Massaccesi: anomalia nel provvedimento per la domenica ecologica

Daniele Massaccesi 12/03/2010 - \"Alcuni cittadini segnalano una anomalia nel provvedimento adottato dal Comune di Jesi per la domenica ecologica (14 marzo), per la presenza di qualche “discriminazione” nella definizione del perimetro urbano interessato dalle ordinanze\".

Nella parte nord della città il limite del divieto è stato posto molto lontano, come ad es. l\'intersezione tra via San Marcello-Via Montelatiere, che dista ben cinque km dal centro abitato..e così altri limiti come via Montesecco con via Tabano...insomma limiti posti ben oltre il vero centro abitato. Nel lato sud, invece, una parte, ed il riferimento è a borgo Minonna, è stata lasciata fuori dalla perimetrazione, tant\'è che il limite è stato posto, se non si erra, sulla intersezione Via Minonna-Via Misa-Via Piandelmedico, vale a dire sulla prima rotatoria, escludendo l\'intero Borgo Minonna, mentre ben si poteva porre il limite sull\'altra rotatoria, che avrebbe comunque lasciato libero l\'accesso e l\'uscita dalla superstrada 76.



Tale scelta sembra priva di una spiegazione logica, se non, e magari sospettando un po’ (salvo smentite dall’amministrazione), dettata da ragioni “geo-politiche”, legate forse al fatto che, proprio in quella zona, la sinistra ottiene sempre, in sede di votazioni, quasi un plebiscito (purtroppo!). Perchè poi, salvo errori dovuti sempre ad una cattiva interpretazione, escludere le targhe straniere, quando le poche auto che sono in circolazione sono quelle, ad es., di rumeni o polacchi residenti in città? I cittadini vigilano e non sono così disattenti.


da Daniele Massaccesi
Popolo delle Libertà – PDL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-03-2010 alle 18:32 sul giornale del 13 marzo 2010 - 917 letture

In questo articolo si parla di traffico, politica, Daniele Massaccesi, Popolo delle Libertà – PDL





logoEV