni; il consiglio comunale è stato utilizzato come uno zerbino e questo porta un buon consigliere a non ricandidarsi e alcune persone a rifiutare l\'idea di farlo per la prima volta.<br />

Schiavoni era forse l\'unico, in tutto il consiglio, a parlare con cognizione di causa, andando anche sul tecnico se necessario, a parlare dei fatti e a pensare con la sua testa anziché con la testa dei maggiorenti di partito.<br />
<br />
Mancherà chiunque vinca le elezioni.

Saluto Cordialente Floriano, <br />
che ricordo come in assoluto il mio migliore professore.<br />
Devo riconoscere (ahimé!) che orami è passato qualche anno e che, caro Floriano, oggi hai qualche capello bianco in più... e che quando ci siamo conosciuti la tua passione non era la caccia al cinghiale, bensì all\'anatra!!!!!!!!<br />
A parte questo voglio anche io associarmi a quanto detto da chi mi ha preceduto: i commenti positivi dei lettori di Vs. e, nel complesso, il tono dell\'intervista di Michele, ti rendono atto di 5 anni attivi, pieni di buoni propositi e vissuti nello spirito di chi, questo è certo, voleva fare qualcosa di buono per la sua città.<br />
Di questo ti si da, e si deve, dare atto in maniera bi-partisan.<br />
Il tuo carattere \"focoso\" è stato sempre di mio gradimento, mi ricordo che riuscivi ad \"arrabbiarti\" anche durante una spiegazione dell\' \"interesse semplice/composto\".... figuriamoci ai consigli comunali!!!<br />
avrei voluto proprio vederti...<br />
Nel complesso Senigallia perde, perde una voce fuori dal coro, una voce sensata, una voce che rappresentava veramente i cittadini, un voce indipendente, una voce troppo spesso inascoltata.<br />
Le cose andranno avanti come devono andare, in bocca al lupo per i tuoi altri interessi, un caro saluto da Ostra Vetere.<br />
Con stima<br />

Dispiace anche a me che Floriano non si sia ricandidato! Ho grande stima per il consigliere e ancora di più per l\'uomo Schiavoni!!<br />
<br />
Ciao!

Floriano, torna in consiglio a rompere le scatole, altrimenti non ci sarebbe gusto a dargliela vinta cosi XD

Grande Floriano! La tua scelta va rispettata, ma il gruppo dei liberi pensatori, subisce una grave perdita.<br />
<br />
Ricordo con piacere le serate ad attaccare manifesti e tante riunioni a cui, malgrado i tuoi numerosi impegni, hai sempre partecipato.<br />
<br />
Un abbraccio<br />
Peppe