Chiaravalle: Teatro ragazzi, Alice chiude la rassegna

alice 15/03/2010 - Il 21 marzo prossimo al Comunale “Valle” andrà in scena la riduzione teatrale della celebre fiaba di Carroll a firma della compagnia Drammatico Vegetale.

Domenica 21 marzo, ultimi spettacoli a Chiaravalle e Ostra Ultimo atto a Chiaravalle e Ostra per le rassegne di teatro ragazzi organizzate dal Teatro del Canguro in collaborazione con le amministrazioni comunali e l’AMAT. Domenica 21 marzo prossimo la compagnia Drammatico Vegetale porterà in scena, al Teatro Comunale “Valle” (ore 17), “Alice attraverso lo specchio”, mentre al Teatro La Vittoria (ore 17) la rassegna si chiuderà con “Le quattro stagioni” del Teatro Telaio. “Alice attraverso lo specchio” Ispirato al fortunato originale letterario di Carroll, “Alice attraverso lo specchio” propone le esilaranti avventure della bambina sognatrice protagonista, proprio in queste settimane, anche sul grande schermo. Lo specchio del titolo è la “porta” attraverso la quale Alice entrerà in un mondo “al contrario”, popolato di personaggi improbabili dai comportamenti assurdi.


Tutto sembra capovolto. Proprio come nella relazione bambino-adulto: la sorpresa di Alice nel trovarsi di fronte alle assurdità del nuovo mondo in cui si è avventurata rispecchia lo stupore dei bambini alle prese con i comportamenti assurdi, le prescrizioni tassative, le spiegazioni incomprensibili con cui gli adulti, forti di una strana coerenza a senso unico, pensano di instaurare una relazione costruttiva. Lo spettacolo verrà messo in scena utilizzando tecniche di teatro di figura, d’attore e videoproiezioni. Si conclude con questo spettacolo la sezione pomeridiana della rassegna organizzata a Chiaravalle da Comune, Canguro e AMAT, ma prosegue il cartellone riservato alle scuole: il 25 e 26 marzo al Comunale “Valle” (ore 10) c’è in programma “Il pifferaio magico”, riduzione teatrale della celebre fiaba dei Fratelli Grimm ad opera della compagnia Accademia Perduta.


“Le quattro stagioni”. \"Le cose di ogni giorno raccontano segreti a chi le sa guardare ed ascoltare... \": da questa rima di Gianni Rodari prende spunto lo spettacolo in scena a Ostra. “Le quattro stagioni” racconta lo scorrere del tempo, il ciclo della natura e, appunto, il continuo succedersi delle stagioni, attraverso gli occhi di un piccolo seme che da molto tempo aspettava di germogliare e che ora è pronto a vivere i piccoli, ma sempre sorprendenti, avvenimenti che in ogni istante la natura offre. La grazia della primavera, il rigoglio dell’estate, la malinconia dell’autunno e un inverno fatto di neve con cui giocare, paziente attesa e desideri che si devono realizzare. Piéce delicata e poetica, elaborata per affascinare i piccoli spettatori e, nel contempo, fornire loro piccoli spunti di riflessione.


Biglietti Per entrambi gli spettacoli, il costo unitario del biglietto e di € 5,00. Apertura biglietterie del Teatro Comunale “Valle” e del La Vittoria ore 16:00. I biglietti sono acquistabili online su www.teatrodelcanguro.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-03-2010 alle 19:13 sul giornale del 16 marzo 2010 - 1168 letture

In questo articolo si parla di teatro, chiaravalle, bambini, ostra, teatro del canguro, spettacoli